Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Pensioni » Previdenza e Invalidità / Domanda di invalidità civile con accompagnamento: come fare

Domanda di invalidità civile con accompagnamento: come fare

Chi può presentare domanda di invalidità civile con accompagnamento? Qual è la procedura da seguire? A cosa ho diritto se mi vengono riconosciuti sia l’invalidità civile che l’accompagnamento? (scopri le ultime notizie sui diritti e le agevolazioni per le persone con disabilità. Leggi su Telegram e WhatsApp tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare […]

di Romina Cardia

Giugno 2023

Chi può presentare domanda di invalidità civile con accompagnamento? Qual è la procedura da seguire? A cosa ho diritto se mi vengono riconosciuti sia l’invalidità civile che l’accompagnamento? (scopri le ultime notizie sui diritti e le agevolazioni per le persone con disabilità. Leggi su Telegram e WhatsApp tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook e la pagina Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Iscriviti al nostro canale YouTube dedicato con interviste e approfondimenti sul mondo dell’invalidità. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

La domanda di invalidità civile con accompagnamento può essere presentata nello stesso momento. La Commissione medica, in questo caso, valuterà le condizioni sanitarie utili a ottenere i benefici relativi.

Vediamo quindi chi può presentare la domanda, quale procedura bisogna seguire e a cosa si ha diritto se il verbale della Commissione medica riconosce la presenza della condizione sanitaria.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Come fare domanda di invalidità civile con accompagnamento?

La procedura per la presentazione della domanda di invalidità civile con accompagnamento è uguale a quella per tutte le richieste di accertamento sanitario ai fini del riconoscimento dell’invalidità.

In questo caso, però, è necessario barrare la casella che richiede, oltre all’accertamento dell’invalidità civile, anche quella relativa alle condizioni sanitarie che danno diritto all’indennità di accompagnamento.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quale condizione sanitaria è necessaria per fare domanda di invalidità con accompagnamento?

Per presentare domanda di invalidità civile con accompagnamento è necessario che il richiedente abbia un’invalidità al 100% e che sia impossibilitato a deambulare o a compiere gli atti normali della vita quotidiana (mangiare, lavarsi, vestirsi ecc.) senza assistenza (non autosufficienza).

Il punteggio relativo all’invalidità civile viene assegnato prendendo come riferimento le tabelle presenti nel DM 5 febbraio 1992.

Il riconoscimento dell’accompagnamento, invece, esula dalle indicazioni delle tabelle ministeriali, e si basa sulla valutazione della non autosufficienza della Commissione medica esaminatrice, fatta sulla base della consultazione della documentazione sanitaria prodotta.

Attenzione: la Commissione medica potrebbe riconoscere un’invalidità totale ma non una situazione di non autosufficienza. In assenza di questa condizione sanitaria, quindi, è inutile presentare domanda per il riconoscimento di entrambe le prestazioni, perché l’INPS non riconoscerebbe l’indennità di accompagnamento.

Scopri la pagina dedicata all’invalidità civile e ai diritti e le agevolazioni collegati.

Accompagnamento se non cammino bene: scopri cosa sapere a riguardo dell’indennità di accompagnamento e difficoltà a camminare: si può ottenere il beneficio?

Qual è la procedura per presentare domanda di invalidità civile con accompagnamento?

Il primo passo da compiere per presentare domanda di invalidità civile con accompagnamento è quello di recarsi presso il proprio medico curante per far redigere il certificato introduttivo, che verrà inviato dallo stesso medico all’INPS.

Il certificato introduttivo apre la procedura per la domanda di invalidità. Una volta inviato all’INPS, infatti, il sistema rilascerà un codice unico, che dovrà essere inserito nella domanda.

Attenzione: quando si tratta di presentare domanda per accompagnamento, il medico può inserire nello stesso certificato un suo primo giudizio sanitario.

Può, nel dettaglio, valutare prioritariamente se la persona che presenta domanda di accertamento sanitario è nella condizione di poter richiedere l’indennità.

Tuttavia, anche se il suo giudizio dovesse essere negativo, ovvero non riconosce una condizione di non autosufficienza, l’ultima parola spetta sempre alla Commissione medica dell’ASL integrata da un medico dell’INPS.

Leggi anche cos’è il certificato medico per l’accompagnamento, come richiederlo, quali informazioni deve contenere, a cosa serve e quali conseguenze può avere sull’accettazione o meno della richiesta dell’indennità.

Puoi presentare domanda di invalidità civile da te, accedendo al sito web INPS con le tue credenziali (Spid, CIE o CNS), oppure puoi rivolgerti a un CAF o a un patronato.

Cerchiamo di capire quanto costa la domanda di invalidità: in quali casi è gratuita per legge e quando invece ti possono chiedere di pagare un compenso.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=bC-C9Q5Okps&w=560&h=315]

Posso fare domanda di invalidità civile con accompagnamento chiedendo la visita a domicilio?

Sì, se lo spostamento presso la sede ASL di competenza territoriale, in cui dovrebbe essere effettuata la visita medica, comporta un pericolo per la tua salute o per l’incolumità degli altri, puoi richiedere che la stessa venga effettuata presso il tuo domicilio.

In questo caso, il tuo medico di base allegherà un certificato che documenterà la tua condizione e spunterà la casella appositamente prevista: “Sussistono in atto condizioni che rendono rischioso o pericoloso per sé o per gli altri lo spostamento del soggetto dal suo domicilio”.

Se la condizione di impossibilità a raggiungere la sede dell’ASL si manifesta dopo aver inoltrato la domanda di invalidità civile con accompagnamento, puoi sempre richiedere la visita a domicilio fino a tre giorni prima della data fissata per la stessa visita.

In questo caso, sarai contattato dai medici dell’ASL per concordare un nuovo appuntamento a domicilio.

Leggi anche se è possibile concedere l’indennità di accompagnamento agli eredi della persona disabile e in quali casistiche.

Scopri la pagina dedicata all’invalidità civile e ai diritti e le agevolazioni collegati.

Quale documentazione sanitaria devo produrre per la domanda di invalidità civile con accompagnamento?

La documentazione sanitaria prodotta, per la presentazione della domanda di invalidità civile con accompagnamento, è molto importante.

Una situazione di non autosufficienza dovrebbe essere riconoscibile a prima vista, è vero. Ma i medici devono attestarla tramite gli esami diagnostici effettuati e che confermano la gravità della tua patologia o della tua menomazione.

In passato, la Commissione medica dell’ASL ha riconosciuto l’accompagnamento a quelli che poi si sono rivelati dei “falsi invalidi”, solo attraverso una valutazione “visiva” delle condizioni di non autosufficienza.

Oggi, senza una documentazione sanitaria che lo attesti, pur essendo visibile il tuo stato, nessuna commissione medica si assumerebbe la responsabilità di riconoscere questa condizione.

Proprio per questo, è importante effettuare tutti gli esami clinici e diagnostici che documentino la gravità della tua malattia (fisica o mentale) o la menomazione che ti causa una situazione di non autosufficienza.

Documenti per la pensione di invalidità: vediamo insieme quale documentazione sanitaria e amministrativa è necessaria per fare domanda di invalidità civile.

Posso presentare domanda di invalidità civile con accompagnamento anche per un minore?

Sì, la domanda di invalidità civile con accompagnamento può essere presentata a qualsiasi età (non ci sono limiti di età per ottenere l’accompagnamento).

Ovviamente, in questo caso saranno i genitori, i tutori legali o i genitori affidatari a presentare domanda.

Scopri nel dettaglio quali sono i requisiti e il processo da seguire per ottenere l’accompagnamento per bambini disabili.

Domanda di invalidità civile con accompagnamento
Domanda di invalidità civile con accompagnamento: come fare

Domanda di invalidità civile con accompagnamento: da chi è composta la Commissione medica

La Commissione medica esaminatrice è composta da:

Ti ricordiamo che, a seguito della visita della Commissione medica, oltre all’invalidità civile e all’accompagnamento potrebbe esserti riconosciuta la condizione di handicap grave e quindi ottenere le agevolazioni fiscali e lavorative Legge 104/1992.

Per approfondire l’argomento puoi leggere i nostri articoli su Invalidità e diritti:

Domanda di invalidità civile con accompagnamento: cosa succede dopo la visita della Commissione medica?

Una volta che la Commissione medica avrà concluso con l’accertamento sanitario, ti rilascerà il verbale di invalidità.

In questo, sarà presente la percentuale di invalidità attribuita. Per ottenere l’accompagnamento è necessario innanzitutto che la Commissione riconosca l’invalidità totale. Se poi riconosce anche la condizione di non autosufficienza, l’INPS, successivamente, avvierà la procedura per il riconoscimento delle prestazioni economiche a cui hai diritto, prime fra tutte l’indennità di accompagnamento.

Se la Commissione non ti riconosce l’invalidità al 100% e/o l’indennità di accompagnamento e ritieni che la valutazione sia errata, puoi presentare ricorso per l’accompagnamento, con le modalità che ti mostriamo in questo articolo: Ricorso indennità accompagnamento: durata, costi e procedura.

Domanda di invalidità civile con accompagnamento: a cosa ho diritto?

Se ti è stata riconosciuta l’invalidità civile e la condizione di non autosufficienza, innanzitutto hai diritto all’indennità di accompagnamento, che consiste in un assegno mensile pari a 527,19 euro al mese (per il 2023), per 12 mensilità.

Questa prestazione viene erogata senza limiti di età né di reddito, quindi non devi dimostrare di non superare un determinato limite reddituale.

Diversa la situazione per la prestazione assistenziale relativa all’invalidità civile. La pensione di invalidità civile, infatti, ti viene riconosciuta solo se non superi 17.920,00 euro annui e se hai un’età compresa tra 18 e 67 anni.

Leggi anche l’elenco completo di tutte le prestazioni INPS 2023 e quali sono i limiti reddito prestazioni invalidità 2023.

Il suo importo mensile, per il 2023, è pari a 313,91 euro, erogato per 13 mensilità.

La decorrenza delle prestazioni riconosciute dall’INPS in seguito all’accertamento sanitario e al rilascio del verbale di invalidità, è a partire dal mese successivo a quello della presentazione della domanda di invalidità civile con accompagnamento.

Questo vuol dire che, non appena l’INPS erogherà gli assegni, hai diritto anche a tutti gli arretrati delle mensilità non ancora godute fino a quel momento.

FAQ Domanda di invalidità civile con accompagnamento

Chi può fare la domanda di invalidità civile con accompagnamento?

Chiunque sia affetto da una invalidità al 100% e sia impossibilitato a compiere gli atti normali della vita quotidiana senza assistenza può presentare la domanda di invalidità civile con accompagnamento. Questo vale sia per adulti che per minori.

Come presento la domanda di invalidità civile con accompagnamento?

Il primo passo è recarsi presso il proprio medico curante che redigerà il certificato introduttivo. Questo sarà poi inviato all’INPS, che fornirà un codice unico da inserire nella domanda. Puoi presentare la domanda da solo online, tramite il sito web dell’INPS, oppure rivolgendoti a un CAF o a un patronato.

Posso chiedere la visita a domicilio per la domanda di invalidità civile con accompagnamento?

Sì, se lo spostamento presso la sede ASL di competenza comporta un pericolo per la tua salute o per l’incolumità degli altri, puoi richiedere la visita a domicilio. Questa richiesta può essere fatta fino a tre giorni prima della data fissata per la visita.

Quali documenti sanitari devo presentare per la domanda di invalidità civile con accompagnamento?

È importante presentare tutti gli esami clinici e diagnostici che attestino la gravità della tua patologia o della tua menomazione. La commissione medica dell’ASL, infatti, deve poter valutare la tua situazione basandosi sulla documentazione fornita.

Chi compone la Commissione medica per la domanda di invalidità civile con accompagnamento?

La Commissione è composta da un presidente, medico specialista in Medicina Legale, due medici ASL, un medico di una delle associazioni storiche, un medico dell’INPS, un operatore socio sanitario e un assistente sociale (per determinati casi).

In merito all’accompagnamento, puoi approfondire leggendo questi articoli su Invalidità e diritti:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp