Diritti tv Serie A: Dazn e Sky litigano, venerdì assemblea

È guerra aperta per i diritti tv Serie A relativi al triennio 2021-2024. Dazn è ancora in vantaggio, ma Sky ingolosisce la Lega Serie A con un'offerta criticata dal competitor. Venerdì è in programma una nuova assemblea di Lega, dopo la fumata nera della scorsa settimana.

diritti tv serie A
diritti tv serie A
2' di lettura

La corsa all’acquisizione dei diritti tv Serie A per il triennio 2021-2024 è senza esclusione di colpi. La Lega di Serie A ha programmato per venerdì 26 febbraio, alle ore 9.30, una nuova assemblea presso la sede di Palazzo Parigi a Milano, dopo che la precedente riunione era saltata per la mancanza del quorum: nove società non si erano collegate, risultando assenti all’assemblea, causando la fumata nera per l’assegnazione dei diritti tv Serie A.

Diritti tv Serie A: Dazn e Sky litigano

Due le contendenti in gioco per l’assegnazione dei diritti tv Serie A: Dazn e Sky, ormai ai ferri corti. La scorsa settimana Sky, sentendosi spalle al muro dopo la migliore offerta presentata da Dazn alla Lega di Serie A, ha alzato il tiro comunicando la disponibilità a versare 505 milioni di euro, ovvero la metà di quanto offerto all’anno per il prossimo triennio con l’aggiunta di 130 milioni per le rate non corrisposte durante il lockdown, tre giorni dopo l’accettazione dell’offerta da parte della Lega di Serie A.

Diritti tv Serie A: Sky prova il sorpasso su Dazn

Dazn, in netto vantaggio per l’acquisizione dei diritti tv della Serie A, forte dell’appoggio di diversi club di massima serie, tra cui la Juventus di Andrea Agnelli, ha risposto a Sky con una lettera indirizzata alla Lega Serie A: “Riteniamo che l’offerta è tardiva e in violazione delle condizioni di gara e sia, pertanto, inammissibile. Peraltro, tale offerta pone ingiustamente la Lega Serie A in un’inaccettabile posizione in quanto essa si vede offrire una somma già alla stessa integralmente dovuta ai sensi del contratto di licenza attualmente in essere con Sky. A nostro avviso, la Lega Serie A non può accettare detta offerta tardiva di Sky, poiché illegittima; ove avvenisse, ciò minerebbe alla radice non solo la Gara ma anche delle procedure per gli anni futuri”.

Tutto ruota intorno ai 130 milioni di euro che Sky deve ancora versare alla Lega Serie A:L’importo è attualmente oggetto di controversia. Ciò sarebbe del tutto inammissibile, poiché avverrebbe successivamente alla scadenza del termine per la presentazione delle offerte e l’apertura delle buste alla presenza del notaio, come previsto dalla procedura di gara. L’offerta tardiva di Sky si tradurrebbe nel mero anticipo di un importo che in ogni caso la Lega Serie A avrebbe ottenuto”, ha dichiarato Dazn.

La Lega Serie A tra due fuochi

Se da un lato la Lega Serie A accetterebbe di buon grado di assegnare i diritti tv della Serie A a Dazn, a fronte di un’offerta migliore rispetto a quella di Sky, dall’altro lato rinunciare a Sky significherebbe incrinare il rapporto con il colosso fondato da Murdoch, da sempre vicino alla Serie A.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie