Dove si potrà andare senza il green pass

Dove si potrà andare senza il green pass? Il governo sta preparando l'elenco delle attività dove non sarà chiesto il certificato verde, non sono molte. Dettate anche le linee guida per le persone che convivono con un positivo: cambia molto se il vaccino o la guarigione risalgono a più o meno di 120 giorni.

4' di lettura

Dove si potrà andare senza il green pass? Le nuove regole del governo hanno stretto e di molto le possibilità di “movimento” delle persone che non hanno ricevuto il vaccino. Molti luoghi sono off limits e la vita sociale è di fatto ridotta al minimo indispensabile. Il governo sta preparando il nuovo decreto: saranno elencate le attività dove non sarà obbligatorio chiedere l’esibizione del green pass. (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Dove si potrà andare senza il green pass: deroghe

Il nuovo decreto è ormai quasi pronto. La bozza del dpcm è stata proposta dal ministero della Salute. In queste ore è al vaglio di altri ministri, in particolare Daniele Franco, Giancarlo Giorgetti, Marta Cartabia e Renato Brunetta.

La deroga del green pass obbligatorio dovrebbe riguardare tre aree specifiche:

  • esigenze alimentari
  • esigenze sanitarie;
  • esigenza di sicurezza e giustizia.

In pratica il governo vuole evitare l’obbligo per quelle attività che rispondono a due criteri:

  • l’urgenza;
  • la necessità.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Dove si potrà andare senza il green pass: codici Ateco

La base per la decisione saranno i codici Ateco, gli stessi che hanno indirizzato le chiusure o le aperture durante la prima ondata di Covid, quella che è stata caratterizzata dal duro lockdown.

Ma se l’obiettivo dell’esecutivo è quello di spingere un numero sempre più alto di persone a farsi somministrare il vaccino difficile che l’elenco delle attività senza obbligo sia molto lunga.

Sembra da escludere la possibilità che deroghe possano essere decise per negozi che vendono vestiti per bambini, cibo per animali, fiorai, profumerie.

In questi negozi sarà comunque necessario esibire un tampone negativo.

Dove si potrà andare senza il green pass: esenzione

L’esenzione dalla presentazione del green pass è invece certa in questi esercizi commerciali:

  • negozi di alimentari, supermercati e in genere tutti quelli riforniti dalla piccola e grande distribuzione;
  • le edicole;
  • le tabaccherie.

Rientrano nella deroga anche:

  • farmacie;
  • cliniche;
  • ospedali;
  • ambulatori;
  • veterinari.

Dove si potrà andare senza il green pass: dentista

Per andare dal dentista sarà utilizzato il criterio dell’urgenza. E quindi se il caso richiede un intervento medico indifferibile, potrebbe non essere necessaria l’esibizione del green pass. Invece per interventi di natura estetica, come lo sbiancamento dei denti, beh, in quel caso sarà indispensabile avere il certificato verde per sedersi sulla sedia del dentista.

Dove si potrà andare senza il green pass: giustizia e sicurezza

Nel settore giustizia e sicurezza, l’obbligo del green pass sarà indispensabile per:

  • magistrati;
  • avvocati;
  • consulenti;
  • periti;
  • ausiliari del magistrato;
  • i giudici popolari.

Saranno invece esentati i testimoni e le parti del processo. Di conseguenza anche le vittime dei reati.

In tutti questi casi resta comunque l’obbligo vaccinale se si tratta di persone che hanno più di 50 anni.

Dal 20 gennaio parte invece l’obbligo del green pass per andare dal barbiere, dal parrucchiere o nei centri estetici.

Dove si potrà andare senza il green pass: distinzioni

Nel nuovo decreto è stata amplificata la distinzione tra le persone che sono vaccinate o guarite da meno di 120 giorni o che hanno ricevuto il booster e chi invece è vaccinato o guarito da un periodo superiore ai 120 giorni.

Per i primi le quarantene, per come le abbiamo conosciute, sono finite. Inizia l’autosorveglianza. In pratica se c’è stato un contatto stretto con un positivo si può non restare a casa: liberi di uscire, ma seguendo alcune precauzioni:

  • ai primi sintomi deve sottoporsi al test;
  • se i sintomi continui il test deve e s sere ripetuto cinque giorni dopo l’ultimo contatto con una persona positiva;
  • nei dieci giorni successivi al contatto stretto deve indossare la mascherina Ffp2;
  • se presenta ancora sintomi deve sottoporsi al test.

Queste regole valgono anche per le persone che convivono con qualcuno che è stato infettato dal virus.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie