Donatori di sangue: ecco le fasce d’età più generose in Italia

Il sangue lo donano per lo più ragazzi e ultra 50enni. Ecco i dati del Ministero della Salute.



1' di lettura

Oggi è la giornata mondiale dei donatori di sangue. L’evento si doveva celebrare in Italia, meta scelta per quest’anno dall’Organizzazione mondiale della sanità. A causa dell’emergenza Coronavirus, però, è stato tutto rimandato all’anno prossimo. Emergono però importanti novità sui donatori in Italia.

Dall’ultimo report del Ministero della Salute italiano, emerge che a donare il sangue sono per lo più i giovani dopo i diciotto anni e le persone che hanno superato i 55 anni di età. (Per approfondire clicca qui)

Il sangue lo donano i giovani e gli ultra 50enni

Nel 2019, infatti, in Italia i donatori totali sono stati 1.683.470, stabili rispetto allo scorso anno. Tra questi il Centro nazionale sangue (Cns ndr) ha censito 213mila 422 donatori nella fascia dai 18 ai 25 anni che è aumentata dell’1,6 per cento rispetto all’anno precedente.

In generale però si è registrato un calo tra le persone dai 26 ai 35 anni con un -1,4 per cento e tra coloro che hanno dai 36 ai 45 anni con un calo del -3,6 per cento. Oltre i quarantacinque anni c’è stato un aumento dello 0,5 per cento mentre il 5,1 per cento in più dei cittadini dai 56 ai 65 anni ha donato sangue rispetto all’anno scorso.

La regione più virtuosa è il Friuli Venezia Giulia seguita dal Molise e dalla Sardegna che rappresentano i territori con più donatori ogni mille abitanti.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!