Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Carta risparmio spesa: quanto durerà?

Carta risparmio spesa: quanto durerà?

Scopriamo quando scade e qual è la durata della Carta risparmio spesa.

di Alda Moleti

Maggio 2023

Nell’articolo di oggi approfondiremo, requisiti, scadenza e durata della Carta risparmio spesa (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Durata della Carta risparmio spesa: quando scade?

La Carta risparmio spesa è un contributo finanziato dall’INPS e gestito dai Comuni, che spetta alle famiglie a basso reddito. I beneficiari riceveranno una carta ricaricabile con un importo di 382,5 euro, che sarà consegnata e attivata entro il 1° luglio 2023.

L’importo potrà essere speso esclusivamente nei supermercati convenzionati per l’acquisto di generi alimentari di prima necessità.

Nei prossimi paragrafi approfondiremo meglio quali sono i requisiti e come richiederla, ora ci interessa sottolineare qual è la durata della carta, cioè la sua scadenza.

La carta sarà attiva, come abbiamo detto, a partire da luglio 2023, tuttavia è necessario effettuare un pagamento entro il 15 settembre 2023, altrimenti la carta sarà disattivata. Per il resto la carta non ha una durata assoluta, nel senso che se si effettua un acquisto entro il 15 settembre, il resto dell’importo potrà essere speso in qualsiasi momento e non sarà disattivata.

Prima di vedere nei dettagli come funziona la richiesta della Carta risparmio spesa, vale la pena quindi di riepilogare quali sono le date importanti da tenere a mente:

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Durata della Carta risparmio spesa: a chi spetta?

Da un punto di vista teorico alla Carta risparmio spesa hanno diritto tutte le famiglie con un ISEE in corso di validità entro i 15.000 euro all’anno. Diciamo da un punto di vista teorico perché in realtà non riceveranno la carta tutte le famiglie con questo reddito, ma i Comuni saranno tenuti a stilare una graduatoria e identificare i beneficiari.

Per spiegarlo con parole semplici, la carta non va richiesta, ma sarà solo necessario compilare la DSU e ottenere l’ISEE in corso di validità. L’INPS poi identificherà tutti i nuclei con un ISEE entro i 15.000 euro, che potenzialmente hanno diritto alla Carta risparmio spesa, ed entro il 19 maggio comunicherà ai Comuni l’elenco.

Il problema però è che ogni Comune avrà a disposizione un numero limitato di Carte risparmio spesa, che probabilmente non basteranno per tutte le famiglie con un ISEE di massimo 15.000 euro. In questo caso spetterà ai Comuni il compito di stilare una graduatoria e identificare le famiglie maggiormente bisognose a cui assegnare la carta.

Nello stilare questa graduatoria, come specifica il decreto attuativo della Carta risparmio spesa, la priorità sarà data a:

Durata della Carta risparmio spesa: come richiederla?

La Carta risparmio spesa, come abbiamo detto, non va richiesta, ma è necessario solo compilare la DSU 2023 e richiedere l’attestazione ISEE in corso di validità.

Per farlo si può agire in prima persona e compilare la DSU sul sito dell’INPS, attraverso il servizio di ISEE precompilato online. In alternativa è anche possibile chiedere l’aiuto a Caf e Patronati che possono occuparsi della richiesta dell’attestazione ISEE.

In seguito saranno l’INPS e i Comuni ad identificare in modo autonomo i beneficiari e comunicargli che hanno diritto all’agevolazione.

Durata della Carta risparmio spesa: dove ritirare la carta?

La Carta risparmio spesa non sarà spedita per posta ai beneficiari, ma sarà necessario ritirarla presso gli Uffici Postali. I beneficiari infatti riceveranno una comunicazione dal Comune di residenza, in cui è specificato quando e dove andare a ritirare la carta.

Questa infatti sarà una PostePay, sul modello della Carta del Reddito di cittadinanza, ma con alcune limitazioni. La carta avrà infatti un importo fisso di 382,5 euro, ma non sarà possibile prelevare gli importi, che dovranno essere spesi esclusivamente presso i supermercati.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Durata-della-Carta-risparmio-spesa-allegato-1
L’allegato 1 al Decreto attuativo per la Carta risparmio spesa.

Durata della Carta risparmio spesa: cosa si può acquistare?

Con l’importo della Carta risparmio spesa sarà possibile acquistare esclusivamente generi alimentari, con l’esclusione di alcolici. Per essere più precisi ecco la lista dei generi da acquistare, come contenuta nell’allegato 1 del decreto attuativo:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Carta risparmio spesa:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp