Domenech torna in panchina dopo 10 anni. Odia gli italiani

Di Raymond Domenech si ricordano le sue sparate contro l'Italia e gli allenatori italiani. E quella straordinaria finale di Berlino che consegnò la Coppa del Mondo agli azzurri di Marcello Lippi. Dieci anni dopo il suo addio alla Francia e a 27 anni di distanza dall'ultima volta, Domenech tornerà ad allenare un club francese: ha firmato con il Nantes, che dovrà trascinare alla salvezza in Ligue 1.

Domenech torna in panchina dopo 10 anni. Odia gli italiani
Raymond Domenech torna in panchina dieci anni dopo e lo fa con il Nantes, in Ligue 1.
2' di lettura

Una delle ultime volte che fu interpellato sull’Italia sentenziò che gli azzurri avrebbero vinto lo spareggio con la Svezia e disputato un gran Mondiale nel 2018. E che, tuttavia, se l’Italia non ce l’avesse fatta, nessuno si sarebbe strappato i capelli. L’ultima volta che l’hanno sentito parlare di noi è stato dopo l’eliminazione dell’Atalanta dalla Champions League, nel rocambolesco e sfortunato finale di partita contro il Paris Saint Germain. Prese in giro Gasperini e, contemporaneamente, tutti gli allenatori italiani, da sempre considerati i migliori in circolazione.

Ma non per Domenech: «Gasperini, grazie per i cambi. La leggenda che gli allenatori italiani siano i più bravi tatticamente resta solo una leggenda». Eppure in una gara secca, il tecnico francese non ha mai vinto contro uno italiano.

I ricordi del Mondiale 2006

Soprattutto contro Marcello Lippi, che nel 2006 gli strappò dalle mani la Coppa del Mondo nella finale di Berlino decisa da un rigore di Grosso e dalla testata di Zidane e Materazzi. Non la prese molto bene, tanto che qualche mese dopo, con le due Nazionali impegnate nello stesso gruppo di qualificazione agli Europei del 2008, Domenech la sparò grossa:

«A Milano avremo 80mila persone addosso, ma la mia preoccupazione è l’arbitro. Con gli italiani è un’abitudine. Mi ricordo di un Francia-Italia Under 21 di qualificazione ai giochi di Sydney 2000, con un arbitro comprato. Quando certe cose succedono una volta, poi ti rimane il dubbio», dichiarò a Le Parisien, salvo poi ritrattare e chiedere scusa dopo la minaccia dell’Uefa di aprire un’inchiesta.

domenech-allenatore-nantes
Domenech torna in panchina per provare a salvare il Nantes.

È tornato

Ebbene, Domenech, a dieci anni dall’addio alla Francia maturato nel 2010, è tornato su una panchina, quella del Nantes, 16esimo in classifica nel campionato di Ligue 1. Prende il posto di Christian Gourcuff e ha firmato un contratto fino al termine della stagione, con l’obiettivo di traghettare il Nantes verso la salvezza.

L’ultima volta che aveva allenato, i calciatori della Francia si ammutinarono durante il Mondiale in Sudafrica del 2010 e fu costretto a farsi da parte dopo sei anni alla guida della Nazionale transalpina.

Torna in sella a 69 anni, ma soprattutto dopo 27 stagioni tornerà ad allenare un club, considerato che il tecnico di Lione dal 1993 al 2010 ha guidato ininterrottamente l’Under 21 francese e la Nazionale maggiore, ottenendo un bronzo e un argento con i più giovani, agli Europei del 1996 e del 2002 e un argento con la Francia ai Mondiali del 2006.  

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie