Le dieci malattie più cercate sul web nel 2020

Le dieci malattie più cercate sul web nell'anno del coronavirus sono tutte patologie in qualche modo legate allo stile di vita che ci né stato imposto dalla pandemia. L'analisi delle ricerche effettuate sul portale Dottori.it disegna un quadro molto interessante sulle patologie ele paure da un punto di vista medico che affliggono gli italiani. Oltre il covid

Le dieci malattie più cercate sul web nel 2020
Le dieci malattie più cercate sul web nell'anno del coronavirus sono tutte patologie in qualche modo legate allo stile di vita che ci né stato imposto dalla pandemia.
5' di lettura

Il coronavirus non ha certo eliminato le altre patologie. La pandemia avrà anche assorbito per intero le preoccupazioni di tanti italiani, ma altrettanti hanno continuato a soffrire per altro. Come negli anni scorsi, forse anche di più.

Il portale Dottori.it, che viene utilizzato per prenotare visite specialistiche, ma anche per effettuarle online direttamente sul sito, ha analizzato le ricerche effettuate in tutto il 2020 e stilato una lista delle 10 patologie più ricorrenti nelle ricerche degli utenti.

Ecco la classifica delle dieci malattie più cercate sul web

Mal di schiena

Al primo posto ci sono i disturbi della colonna vertebrale. Molto probabilmente causati dalle posture scorrette assunte durante le numerose ore passate al pc lavorando da casa. Il 2020 segnato dunque dal coronavirus, ma anche dal mal di schiena.

Fibromialgia

Al secondo posto tra le dieci malattie più cercate sul web la fibromialgia. Una sindrome che ha sintomi poco riconoscibili e colpisce più organi rendendo la diagnosi assai difficile. È una forma reumatica extra articolare che oltre a provocare dolori ai muscoli e alle ossa, causa un profondo affaticamento e indolenzimento che può essere localizzato o diffuso su tutto il corpo con diverse gradazioni di intensità.

Dolori al ginocchio

Al terzo posto tutti i dolori che riguardano il ginocchio. Una articolazione soggetta a problemi quando si svolge una intensa attività sportiva o lavori pesanti, ma che può causare fastidi anche importanti per la eccessiva sedentarietà, cosa che evidentemente è stata comune a molti in questi mesi di pandemia.

Cervicale

Al quarto posto tra le dieci malattie più cercate sul web c’è un altro disturbo diffuso e fastidioso che colpisce in particolare che svolge dei lavori sedentari: l‘infiammazione della cervicale. Insieme agli altri disturbi che precedono in classifica rientra a pieno titolo tra quelli collegati allo stile di vita che è stato imposto dalla pandemia. La cervicalgia può essere provocata non solo dalla postura sbagliata, ma anche da stress, ansia e scarso esercizio fisico.

Ernia inguinale ed ernia del disco

Al quinto posto e al sesto posto tra le dieci malattie più cercate in questo 2020 da pandemia, ci sono l’ernia inguinale e l’ernia del disco.

L’ernia inguinale è in genere causata da una debolezza della parete addominale. Una debolezza che può essere congenita, ma anche accentuata da uno scarso tono muscolare. Una patologia che per ragioni anatomiche colpisce più gli uomini, ma non risparmia donne e bambini.

Vene varicose

Al settimo posto c’è invece un disturbo che riguarda soprattutto le donne: le vene varicose. Una patologie che è in aumento proprio per la vita sedentaria di questi mesi.

Alterazione delle unghie

All’ottavo posto le alterazioni strutturali e cromatiche delle unghie: costituiscono il primo segno di eventuali condizioni patologiche di altre parti del corpo. Discromie, fragilità o microfratture nascondono spesso un’alterazione delle funzionalità metaboliche dell’organismo. Ecco perché quando si notano cambiamenti nell’aspetto o nel colore delle proprie unghie è sempre bene rivolgersi al medico.

Acufene

L’acufene, anche detto fischio nell’orecchio, e al nono posto. È un sintomo causato da una condizione come la perdita uditiva o una lesione all’orecchio. Si tratta di un disturbo molto invalidante e un mancato trattamento può provocare anche altre reazioni come stress, ira, problemi di concentrazione, isolamento e depressione. Per queste ragioni è indispensabile rivolgersi ad uno specialista per contenere i sintomi fin dal primo segnale.

Acne

A chiudere la classifica è l’acne, che è uno tra gli effetti collaterali più frequenti della pandemia. È causata in questi giorni dall’uso della mascherina, dallo stress, ma anche dall’alimentazione disordinata.

Nel 2020 piu’ della metà degli utenti del portale dottori.it sono state donne (57,8%), concentrate soprattutto nelle grandi metropoli, con Roma, Milano e Torino in testa.

Analizzando i dati del traffico del portale, lo specialista più cercato si conferma il ginecologo, che raccoglie oltre il 10% delle ricerche; a seguire si trovano dermatologi (9,3%) e oculisti (6,7%).

A sfruttare maggiormente la nuova funzionalità della telemedicina, sono stati dermatologi, psicologi e neurologi, che insieme hanno effettuato oltre il 30% delle visite a distanza ai pazienti.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie