Domicilio digitale, addio avvisi di giacenza. Come attivarlo

Cos'è, quali vantaggi porta e come si attiva il domicilio digitale. Scopri la guida rapida.

2' di lettura

Non tutti sanno che in Italia è possibile attivare il domicilio digitale. Quest’opzione permette di comunicare alla Pubblica Amministrazione che ogni comunicazione ufficiale deve essere fatta online e non più tramite raccomandata.

Una scelta intelligente, poco costosa ed efficiente, che evita anche il fastidio di ricevere avvisi di giacenza in caso di mancato recapito (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

In questo articolo vedremo cos’è il domicilio digitale, quanto costa e perché conviene attivarlo il prima possibile.

Indice

Domicilio digitale, cos’è

Il Domicilio Digitale può essere considerato come un luogo online dove è possibile far arrivare tutte le comunicazioni ufficiali della Pubblica Amministrazione.

A prescindere dalla residenza e dal domicilio quindi, in qualsiasi parte del mondo ci troviamo, saremo raggiunti dalle comunicazioni della Pubblica Amministrazione, senza la possibilità di un mancato recapito.

Questa opzione è un obbligo per professionisti e aziende, addirittura per alcuni tipi di società è un requisito fondamentale per iscriversi al registro delle imprese.

Domicilio digitale, come si ottiene

Un cittadino che voglia attivare il proprio Domicilio Digitale ha in teoria due strade, ma in pratica solo una.

I due strumenti per attivare il domicilio digitale sono la Posta Elettronica Certificata (PEC) e il Servizio Elettronico di Recapito Certificato (SERC).

La scelta della PEC è obbligata, visto che il SERC non è ancora attivo in Italia.

La prima cosa da fare è quindi attivare un indirizzo PEC. Farlo è praticamente immediato e costa una decina di euro all’anno. Per scegliere il servizio che preferite basta cercare su Google e confrontare le offerte proposte.

Domicilio digitale, addio avvisi di giacenza. Come attivarlo
Domicilio digitale, addio avvisi di giacenza. Come attivarlo

Quando avrete l’indirizzo dovrete andare al vostro comune di residenza e compilare l’apposito modulo per l’attivazione del Domicilio Digitale.

Gli uffici comunali provvederanno a inoltrare il modulo compilato e inserire il vostro indirizzo PEC nell’elenco dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR).

L’elenco in questione è messo a disposizione ai gestori di pubblici servizi, che dal momento dell’inserimento dell’indirizzo utilizzeranno quello per ogni comunicazione destinata a voi, dismettendo l’invio di raccomandate.

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie