Documentari di Storia: 3 titoli da vedere nel weekend

Documentari di Storia: c’è qualcosa di meglio di sopperire a una lezione di storia finita nel dimenticatoio con un bel documentario Netflix? Ecco i 3 titoli che vi consigliamo di vedere subito.

3' di lettura

Documentari di storia. Che siate appassionati incalliti di fenomeni geopolitici o che semplicemente vogliate scoprire qualche dettaglio un più su qualche figura di spicco della storia del mondo, Netflix ha un documentario giusto per ciascuno. Oggi vi proponiamo 3 titoli da maratonare durante questo fine settimana.

(A questo link tutte le notizie sul mondo della televisione e del cinema e qui il gruppo facebook in cui potrete lasciarci le vostre richieste sui prossimi temi da trattare)

Grandi eventi della Seconda Guerra Mondiale a colori

Il titolo è lungo e spaventosamente didascalico, ma ci aiuta a inquadrare subito il tipo di prodotto che Netflix ci propone. È proprio nella possibilità di guardare immagini nitide e dettagliate che si nasconde la forza espressiva di questo documentario. 

Si tratta di una serie che mette a nostra disposizione inediti filmati a colori di eventi chiave di questo complesso periodo storico, ad esempio il D-Day, la guerra nel Pacifico e l’orrore di Hiroshima. Sullo schermo scorrono dieci terribili eventi che non mirano tanto a raccontare i temi generali del conflitto, quanto a mostrare in modo diretto le brutalità della guerra

La serie contiene rari documenti d’archivio provenienti dalle biblioteche del Giappone e della Russia, molti dei quali mai visti prima. Realizzata da World Media Rights in collaborazione con ZDF Enterprises, con le sue straordinarie immagini, questa serie è uno dei più interessanti documentari di storia nel catalogo Netflix.

Chi ha ucciso Malcom X?

Malcom X è stato uno dei personaggi più divisivi degli anni Cinquanta e Sessanta, ancora oggi il suo nome riesce a generare forti polemiche. È stato una minaccia all’ordine pubblico, ma anche la grande speranza di riscatto delle minoranze statunitensi. Questo documentario a puntate di Netflix mira a raccontare la storia del suo omicidio, avvenuto il 21 aprile del 1965 in circostanze che hanno subito scatenato le ipotesi di complotto.

Il pregio di questa seria è soprattutto quello di riuscire a creare una bella commistione tra il genere del documentario storico e quello del crime. Gli episodi riescono a presentare un’indagine sul vero esecutore materiale dell’omicidio e una serie di documenti di grandissimo valore allo stesso tempo. 

L’impero ottomano

A metà tra il puro documentario e la serie tv, questo prodotto è una piccola scoperta a ogni episodio. Insieme all’aiuto di diversi storici, la docuserie si occupa di ricostruire con accuratezza di dettagli il contesto storico e le dinamiche che hanno portato all’assedio di Costantinopoli.

Tra i documentari di storia che troviamo nel catalogo Netflix, senza dubbio L’impero ottomano si distingue per la sua forte componente narrativa – un’operazione che richiama molto un’altra serie a metà tra la fiction è il documentario, Gli ultimi zar. Ma è soprattutto nella prima che interviste agli esperti e scene recitate trovano l’equilibrio ideale. In definiva un documentario che riesce a scatenare domande e riflessioni su diversi aspetti dell’impero bizantino.

Ti può interessare anche:

1899: nuova serie tv netflix dei creatori di Dark

Pinterest, vittima di mobbing perché donna: maxirisarcimento

Enchanted: Amy Adams torna per il sequel del film Disney

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie