Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Disoccupazione » Lavoro / Disoccupazione agricola, ritardi in Puglia ma c’è una data

Disoccupazione agricola, ritardi in Puglia ma c’è una data

La disoccupazione agricola arriverà in ritardo in Puglia, ma c'è finalmente una data di pagamento.

di The Wam

Giugno 2024

In questi giorni sono in corso i pagamenti della Disoccupazione agricola, ma per la maggior parte lavoratori agricoli pugliesi non sono state pubblicate date di pagamento. Per fortuna da ieri, grazie al sindacato UILA Puglia, si ha finalmente idea di quando arriveranno i soldi (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Disoccupazione agricola in Puglia, quando arriva

Le elaborazioni della Disoccupazione agricola nelle principali città pugliesi sono previste a partire da giovedì, 13 giugno.

La Disoccupazione agricola è uno di quei sussidi gestiti dalle Inps locali, la responsabilità quindi è tutta delle sedi provinciali, che per una ragione o per un’altra hanno ritardato nella gestione delle pratiche.

Il sindacato UILA (Unione Italiana dei Lavori Agroalimentari) Puglia ha però fatto pressione e alla fine Inps ha ceduto annunciato l’elaborazione dei pagamenti per il 13 giugno.

Disoccupazione agricola, quando la pagano

La data del 13 giugno è quella dell’elaborazione dei pagamenti, ciò significa che i soldi arriveranno nei giorni successivi, ma non ci sarà da aspettare molto. Se, infatti, i soldi non arriveranno entro domenica, 16 giugno, è ragionevole credere che tutti i pagamenti della disoccupazione agricola partiranno a partire da lunedì, 17 giugno.

Disoccupazione agricola, importo e giornate lavorate

La Uila ricorda, infine, di tenere d’occhio la corrispondenza tra le giornate lavorate nel 2023 e quelle riportate nell’elenco annuale riportato da Inps.

Ricordiamo, infatti, che le giornate lavorate prevedono la base di calcolo per determinare l’importo dell’indennità.

Per determinare il numero di giornate indennizzabili, vengono sottratti alcuni periodi specifici. In particolare, non vengono conteggiate le giornate di lavoro agricolo e non agricolo, sia dipendente che autonomo, così come le giornate già indennizzate per altri motivi, come malattia, maternità, infortunio o cassa integrazione.

Disoccupazione agricola, ritardi in Puglia ma c'è una data
Disoccupazione agricola, ritardi in Puglia ma c’è una data – In foto un agricoltore accigliato.

La retribuzione di riferimento per il calcolo dell’indennità di disoccupazione agricola è l’importo giornaliero percepito durante i periodi di integrazione salariale. Questo importo viene utilizzato per calcolare la media ponderata tra la retribuzione riferita ai giorni di lavoro effettivo e quella percepita durante i periodi di integrazione salariale.

Per gli operai agricoli a tempo determinato, l’indennità è pari al 40% della retribuzione di riferimento. Invece, per gli operai agricoli a tempo indeterminato, l’indennità è pari al 30% della stessa retribuzione.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp