Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Ecobonus moto e scooter, si parte da oggi (19 ottobre)

Ecobonus moto e scooter, si parte da oggi (19 ottobre)

Ecobonus moto e scooter, si parte da oggi (19 ottobre): vediamo come funziona e quali sono i modelli acquistabili.

di The Wam

Ottobre 2022

Ecobonus moto e scooter, si parte da oggi, 19 ottobre, la piattaforma per prenotare gli incentivi. Si tratta di uno stanziamento di 20 milioni di euro per promuovere la mobilità elettrica. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Infatti le moto e gli scooter che si potranno acquistare dovranno essere alimentati da motori elettrici. Il rifinanziamento della misura è stato previsto dal decreto Semplificazioni su iniziativa del ministero dello Sviluppo economico.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

La piattaforma per le prenotazioni apre alle 10.

Su questo argomento potrebbe interessarti un post con l’elenco dei bonus su mezzi e auto, dalla benzina all’indennità di trasferta; c’è anche un focus sulle auto elettriche più economiche del 2022; e una guida al credito d’imposta per avere gli incentivi auto.

Ecobonus moto e scooter: fino a 4.000 euro

L’importo massimo di questo incentivo è di 4.000 euro. Il contributo può essere richiesto direttamente al venditore da chiunque acquisti un veicolo elettrico nuovo che rientri nelle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e. L’importo si calcola in base al prezzo d’acquisto:

Per accedere agli incentivi le moto e gli scooter acquistati devono essere:

È opportuno ricordare che il veicolo portato in rottamazione deve essere di proprietà da almeno 12 mesi, o di proprietà di un familiare convivente di chi effettua l’acquisto.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Ecobonus moto e scooter: categorie acquistabili

Per maggiore chiarezza vediamo a cosa si riferiscono quelle sigle (L1e e così via):

L1e: veicoli a due ruote la cui velocità massima (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h;

L2e: veicoli a tre ruote, la velocità massima (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h;

L3e: veicoli a due ruote, la cui velocità massima (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h;

L4e: veicoli a tre ruote asimmetriche rispetto all’asse longitudinale mediano, la velocità massima (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h (motocicli con carrozzetta laterale);

L5e: veicoli a tre ruote simmetriche rispetto all’asse longitudinale mediano, la velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h;

L6e: quadricicli leggeri, la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 350 kg, esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, la velocità massima per costruzione è inferiore o uguale a 45 km/h, la potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna. O la potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici;

L7e: quadricicli, diversi da quelli di cui alla categoria L6e, la massa a vuoto è inferiore o pari a 400 kg (550 kg per i veicoli destinati al trasporto di merci), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici. E la potenza massima netta del motore è inferiore o uguale a 15 kW.

Ecobonus moto e scooter: come funziona

Come funziona l’ecobonus moto e scooter fino a 4.000 euro? In un modo molto semplice. I rivenditori dovranno essere registrati nell’area che è stata a loro dedicata sulla piattaforma del Mise per l’incentivo. Qui sotto trovi il manuale per i rivenditori.

Ecobonus moto e scooter: prenotazione

Sulla piattaforma si possono prenotare i contributi per ogni singolo veicolo. E si riceve, secondo la disponibilità delle risorse (che ricordiamo sono di 20 milioni), una ricevuta che indica l’avvenuta registrazione della prenotazione.

A questo punto che succede?

Che il concessionario corrisponde direttamente al cliente il contributo con la compensazione del prezzo di acquisto. Le imprese costruttrici o importatrici di moto e scooter a loro volta rimborseranno al venditore l’importo del contributo che sarà poi recuperato sotto forma di credito di imposta.

Questo nuovo finanziamento arriva da quelli che non sono stati utilizzati per il bonus auto ibride plug in.

Ecobonus moto e scooter, si parte da oggi (19 ottobre)

Ecobonus moto e scooter: incentivo in 4 fasi

Ripetiamo in modo più dettagliato le fasi per ricevere questo incentivo:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp