Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Disoccupazione » Lavoro / DIS-COLL e riforma fiscale: cambiano importo, durata e tagli

DIS-COLL e riforma fiscale: cambiano importo, durata e tagli

DIS-COLL e riforma fiscale: cambiano importo, durata e tagli. Tutte le novità sulla disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi.

di The Wam

Novembre 2021

DIS-COLL e riforma fiscale – La riforma fiscale 2022 oltre a rivoluzionare l’Irpef cambierà gli ammortizzatori sociali, tra cui figura anche la DIS-COLL (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

La DIS-COLL è una misura simile alla Naspi: un’indennità di disoccupazione che spetta ai collaboratori coordinati e continuativi, ma anche ad assegnisti di ricerca e dottorandi.

Con la riforma fiscale 2022 cambieranno la durata, l’importo e il sistema dei tagli progressivi.

In questo articolo faremo una panoramica sui cambiamenti che diventeranno operativi a partire dal 2022.

DIS-COLL e riforma fiscale, cambia la durata

Attualmente la DIS-COLL è erogata ogni mese per un numero di mesi pari alla metà dei mesi di contribuzione versati tra il 1° gennaio dell’anno precedente la perdita del lavoro e l’evento stesso della cessione del rapporto lavorativo.

Questo periodo, a prescindere dalla sua effettiva estensione, ha comunque una durata massima di sei mesi.

La riforma fiscale 2022 ha esteso la durata da 6 a 12 mesi, rimanendo invariato il periodo di riferimento.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

DIS-COLL e riforma fiscale, l’importo

L’importo della DIS-COLL, per quest’anno, può essere al massimo di 1335,40 euro, come indicato dalla Circolare Inps 7/2021.

Il calcolo di quanto spetta si fa prendendo come riferimento una cifra che varia sensibilmente ogni anno re che quest’anno è fissata a 1.227,55 euro.

Ebbene, l’importo riconosciuto è pari al 75% del reddito medio mensile del richiedente. Se il reddito è maggiore di 1.227,55 euro verrà riconosciuto il 75% con un’ulteriore maggiorazione del 25%.

La riforma fiscale 2022 non cambia questo meccanismo di calcolo, ma aggiunge un fattore molto importante: la contribuzione figurativa.

Attualmente, infatti, i soldi percepiti non concorrono al raggiungimento dei requisiti pensionistici. Non sarà più così.

Riassumendo, quindi: la DIS-COLL durerà sei mesi in più e verranno riconosciuti anche i contributi.

Contributi, tra l’altro, equiparati a quelli della Naspi. La percentuale, infatti, aumenterà dallo 0,51% all’1,61%.

DIS-COLL e riforma fiscale: cambiano importo, durata e tagli
DIS-COLL e riforma fiscale: cambiano importo, durata e tagli

Meno tagli: solo dal sesto mese

A partire dal quarto mese di percezione l’importo della DIS-COLL viene decurtato del 3% al mese ogni mese. Il taglio quindi, alla fine dei sei mesi, diventa pesante.

Anche questo cambierà. Il taglio ci sarà sempre, ma partirà dal sesto mese di percezione (sempre tenendo conto della nuova durata dell’ammortizzatore, pari al massimo a un anno).

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp