Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Detrazioni fiscali 2020: tutte le spese da scaricare

Detrazioni fiscali 2020: tutte le spese da scaricare

Sono tantissime le detrazioni fiscali a cui possono accedere i contribuenti italiani attraverso la propria dichiarazione dei redditi

di Guglielmo Sano

Ottobre 2020

Detrazioni fiscali 2020: sono tantissime quelle a cui possono accedere i contribuenti italiani attraverso la propria dichiarazione dei redditi. Dalle spese mediche a quelle per le ristrutturazioni, passando per le detrazioni per i familiari a carico: di seguito un focus sui costi che si possono scaricare (Leggi le nostre guide su tasse e risparmio).

(Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

Indice:


Detrazioni fiscali: di cosa si tratta?

Le detrazioni fiscali sono degli importi che è possibile sottrarre dall’importo dovuto per le tasse sui redditi dovute allo Stato. Si accede alle detrazioni con la dichiarazione dei redditi: da precisare che a partire dal primo gennaio 2020 è possibile usufruirne soltanto per le spese che vengono pagate con strumenti tracciabili (un altro capitolo della lotta al contante e all’evasione).

Detrazioni fiscali 2020: quali spese si possono scaricare in dichiarazione dei redditi
Sono tantissime le detrazioni fiscali a cui possono accedere i contribuenti italiani attraverso la propria dichiarazione dei redditi

Le detrazioni fiscali più comuni

In generale, la percentuale che è possibile scaricare è pari al 19% della spesa sostenuta. Tale percentuale – ma è meglio parlare di aliquota – si applica per esempio agli interessi passivi sul mutuo (fino a un massimo di 4mila euro), al mutuo per la prima casa, alle spese sanitarie (fino a 500 euro oltre il limite – la cosiddetta franchigia – di 129 euro) così come le spese per l’affitto e per la frequenza di scuola e università. Sempre nella misura del 19% sono detraibili anche le spese per l’abbonamento ai mezzi pubblici, per le attività sportive dei figli.

Detrazioni fiscali familiari a carico: cosa sono?

Delle detrazioni fiscali si può usufruire non solo per sé ma anche per i cosiddetti familiari a carico. Perché un familiare possa essere considerato tale è fondamentale, innanzitutto, che sia convivente. Inoltre, deve rientrare entro una certa soglia di reddito annuo: in generale non bisogna superare quota 2.840,51 euro all’anno, per i figli con età non superiore ai 24 anni tale limite è aumentato fino a 4mila euro.

Per andare al concreto, per un coniuge a carico si possono arrivare a detrarre fino a 800 euro di tasse mentre per ciascun figlio con età superiore ai 3 anni e non portatore di handicap si possono scaricare anche più di 900 euro.

Detrazioni fiscali ristrutturazioni: non solo Superbonus 110%

Il Superbonus 110% è solo l’ultima – ma anche la più conveniente – delle detrazioni fiscali riguardanti gli interventi edilizi: Sismabonus, Ecobonus. Bonus Mobili ed elettrodomestici, Bonus facciate e Bonus verde completano il quadro complessivo.

Potrebbero interessarti:


  1. Come pagare poche tasse

  2. Risparmiare sulla tassa per la spazzatura

  3. Tutte le esenzioni per disabili

  4. Chi non deve pagare il bollo auto

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp