Domanda Rem 2021: calcolare reddito familiare e importo

Domanda per il reddito di emergenza 2021 (Rem 2021): scopri subito i requisiti e come calcolare reddito familiare e importo del beneficio.

8' di lettura

Il reddito di emergenza 2021 (Rem 2021) è stato prorogato per altre tre mensilità dall’articolo 12 dal Decreto Sostegno, che vanno richieste con una domanda telematica da inviare, per tutti, entro il 30 aprile 2021 su portale dell’Inps.

Fra i requisiti più importanti per ottenere il Rem 2021 c’è il reddito familiare che, come spiegato nel Decreto Sostegno, non può superare la soglia che otteniamo moltiplicando 400 euro per il valore della scala di equivalenza Isee. Fattori legati alla composizione del nucleo familiare e al numero di persone in famiglia.

Ne parliamo in questo articolo con degli esempi di calcolo. Usa i pulsanti dell’indice per leggere subito la parte di guida che ti interessa di più

Indice:

Come fare domanda per il reddito di emergenza 2021

La domanda per ottenere il reddito di emergenza 2021 può essere presentata:

  • online attraverso il servizio dedicato messo a disposizione dall’Inps, dopo essersi registrati o aver fatto login (se si ha già un account) sul sito dell’ente

  • servizi offerti da Caf e patronati

L’Acli ha già attrezzato un sito per presentare online la domanda per il reddito di emergenza 2021 ed essere seguiti passo passo.

Requisiti per accedere al reddito di emergenza 2021

Per ottenere il reddito di emergenza, Rem 2021, bisogna rispettare questi requisiti:

  • reddito familiare nel mese di febbraio 2021 inferiore ad una soglia pari all’ammontare di cui all’articolo 82, comma 5, del decreto-legge n. 34 del 2020 (reddito inferiore a una soglia pari all’ammontare del Rem 2021);

  • residenza in Italia;

  • patrimonio mobiliare inferiore a 10.000 euro riferito all’anno precedente. Questa soglia è aumentata di ulteriori 5.000 euro persona nel nucleo familiare, fino a un massimo comunque di 20.000 euro;

  • ISEE non superiore a 15.000 euro.

Il valore del reddito familiare di febbraio 2021, perciò, deve essere inferiore alla soglia del Rem che spetta alla famiglia, aumentata di un dodicesimo del canone di locazione annuale, per famiglie che sono in affitto. Su un affitto annuale di dodici mila euro, per esempio, il patrimonio salirà di 1000 euro (un dodicesimo).

Per i disoccupati che erano in Naspi o in DIS-COLL, fra luglio 2020 e febbraio 2021, spetteranno in automatico tre rate del reddito di emergenza 2021 da 400 euro.

Come si calcola il reddito familiare?

Il reddito familiare netto è dato dalla somma dei redditi netti di tutte le persone che compongono una famiglia. In sostanza si tratta della somma dei guadagni di tutti i componenti del nucleo familiare, dopo aver sottratto imposte e altre trattenute.

Per quantificare il reddito familiare si deve per prima cosa sommare tutti i seguenti redditi (indicati nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 159/2013, all’articolo 4, II comma):

  • a) reddito complessivo ai fini IRPEF;

  • b) redditi soggetti a imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta;

  • c) ogni altra componente reddituale esente da imposta, nonché’ i redditi da lavoro dipendente prestato all’estero tassati esclusivamente nello stato estero in base alle vigenti convenzioni contro le doppie imposizioni;

  • d) i proventi derivanti da attività agricole, svolte anche in forma associata, per le quali sussiste l’obbligo alla presentazione della dichiarazione IVA. A tal fine va assunta la base imponibile determinata ai fini dell’IRAP, al netto dei costi del personale a qualunque titolo utilizzato;

  • e) assegni per il mantenimento di figli effettivamente percepiti;

  • f) trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari, incluse carte di debito, a qualunque titolo percepiti da amministrazioni pubbliche, laddove non siano gia’ inclusi nel reddito complessivo di cui alla lettera a);

  • g) redditi fondiari relativi ai beni non locati soggetti alla disciplina dell’IMU, di cui all’articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, nonché’ agli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, se compatibili con la predetta disciplina, non indicati nel reddito complessivo di cui alla lettera a), comma 1, del presente articolo. A tal fine i redditi dei fabbricati si assumono rivalutando la rendita catastale del 5 per cento e i redditi dei terreni si assumono rivalutando il reddito dominicale e il reddito agrario, rispettivamente, dell’80 per cento e del 70 per cento. Nell’importo devono essere considerati i redditi relativi agli immobili all’estero non locati soggetti alla disciplina dell’imposta sul valore degli immobili situati all’estero di cui al comma 15 dell’articolo 19 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, non indicati nel reddito complessivo di cui alla lettera a), comma 1, del presente articolo, assumendo la base imponibile determinata ai sensi dell’articolo 70, comma 2, del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917;

  • h) il reddito figurativo delle attività’ finanziarie, determinato applicando al patrimonio mobiliare complessivo del nucleo familiare, individuato secondo quanto indicato all’articolo 5 con la sola esclusione dei depositi e conti correnti bancari e postali, di cui al medesimo articolo 5, comma 4, lettera a), il tasso di rendimento medio annuo dei titoli decennali del Tesoro ovvero, ove inferiore, il tasso di interesse legale vigente al 1° gennaio maggiorato di un punto percentuale;

  • i) il reddito lordo dichiarato ai fini fiscali nel paese di residenza da parte degli appartenenti al nucleo, ai sensi dell’articolo 3, comma 2, iscritti nelle anagrafi dei cittadini italiani residenti all’estero (AIRE), convertito in euro al cambio vigente al 31 dicembre dell’anno di riferimento del reddito.

Bisogna quindi sottrarre i trattamenti assistenziali inclusi nell’ISEE in corso di validità (2021).

Dai un’occhiata alla scheda, del sito dell’Agenzia delle Entrate, dedicata proprio a modelli e istruzioni dedicati ai redditi delle persone fisiche. In questa guida abbiamo spiegato, invece, quali aiuti del Decreto Sostegno prevedono domanda e quali saranno erogati in automatico.

Se sei arrivato fin qui, probabilmente, hai trovato l’articolo utile. Se davvero così e vuoi riceverne altri, entra gruppi gratuiti di Telegram e Whatsapp di TheWam.net per ricevere tutte le ultime notizie sui bonus, i concorsi e le offerte di lavoro.

Iscriviti anche al nostro canale youtube. E’ gratis. Più di 52mila persone lo hanno già fatto e ricevono ogni giorno, sul cellulare, le nostre video-guide sui bonus.

Come si calcola la soglia del reddito familiare per il reddito di emergenza

Il limite del reddito familiare di febbraio 2021 si ottiene moltiplicando 400 euro per la scala di equivalenza Isee, come accade per il reddito di cittadinanza. Nello specifico si moltiplica 400 per “1” se ci sono dei single e si aggiunge 0,4 per ogni altra persona maggiorenne nel nucleo familiare e 0,2 per ogni minorenne. Il tetto massimo della scala di equivalenza è di “2” o “2,1” per famiglie con persone disabili.

Ecco una tabella abbiamo fatto alcuni esempi:

Composizione nucleo familiareScala di equivalenzaSoglia del reddito familiare riferita a febbraio 2021
Un adulto1400 euro
Due adulti1,4560 euro
Due adulti e un minorenne1,6640 euro
Due adulti e due minorenni o tre adulti1,8720 euro
Tre adulti e due minorenni2 (massimo riconosciuto)800 euro
Tre adulti e due minorenni (un componente disabile grave)2,1 (massimo riconosciuto)840 euro

Chi sono, Cos’è TheWam.net

Se è la prima volta che capiti sul sito, mi presento. Sono Andrea Fantucchio, co-fondatore del progetto TheWam, piattaforma giornalistica specializzata in temi economici e di welfare. Oggi la nostra community conta milioni di persone che leggono ogni mese il sito di TheWam.net.

Ecco chi ha già scelto di seguirci:

Oltre 52mila persone sono iscritte al Canale YouTube.

Oltre 40mila persone hanno scelto di essere aggiornate su Facebook e su Instagram (in basso ti diciamo come entrare)

Oltre 40mila persone hanno scelto di ricevere le ultime news su Telegram e Whatsapp.

Benvenuto su TheWam, speriamo che tornerai a farci visita. Se hai trovato l’articolo interessante o hai dei dubbi, mi piacerebbe sentirti.

Dicci la tua: fammi una domanda

Se vuoi farci delle domande sulla domanda per il reddito di emergenza 2021 (Rem 2021) o sul progetto entra nella comunità Facebook di TheWam, entra nei gruppi Facebook: tutti i bonusofferte di lavoropensioni.

Se preferisci una mail, invece, puoi scrivere a bonuselavorothewam@gmail.com

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie