Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Quota 103, ora si può richiedere: come funziona e importi

Quota 103, ora si può richiedere: come funziona e importi

Come richiedere Quota 103 e come funziona? È possibile fare domanda: ecco la procedura e cosa c'è da sapere su decorrenza, Bonus e importi.

di Carmine Roca

Febbraio 2023

Vediamo insieme come richiedere Quota 103 e come funziona la nuova misura previdenziale introdotta quest’anno (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Come richiedere Quota 103 e come funziona?

Con il messaggio numero 754 dello scorso 21 febbraio, l’INPS ha comunicato che è possibile presentare domanda per Quota 103, la neonata misura previdenziale introdotta dal Governo Meloni.

Come richiedere Quota 103 e come funziona? I requisiti per accedere a Quota 103 sono:

Se si è in regola con i requisiti richiesti è possibile inoltrare la domanda sul sito dell’INPS, accedendovi con una delle credenziali (SPID, CIE o CNS).

In alternativa potete contattare il contact center dell’istituto, telefonando ai numeri 803 164 (gratuito, da rete fissa) o 06 164 164 (a pagamento, da rete mobile), oppure farvi assistere da un patronato o da un intermediario autorizzato dall’INPS.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali. Per qualsiasi dubbio o domanda sulle pensioni scrivici nel nostro gruppo Telegram.

Se decidete di fare tutto da soli, potete accedere al sito dell’INPS e procedere all’inoltro della domanda, dopo esservi autenticati con una delle credenziali personali in vostro possesso.

Il percorso è il seguente:

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come richiedere Quota 103 e come funziona: decorrenza e cumulabilità

Chi ha maturato i requisiti per Quota 103 entro il 31 dicembre 2022 potrà andare in pensione dal:

Chi ha maturato i requisiti dal 1° gennaio 2023 potrà accedere alla pensione:

Se i requisiti vengono maturati entro il 31 dicembre 2023 si ha diritto alla cristallizzazione dei requisiti: sarà possibile presentare domanda in qualsiasi momento, dal 1° gennaio 2024 in poi.

Ai fini del diritto alla pensione è possibile cumulare i contributi, anche se versati in altre Gestioni INPS.

Ricordiamo che Quota 103, così come Quota 100 e Quota 102, non è cumulabile con redditi da lavoro dipendente o autonomo. L’unica eccezione riguarda i redditi che derivano da lavoro autonomo occasionale, entro un limite di 5.000 euro lordi annui.

Soltanto compiuta l’età per la pensione di vecchiaia, il titolare di pensione con Quota 103 potrà riprendere a lavorare.

Come richiedere Quota 103 e come funziona: gli esclusi

Non tutti i lavoratori in regola con i requisiti possono accedere a Quota 103.

La misura è vietata:

Non è possibile sfruttare Quota 103 per il prepensionamento con:

Come richiedere Quota 103 e come funziona
Come richiedere Quota 103 e come funziona: in foto la mano di un uomo su una tastiera di un computer.

Come richiedere Quota 103 e come funziona: Bonus Maroni

A Quota 103 è collegato il Bonus Maroni. Chi, in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi richiesti, decide di posticipare l’uscita dal lavoro, avrà diritto a un bonus: un esonero contributivo del 9,19%.

In pratica, il lavoratore non dovrà versare la quota contributiva a suo carico, ottenendo uno stipendio netto mensile più alto.

I contributi non versati vengono trattenuti in busta paga. Posticipando il pensionamento, il lavoratore potrà continuare a versare i contributi e di conseguenza aumenterà l’importo della sua pensione.

Al tempo stesso, il datore di lavoro continuerà a versare all’INPS la quota di contributi a suo carico, ma dalla prima data utile per il pensionamento non avrà più l’obbligo di versare la quota per conto del suo dipendente.

Come richiedere Quota 103 e come funziona: penalizzazione

L’importo mensile della pensione con Quota 103 non potrà superare la soglia di 2.839,70 euro lordi, ovvero 5 volte il trattamento minimo INPS (567,94 euro al mese).

La limitazione rimane in vigore fino a quando il titolare di pensione non raggiunge il requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia: fino al 31 dicembre 2024 è fissato a 67 anni.

Non è ancora stato chiarito se, una volta compiuti 67 anni, il pensionato avrà diritto all’assegno per intero, rivalutato dalla decorrenza originaria, oppure soltanto alla quota eccedente non corrisposta.

Il paletto retributivo è stato introdotto per scoraggiare l’accesso a Quota 103 da parte di chi ha diritto a una pensione più alta di 2.839,70 euro lordi al mese.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp