Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi / Documenti per l’Assegno Unico 2023: cosa serve

Documenti per l’Assegno Unico 2023: cosa serve

Documenti per l'Assegno Unico 2023: chi deve apportare modifiche al proprio ISEE? A chi spetta presentare alcuni documenti? Scopriamo tutti i dettagli nell'approfondimento.

di Imma Duni

Gennaio 2023

Documenti per l’Assegno Unico 2023: cosa serve? Scopri quali sono le certificazioni necessarie per avere l’Assegno Unico (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito). Documenti per l’Assegno Unico 2023: chi deve apportare modifiche al proprio ISEE? A chi spetta presentare alcuni documenti? Scopriamo tutti i dettagli nell’approfondimento.

Indice

Documenti per l’Assegno Unico 2023, quali sono?

Precisiamo subito che, in questo 2023, chi ha già fatto domanda in passato per l’Assegno Unico, non dovrà rinnovarla, ma il pagamento mensile avverrà automaticamente.

L’unica eccezione è il cambiamento di alcuni fattori indispensabili da comunicare all’INPS, per esempio:

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Queste informazioni devono essere comunicato all’Ente di Previdenza, perché potrebbero far variare l’importo del beneficio, ed è essenziale dichiararlo.

A parte questo e anche se il rinnovo della domanda è automatico, è necessario rinnovare l’ISEE per ottenere l’importo di Assegno Unico Universale giusto, che ci spetta in base al nostro nucleo familiare e in base al reddito.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Per poter ottenere la certificazione ISEE 2023 è necessario consegnare la documentazione riguardante la situazione economica patrimoniale e reddituale riferita al periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2021, ovvero:

Per chi invece deve fare domanda di Assegno Unico per la prima volta, dopo aver ottenuto l’ISEE, bisognerà fare la domanda online tramite il portale dell’INPS e la pagina privata MyInps, i documenti necessari per fare questo sono:

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Documenti per l’Assegno Unico 2023: chi deve presentarli?

La domanda per l’Assegno Unico, che deve essere presentata solo da chi non l’ha mai presentata e lo sta facendo per la prima volta, può essere inviata solo telematicamente.

La domanda per l’Assegno Unico viene accolta quando tutti i requisiti previsti risultano rispettati e quando la documentazione presentata è in regola. La domanda viene inviata tramite il sito INPS e la propria pagina privata MyInps. Occorre avere lo SPID.

Puoi controllare lo stato dell’istanza sull’Assegno Unico tramite il tuo fascicolo previdenziale. Per consultarlo devi accedere con una delle identità digitali (Spid, Cie o Cns) nell’apposita sezione del sito ufficiale dell’Inps.

A quel punto vai nella sezione “Prestazioni” e clicca su Assegno Unico Universale. Lì potrai consultare tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Nel 2023 non ci sarà bisogno di fare una nuova domanda, a meno che non si debba farla per la prima volta o ci siano modifiche nelle seguenti condizioni:

Documenti per l'Assegno Unico 2023: cosa serve
Documenti per l’Assegno Unico 2023: nella foto una famiglia felice.

Documenti per l’Assegno Unico 2023: per chi il rinnovo è automatico?

Documenti per l’Assegno Unico 2023. Il rinnovo è automatico solo per coloro che hanno già fatto la domanda nel 2022. L’INPS, infatti, ha ritenuto opportuno rendere il rinnovo automatico per questi soggetti, senza aver bisogno di presentare alcun’altra istanza.

Nel video di seguito spieghiamo come il riconoscimento degli aumenti dell’assegno unico el 2023 sia previsto a febbraio.

Anche nel nuovo anno ci sarà da aspettarsi il bonifico mensile dell’Assegno Unico sul proprio conto corrente, per i seguenti percettori:

Per chi presenta per la prima volta la domanda dell’Assegno Unico Universale nel nuovo anno, a gennaio o febbraio 2023, l’accredito sul conto corrente arriverà a marzo 2023.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Anche per chi percepisce il Reddito di cittadinanza non cambierà nulla nel 2023, l’accredito dell’Assegno Unico continuerà ad essere percepito in modo automatico.

Abbiamo visto i documenti per l’Assegno Unico 2023. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno Unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp