Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse » Servizi Finanziari / Cartelle esattoriali da pagare, come ottenere 120 rate

Cartelle esattoriali da pagare, come ottenere 120 rate

Cartelle esattoriali da pagare. Scopri come ottenere 120 rate e avere così più tempo per saldare il tuo debito senza rischiare sequestri e pignoramenti.

di Antonio Dello Iaco

Settembre 2022

Come ottenere 120 rate. Scopri come pagare le cartelle esattoriali in tempi più dilatati e come presentare richiesta (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Nei prossimi paragrafi approfondiremo nel dettaglio anche quando è possibile perseguire questa opzione in base alle indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate e come funziona con sequestri e pignoramenti.

INDICE

Come ottenere 120 rate con una cartella esattoriale: di cosa si tratta

La dilazione pagamento cartelle esattoriali è una delle possibilità che viene data ai contribuenti per pagare il debito con l’Agenzia delle entrate o con altri enti di riscossione in modo dilazionato.

Scopri la pagina dedicata alla gestione dei debiti e a metodi per evitare il pignoramento.

Questa opzione, chiamata anche rateizzazione, viene data ai contribuenti per alleggerire il peso del debito. Tuttavia per usufruirne è necessario rispettare dei requisiti anche abbastanza stringenti.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Le PENSIONI A 1000 EURO non arriveranno a breve

Come ottenere 120 rate: a chi spetta la rateizzazione

Come dicevamo nel paragrafo precedente, non tutti i cittadini possono beneficiare della rateizzazione del debito.

È infatti fondamentale dimostrare di non poter pagare il debito secondo i criteri previsti per un piano ordinario. Per capirci meglio, bisogna che l’importo della rata del debito da saldare sia superiore al 20 per cento del reddito mensile del tuo nucleo familiare.

Questi dati li puoi recuperare presentando all’Inps il modello Isee (indicatore della situazione economica equivalente ndr) e in particolare facendo riferimento all’Isr, Indicatore della situazione reddituale.

La rateizzazione è poi concessa anche imprese individuali in contabilità ordinaria, società di persone e società di capitali, se sono soddisfatti entrambi i parametri previsti:

Come ottenere 120 rate: la durata

Come puoi intendere dal titolo dell’articolo, la massima durata della rateizzazione è di 120 pagamenti dilazionati.

Le cartelle esattoriali dilazione dei pagamenti possono essere attivate anche per periodi inferiori a partire da un minimo di 72 rate che rappresentano la durata massima di un piano ordinario.

Come ottenere 120 rate: sequestri e pignoramenti

Dal momento in cui presenti la richiesta di rateizzazione del denaro dovuto in 120 rate o meno, di fatto acquisisci una sorta di protezione da sanzioni più importanti legate al debito che hai maturato.

L’Agenzia delle entrate Riscossione infatti, non potrà deliberare nuovi fermi amministrativi, pignoramenti o ipoteche, né attivare qualsiasi nuova procedura esecutiva.

Quelle emesse in precedenza saranno invece ancora valide fino all’estinzione totale del debito.

Come ottenere 120 rate per saldare la cartella esattoriale
Come ottenere 120 rate per saldare la cartella esattoriale

Come ottenere 120 rate: fare domanda

Dopo aver visto tutti i dettagli sulla dilazione delle cartelle esattoriali, capiamo nel dettaglio come ottenere 120 rate. Hai diverse possibilità per fare richiesta di questo servizio:

In ogni caso devi compilare uno specifico modello, chiamato R4, che puoi scaricare o editare online dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Tutti gli indirizzi pec regionali li puoi consultare nella prossima tabella reperita dal sito ufficiale dell’ente nazionale di riscossione:

RegionePec
Abruzzo[email protected]
Basilicata[email protected]
Calabria[email protected]
Campania[email protected]
Emilia Romagna[email protected]
Friuli Venezia Giulia[email protected]
Lazio[email protected]
Liguria[email protected]
Lombardia[email protected]
Marche[email protected]
Molise[email protected]
Piemonte e
Valle d’Aosta
[email protected]
Puglia[email protected]
Sardegna[email protected]
Sicilia[email protected]
Toscana[email protected]
Trentino Alto Adige[email protected]
Umbria[email protected]
Veneto[email protected]
Come ottenere 120 rate: l’elenco con tutti gli indirizzi pec regionali

Potrebbero interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp