Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico / Domanda assegno unico ancora in istruttoria: che succede?

Domanda assegno unico ancora in istruttoria: che succede?

Come comportarsi se la domanda per l'assegno unico universale è ancora in istruttoria? Scopri cosa sta succedendo.

di The Wam

Aprile 2022

“Perché la mia domanda per l’assegno unico universale è ancora in istruttoria?”. Questa è una delle richieste più frequenti che riceviamo in questi giorni. Abbiamo deciso di scrivere questo articolo per fare chiarezza. (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Pagamento assegno unico aprile 2022: come funziona

Prima di parlare delle domande ancora in istruttoria, è necessaria una premessa sull’Assegno unico universale. Capire come funziona e come viene erogato questo bonus, infatti, permette di rendere più comprensibili (non certo accettabili) i ritardi delle ultime ore.

Questo sussidio è stato introdotto da marzo 2022 ed è destinato a quelle famiglie che hanno uno o più figli a carico. Lo scopo di questo strumento di welfare, infatti, è quello aiutare questi nuclei familiari nelle spese che riguardano la cura dei figli.

L’assegno spetta in automatico ai beneficiari del reddito di cittadinanza per ogni figlio fiscalmente a carico. In questo caso, come vedremo, i pagamenti sono legati all’Rdc e l’attesa vissuta dai nuclei familiari si rivela inevitabile.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Il bonus per i figli a carico spetta anche alle famiglie che non ricevono il reddito di cittadinanza e che hanno presentato domanda online all’INPS o hanno inoltrato la richiesta all’ente attraverso Caf (Centro di assistenza fiscale).

Le famiglie, beneficiarie dell’assegno unico, lo ricevono:

L’importo del sussidio cambia rispetto all’indice ISEE, fondamentale per ricevere più soldi, al al numero dei figli a carico e alle maggiorazioni riconosciute in casi specifici.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Domanda assegno unico ancora in istruttoria: che succede?

La domanda dell’assegno unico è ancora in istruttoria per molte famiglie che hanno inoltrato la richiesta all’INPS a gennaio, febbraio o marzo 2022. Questo accade perché, a gestire le pratiche, è un sistema informatico programmato in un modo specifico.

L’algoritmo, che regola le modalità di analisi delle domande, non agisce in ordine cronologico, ma analizza diversi fattori. La data nella quale si è presentata la domanda, purtroppo, è solo uno di questi.

Così accade che ci siano famiglie che hanno già ricevuto due pagamenti dell’assegno unico e altre, che invece, aspettano ancora la prima ricarica. Non è raro, inoltre, che certi nuclei familiari abbiano ricevuto il sussidio per uno solo dei figli a carico.

In entrambi i casi, anche inviando segnalazioni alla sede territoriale dell’INPS o attraverso il servizio online “INPS risponde“, la situazione non verrà sbloccata. L’unica strada è l’attesa. Fino a quando? Stando alle previsioni dell’INPS, entro fine mese dovrebbero essere sbloccate gran parte dei pagamenti in attesa.

Pagamento assegno unico figli aprile: le date

Al momento l’INPS ha pubblicato queste date per i pagamenti del contributo economico:

Il pagamento dell’assegno su Rdc, invece, è previsto dal 27 aprile 2022.

Le date delle ricariche cambiano da persona a persona (non tutti ricevono il pagamento nello stesso giorno) e si controllano dal sito INPS, nella sezione «Fascicolo previdenziale del cittadino», accendo con SPID, CNS o CIE.

Come fare domanda per l’assegno unico?

Si può presentare la domanda per l’assegno dal 1° gennaio 2022 chiamando il Contact Center dell’Inps al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) o al numero 06 164 164 (a pagamento da cellulare); rivolgendosi a un CAF o a un patronato oppure inoltrando la richiesta sul sito dell’Inps.

Trova lavoro: ecco le aziende che assumono in Italia. Scopri tutte le offerte aggiornate.

Per richiedere l’assegno online, si accede a questa pagina con identità digitale (SPID, CNS o CIE), inserendo:

  1. Informazioni sui figli;
  2. Dati per il pagamento dell’Assegno;
  3. Dichiarazioni di responsabilità;
  4. Riepilogo dei dati inseriti;

Quindi si clicca sul pulsante per l’invio definitivo della domanda.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp