Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Reddito di cittadinanza / Domanda reddito di cittadinanza acquisita: quando lo pagano?

Domanda reddito di cittadinanza acquisita: quando lo pagano?

Dopo che la domanda del reddito di cittadinanza viene acquisita, quanto ci vuole per ricevere il pagamento dell'Rdc?

di The Wam

Aprile 2022

Dopo quanto tempo, una domanda del reddito di cittadinanza “acquisita” viene accolta? Sono tante le famiglie che ce lo chiedono, dopo i ritardi di marzo da parte dell’INPS nell’erogazione del sussidio. Facciamo chiarezza. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Reddito di Cittadinanza marzo 2022, come funziona e requisiti

Il Reddito di Cittadinanza è uno strumento di sostegno a reddito per famiglie che vivono sotto la soglia di povertà. L’INPS eroga mensilmente il sussidio, che viene calcolato moltiplicando il reddito familiare per la scala di equivalenza associata alla famiglia.

L’Rdc può essere richiesto da quelle famiglie che hanno un indice ISEE inferiore a 9.360 euro e che rispettano specifiche soglie di  patrimonio immobiliare, patrimonio mobiliare e reddito familiare, oltre agli obblighi contenuti nel decreto legge n. 4 del 28 gennaio 2019.

Valore del patrimonio immobiliare

Il valore del patrimonio immobiliare deve essere inferiore a 30.000 euro per quegli immobili, diversi dalla prima abitazione, che siano sia in Italia che all’estero.

Valore del patrimonio mobiliare

Il patrimonio mobiliare non può superare i 6.000 euro per i single. Questo importo viene incrementato, fino a 10.000 euro, alla presenza di più figli o di componenti con disabilità.

La soglia aumenta di 1.000 euro per ogni figlio successivo al secondo e di 5.000 euro per ogni componente affetto da disabilità (la quota sale a 7.500 euro in caso di disabilità grave o non autosufficienza).

Valore del reddito familiare

Il valore del reddito familiare deve essere inferiore a 6.000 euro annui moltiplicato per il parametro della «scala di equivalenza» corrispondente.

La base dei 6.000 euro viene aumentata a 7.560 euro se si richiede l’accesso alla Pensione di Cittadinanza e fino a 9.360 euro se la famiglia di chi fa domanda vive in affitto. In questo approfondimento trovi la tabella con gli importi dell’Rdc.

La scala di equivalenza

Il sistema della scala di equivalenza tiene conto della composizione del nucleo familiare.

Il richiedente ha un valore di 1; ogni altro maggiorenneha un valore di 0,4; ogni minorenne ha un valore di 0,2. Il valore massimo raggiungibile per famiglia è 2,1 (in caso di componenti del nucleo affetti da disabilità grave si può arrivare a 2,2).

Altri requisiti

Per ricevere l’Rdc bisogna essere residenti in Italia da almeno dieci anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo.

Il cittadino che fa domanda del sussidio deve essere maggiorenne e può essere italianocittadino dell’Unione Europeacittadino extra-comunitario o apolide con permesso di soggiorno di lungo periodo.

Per richiedere l’Rdc, non si possono possedere autoveicoli immatricolati nei 6 mesi precedenti al momento della richiesta.

Si possono, invece possedere autoveicoli con cilindrata superiore a 1.600cc e motoveicoli con cilindrata superiore a 250cc solo se sono stati immatricolati per la prima volta da più di due anni.

Queste regole non valgono per tutti quei veicoli attrezzati per il trasporto delle persone con invalidità.

Non si possono inoltre possedere, al momento della domanda, navi da imbarcazione o da diporto.

Chi fa domanda del sussidio non può essere sottoposto a misura cautelare. Non può neanche essere stato condannato in via definitiva, nei dieci anni precedenti, a uno dei seguenti reati:

270-bisDelitti contro la personalità dello Stato
280Attentato per finalità terroristiche o di eversione
289-bisSequestro di persone a scopo di terrorismo o di eversione
416-bisAssociazione di tipo mafioso
416-terScambio elettorale politico-mafioso
422Strage
640-bisTruffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche

Come fare domanda per il reddito di cittadinanza

La domanda per ottenere il reddito di cittadinanza si può presentare online attraverso il sito ufficiale del sussidio, redditodicittadinanza.gov.it, i centri di assistenza fiscale (CAF), o presso gli uffici postali.

Modulo domanda Rdc: come funziona?

La presentazione della domanda di Rdc presso un Caf o un patronato può essere facilitata scaricando e compilando questo documento:



Domanda reddito di cittadinanza acquisita: quando viene accettata dall’INPS?

Chi presenta la domanda per il reddito di cittadinanza, dovrebbe ricevere una risposta entro il giorno 15 del mese successivo a quello della richiesta. Se la domanda viene presentata ad aprile, perciò, la risposta dovrebbe arrivare entro il 15 maggio 2022. A quel punto si riceverà un sms dell’INPS o si potrà andare alle Poste, con i documenti di riconoscimento, per ritirare la Carta Rdc sulla quale viene accreditata la prima ricarica.

Cosa significa domanda acquisita?

Quando la domanda del sussidio viene acquisita, significa che l’INPS l’ha presa in carico e che la elaborerà attraverso il suo Sistema Centrale Automatico. Si tratta di una procedura affidata ai computer, non centrano perciò i funzionari delle sedi provinciali dell’INPS.

Come sapere se la domanda del reddito di cittadinanza è stata accettata dall’INPS?

Per verificare l’esito della domanda sul sito dell’INPS, bisogna accedere alla pagina “verifica stato domanda Rdc” oppure utilizzare il portale ufficiale del sussidio: redditodicittadinanza.gov.it

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp