La dieta mediterranea aiuta a non perdere la memoria

La dieta mediterranea aiuta a non perdere la memoria: lo ha dimostrato una ricerca effettuata dall'Università di Edimburgo su cinquecento anziani. La dieta mediterranea non sembra migliorare la salute del cervello in generale, ma aspetti come la memoria e la capacità cognitiva. E non è poco.

2' di lettura

I benefici della dieta mediterranea sono ben noti, a partire da quelli all’apparato cardiocircolatorio. E non a caso è stata proclamata dall’Unesco, nel 2010, Patrimonio immateriale dell’umanità. La dieta mediterranea è associata anche a una maggiore longevità e alla salute intestinale. Ma non solo, provoca anche un miglioramento dell’umore. Tutte cose che sono già state studiate e in gran parte dimostrate.

Migliora la funzione cognitiva

Una ricerca recente però, associa il consumo di una dieta mediterranea anche a un altro beneficio: una migliore funzione cognitiva con l’avanzare dell’età. In altri termini: vi aiuta a difendere la memoria. Lo studio è stato pubblicato su Experimental Gerontology e realizzata da un team di ricercatori dell’Università di Edimburgo, in Scozia. Gli scienziati hanno osservato potenziali associazioni tra dieta, capacità di pensiero e salute del cervello negli anziani.

Leggi anche: Peperoncino, il piccante che ti allunga la vita

La ricerca su 500 anziani

I dati sono stati raccolti su 500 persone di 79 anni e non affette da demenza. I partecipanti hanno risposto a un sondaggio sulle abitudini alimentari e completato un test per verificare l’efficienza della memoria, la capacità di risolvere dei problemi e l’effettiva velocità di pensiero.

358 partecipanti sono stati anche sottoposti a risonanza magnetica, in questo modo i ricercatori hanno anche valutato la loro struttura cerebrale.

Leggi anche: Caffè, due tazze al giorno fanno bene al cuore

I benefici per la memoria

Ebbene, i risultati di questo studio hanno suggerito che nutrirsi con la dieta mediterranea con l’avanzare dell’età potrebbe avere degli effetti positivi per mantenere la mente lucida.

E in particolare, ha dichiarato Janie Corley, la coautrice dello studio, «mangiare più verdure a foglia verde e ridurre la carne rossa potrebbero essere due elementi alimentari chiave che contribuiscono ai benefici della dieta mediterranea». Benefici che in particolare – questa era la mission dello studio – sono associati a una migliore funzione cognitiva.

L’impatto della dieta mediterranea

È giusto specificare che la dieta mediterranea non assicura una migliore salute del cervello rispetto ad altri tipi di alimentazione (come ha dimostrato la risonanza magnetica), ma ha rivelato un impatto positivo per la memoria e la cognizione in generale.

«Nel nostro campione – ha continuato la ricercatrice -, la relazione positiva tra una dieta mediterranea e le capacità di pensiero non è spiegata dall’avere una struttura cerebrale più sana, come ci si potrebbe aspettare. È possibile che ci possano essere altre correlazioni cerebrali strutturali o funzionali con la dieta, o delle associazioni in specifiche regioni del cervello, piuttosto che dell’intero cervello».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie