Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / È possibile pagare a rate Imu e Tari?

È possibile pagare a rate Imu e Tari?

È possibile pagare a rate Imu e Tari? La risposta è si, scopri subito come fare e chi può richiedere la rateizzazione.

di Sara Fannino

Ottobre 2022

È possibile pagare a rate Imu e Tari? La risposta è sì! Negli ultimi anni c’è stata una vera e propria svolta del Fisco nei confronti dei contribuenti, che si è mossa in due direzioni: da un lato introducendo la cosiddetta “pace fiscale”, ovvero l’alleggerimento delle cartelle esattoriali in determinati casi, dall’altro dando il modo ai cittadini di rateizzare i tributi comunali.

Andiamo a vedere nel dettaglio come funziona (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Ecco in che modo è possibile pagare a rate Imu e Tari

Con l’approvazione della Legge di Bilancio alla fine del 2019 i contribuenti hanno potuto tirare finalmente un sospiro di sollievo poiché è stato dato l’Ok alla rateizzazione di due tributi:

Leggi anche: Quanti soldi posso avere in contanti senza guai con la legge

Ambedue i tributi devono essere corrisposti al Comune e, fino al 2020, non erano mai stati rateizzabili. Con la nuova norma, invece, è possibile pagare a rate Imu e Tari attraverso uno scaglionamento sulla base degli importi che il cittadino dovrà corrispondere da 4 a 72 scadenze.

A quanto ammontano rate? Partiamo sottolineando che è possibile pagare a rate Imu e Tari solamente se ha un debito da corrispondere maggiore di 100 euro. Nello specifico:

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

È possibile pagare a rate Imu e Tari: cosa c’è da sapere

È possibile pagare a rate Imu e Tari presentando la domanda presso l’Ufficio Tributi del Comune al quale il cittadino deve corrispondere l’imposta. È importante ricordare che si potrà richiedere la rateizzazione del pagamento anche se i termini sono ufficialmente scaduti. È resa, dunque, possibile la rateizzazione dei debiti riferiti ad anni precedenti.

Leggi anche: Affitto, quando e come non pagare i 6 mesi di preavviso

Ecco cosa c’è da sapere: è possibile pagare a rate Imu e Tari solo se il debito deriva da avvisi di accertamento, iscrizione in ruoli ordinari, oppure iscrizione in ruoli con riscossione coattiva.

Il cittadino che dovrà corrispondere le tasse a rate dovrà, però, trovarsi in situazione di difficoltà oggettiva, come ad esempio:

In alternativa, le persone giuridiche che vogliono rateizzare il debito, dovranno essere in crisi di settore dimostrabile con documenti aziendali certi.

È indubbio che, nonostante sia possibile pagare a rate Imu e Tari, agli importi su cui verrà applicata la rateizzazione verranno aggiunti gli interessi nella misura pari all’interesse legale che risulta essere in vigore quando viene inoltrata la domanda all’Ente creditore.

Leggi anche: Quali debiti devono pagare gli eredi?

Attenzione: è importante sottolineare che la rateizzazione sarà interrotta se il contribuente non pagherà due rate consecutive del debito. In questo modo, il debito residuo dovrà essere corrisposto in un’unica soluzione in via automatica e immediata.

è possibile pagare a rate imu e tari
è possibile pagare a rate imu e tari

È possibile pagare a rate Imu e Tari, come presentare la domanda

È possibile pagare a rate Imu e Tari solo se:

In che modo si può procedere? Semplice, inoltrando una richiesta all’Ufficio Tributi del proprio Comune per indicare la richiesta di un pagamento a rate per Imu o Tari.

Nel documento devono essere inseriti:

Leggi anche: Come chiudere un balcone senza permessi con le nuove regole

Moltissimi Comuni hanno previsto la pubblicazione della modulistica che il cittadino potrà utilizzare per richiedere la rateizzazione. Per informati e, in molti casi, inviare la domanda via web, basterà scrivere sul motore di ricerca Google “rateizzazione Tari/Imu” + il nome del tuo Comune.

In questi portali puoi trovare anche indicazioni su eventuali moduli e documenti ulteriori da allegare, come il 730, documenti che attestino disagio economico, ecc. Potrai inoltrare la domanda per rateizzare il debito, all’Ufficio che dovrà valutarla, in uno dei seguenti modi:

Leggi anche: Bonus sociali per Isee basso, dal gas alla Tari: i requisiti

Una volta ottenuta la rateazione sarà cura dell’Ente preposto alla riscossione inviare al cittadino contribuente tutti i moduli necessari per rendere possibile il pagamento. Questi potranno essere:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp