Documenti per reddito di cittadinanza: cosa serve?

Documenti per Reddito di cittadinanza - Con la nuova puntata di Tengo Famiglia ricapitoliamo tutto quello che serve per richiedere il sussidio e come ottenerli.

2' di lettura

Documenti per Reddito di cittadinanza – Con la nuova puntata di Tengo Famiglia, la rubrica The Wam che si concentra sul mondo del lavoro, ricapitoliamo tutto quello che serve per richiedere il sussidio, come è possibile recuperarlo e dove. (Qui la nostra pagina con tutti gli aggiornamenti sui bonus)

(Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

documenti-per-reddito-di-cittadinanza
Documenti per reddito di cittadinanza. Vediamo cosa serve

Documenti per Reddito di cittadinanza: quali servono?

Documenti per Reddito di cittadinanza: quali servono? In sostanza, c’è un solo documento fondamentale quando si fa domanda di sussidio: si tratta dell’Isee, cioè l’indicatore della situazione reddituale e patrimoniale del richiedente al momento della richiesta.

Per avere il diritto all’RdC, il proprio reddito non deve essere superiore ai 9.360 euro annui e il proprio patrimonio immobiliare non deve avere un valore superiore ai 30mila euro (a parte la prima casa). Inoltre, il patrimonio mobiliare non può essere superiore ai 6mila euro (per i singoli): la soglia si può alzare fino a un massimo di 10mila euro per i nuclei più numerosi (il limite si alza ancora di 1.000 euro per ogni figlio oltre il secondo, di 5mila per ogni componente disabile, di 7.500 per ogni componente non autosufficiente).

A parte l’Isee, servono altri documenti?

A parte l’Isee, l’unico documento che serve per richiedere il Reddito di cittadinanza è il modulo con cui si autocertifica il possesso dei requisiti. Questo documento viene reso disponibile dagli Uffici Postali e dai Caf (compilandolo prima di recarsi alle Poste o in un patronato si risparmia del tempo). Da precisare che, se si vuole inoltrare la domanda attraverso il portale web dedicato all’RdC (il modulo di autocertificazione dei requisiti in tal caso si compila online) sarà necessario anche essere in possesso di un’identità digitale Spid.

Conviene avvalersi dei servizi di un Caf?

Quindi, chi vuole richiedere il Reddito di cittadinanza, può inoltrare la domanda attraverso il portale web dedicato al sussidio, presentando dichiarazione Isee e modulo di richiesta presso uno sportello postale oppure rivolgendosi a un Caf.

Svolgere l’intera procedura ai patronati può essere particolarmente comodo per chi non ha confidenza con gli strumenti della burocrazia: infatti, si può prendere appuntamento per farsi rilasciare in modo gratuito il proprio modello Isee, quindi, richiedere assistenza per compilare e poi inoltrare la richiesta all’Inps (sarà poi l’ente a prendere in carico la domanda avvertendo il richiedente dell’esito dopo qualche giorno).

Potrebbero interessarti:



Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie