Ecobonus per l’acquisto di auto elettriche: si parte domani

Ecobonus per l'acquisto di auto elettriche: si riparte da domani, stanziati 100 milioni per l'incentivo che riguarda anche le vetture ibride. Restrizioni alla circolazione dei vecchi pulmini e dei monopattini. Agevolazioni per la patente di autotrasportatore. Via libera alla licenza di taxi anche per ciclomotori e velocipedi (come i risciò).

5' di lettura

Da domani (27 ottobre) torna l’ecobonus per l’acquisto di auto elettriche. Alle 10 sarà attivata infatti la piattaforma del Mise per l’incentivo che è stato dedicato alle auto elettriche o ibride.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Il governo ha rifinanziato per 100 milioni l’incentivo. Si potrà accedere per le auto nuove o usate, ma anche per i veicoli di uso commerciale.

Insomma, l’esecutivo ci riprova: la graduale eliminazione delle auto con carburanti tradizionali è uno dei passaggio importanti (ma non certo l’unico), per ridurre le emissioni di gas nocivi e avvicinarsi alla transizione green.

Altre norme dello stesso tenore sono ora in discussione alla Camera, dove si sta per approvare il decreto infrastrutture. Sono contenute all’interno molte disposizioni che riguardano il trasporto.

Compreso l’obbligo della polizza assicurativa (nonostante l’Ue raccomandi una normativa diversa), per i monopattini (si sta valutando se estendere l’obbligo anche alle biciclette a pedalata assistita).

Ecobonus per l’acquisto di auto elettriche: risorse per 100 milioni

L’ecobonus per l’acquisto di auto elettriche ha dunque risorse per 100 milioni, non sono molti, ma possono garantire un importante ricambio del parco auto nazionale e incentivare la diffusione dell’elettrico.

L’ecobonus per le auto elettriche sarà così suddiviso:

  • 65 milioni per acquistare i veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2. Il contributo è riconosciuto anche per gli acquisti in leasing e si differenzia a seconda della fascia di emissioni (0-20 o 21-60) e per la presenza di un veicolo da rottamare. In particolare, per i veicoli elettrici con emissioni comprese tra 0-20 g/km è riconosciuto un contributo fino 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione, mentre per i veicoli ibridi con emissioni comprese tra 21-60 g/km è riconosciuto un contributo fino a 2.500 euro con rottamazione e 1.500 euro senza rottamazione.
  • 20 milioni per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali, di cui 15 milioni esclusivamente per i veicoli elettrici. Il contributo è riconosciuto fino a un massimo di 8.000 euro e si differenzia in base alla “Massa Totale a Terra – MTT” e all’alimentazione.
  • 10 milioni per acquistare, esclusivamente con rottamazione, i veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2. E’ riconosciuto un contributo di 1.500 euro;
  • 5 milioni per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati, di classe Euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2. E’ riconosciuto un contributo fino 2.000 euro, calcolato in base alla fascia di emissione. Per usufruire del contributo è necessario rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011, o che abbia raggiunto i dieci anni nel periodo in cui viene richiesto l’ecobonus.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Ecobonus per l’acquisto di auto elettriche e restrizioni per monopattini

Torniamo sulle misure “restrittive” per i monopattini elettrici. Un mezzo di trasporto che può agevolare la circolazione in città, ma che è stato utilizzato in molti casi senza il necessario rispetto delle norme che regolano il trasporto urbano.

Questi sono i provvedimenti che verranno adottati per i monopattini elettrici:

  • misure per impedire la sosta selvaggia;
  • l’obbligo del casco fino a 18 anni;
  • luci posteriori e frecce;
  • la targa.

Ecobonus per l’acquisto di auto elettriche: stretta ai bus inquinanti

L’ecobonus per l’acquisto di auto elettriche arriva insieme a una nuova stretta sulla circolazione dei mezzi inquinanti. La scure questa volta potrebbe abbattersi, tra l’altro, sui veicoli del trasporto pubblico locale. E sarebbe ora: è vietata la circolazione ad auto che inquinano molto meno di vecchi autobus.

Una sorte analoga potrebbe toccare anche a quei pulmini che sono Euro 1 ed Euro 2: in base a determinate tabelle non potranno più circolare.

Agevolazioni per la patente per autotrasporto

Anche sul fronte trasporti potrebbero essere delle agevolazioni per chi ha un Isee basso. È infatti passata la proposta di Italia Viva per fornire un aiuto per la patente di autotrasporto a chi riceve il Reddito di cittadinanza o un altro ammortizzatore sociale.

L’incentivo in questione può anche arrivare a 1.000 euro e comunque deve coprire non più di metà della spesa.

Ma serva un requisito aggiuntivo per essere ammessi a questo beneficio:

sarà necessario che chi lo riceve deve stipulare nei tre mesi successivi un contratto di autotrasporto per conto terzi.

Arrivano i ciclomotori taxi

Nella direzione dell’ecobonus per l’acquisto di auto elettriche va anche una proposta del Movimento 5 Stelle che è stata approvata: sarà esteso il servizio taxi (fino a oggi solo per le autovetture) anche ai motocicli e velocipedi (tipo risciò o tuk tuk).

Trasparenza sulle multe

C’è poi una proposta di Forza Italia, espressa con due emendamenti:

il primo pretende una maggiore trasparenza da parte degli enti locali sulle somme intascate dalle multe per infrazioni al codice della strada, a cominciare dagli incassi assicurati dagli autovelox;

il secondo invece chiede di evitare la multa per gli automobilisti sorprese alla guida privi di documenti quando possono essere tranquillamente verificati online.

Misure per i disabili e agevolazioni per i trattori

Ci saranno anche misure significative per i disabili che non pagheranno per la sosta sulle strisce blu, e potranno accedere più semplicemente a una serie di agevolazioni fiscali che sono già previste.

Infine la Lega chiede di estendere anche ai trattori lo stesso trattamento fiscale che è già in vigore per i veicoli storici o da collezione.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie