Dottoressa irpina investita e uccisa. Lunedì autopsia. Il ricordo

Giovanna Carpenito, si è spenta in ospedale al Moscati dopo essere stata investita a piazza Kennedy. Lunedì l’autopsia. Il ricordo di chi la conosceva

2' di lettura

Dottoressa del 118 investita a Piazza Kennedy ad Avellino e poi morta in ospedale, lunedì mattina è previsto il conferimento dell’ incarico al medico legale. L’esame irripetibile dovrebbe essere eseguito nel pomeriggio. Sarà fondamentale a determinare le cause del decesso della 63enne di Santa Paolina, Giovanna Carpenito, e chiarire se la morte sia riconducibile alle ferite causate dall’incidente o se, invece, a determinarla siano state cause insorte dopo il ricovero.

Dottoressa investita: ricostruzione dell’incidente

Lo scorso 30 gennaio Giovanna Carpenito, di ritorno dal lavoro, è stata investita proprio all’altezza di Piazza Kennedy da una Fiat Panda. L’uomo a bordo dell’auto (difeso dall’avvocato Nello Pizza) si era subito fermato a prestare soccorso alla 63enne. Le condizioni della donna erano apparse critiche.

La dottoressa aveva riportato un grave trauma cranico e una emorragia cerebrale. Un intervento chirurgico era stato effettuato per rimuovere il versamento di liquido. Purtroppo, dopo oltre un mese e mezzo, il suo cuore ha smesso di battere.

Ora su quella morte vogliono vederci chiaro i parenti, rappresentati dall’avvocato Gaetano Aufiero. La Procura potrebbe anche nominare un esperto di
incidentistica stradale per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro.

Il ricordo della dottoressa Giovanna Carpenito

Da ieri continuano ad arrivare messaggi di cordoglio alla famiglia della dottoressa. Giovanna Carpenito era una professionista stimata per l’umanità che era capace di mettere nel suo lavoro.

“Non dimenticherò mai il tuo grande sorriso”, scrive un collega sulla sua bacheca facebook.

Valentina ricorda la sua “dolcezza infinita”. E il suo “grande cuore” che ha smesso di battere troppo presto.
 L’Asl di Avellino, con la direttrice Maria Morgante, esprime “il proprio cordoglio”. Così come i volontari della misericordia di Avellino che con la dottoressa Carpenito hanno condiviso un pezzo di vita e diconoil presidente, il direttivo, i volontari ed i professionisti tutti sono vicini al dolore della famiglia e della comunità, per la prematura dipartita della dottoressa Giovanna Carpenito che con la sua straordinaria umanità e dolcezza ha da sempre rappresentato i valori propri della fraternità di Misericordia nella cura del paziente espletando il servizio di 118. Che Iddio te ne Renda merito!”.

Siamo certi sarà così.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!