EiTravel, dall'Irpinia al mondo: un'agenzia speciale per viaggiare e studiare

Viaggiare e imparare nuove lingue, nuove tecnologie. La start up di Nicolas Verderosa. Il nostro Stefano Carluccio lo ha intervistato

5' di lettura

Fare impresa in Irpinia e nel Sud Italia non è facile, lo sappiamo tutti, ma ultimamente sempre più ragazzi e ragazze scelgono di restare nella propria terra o di tornarci e di diventare imprenditori.

eiTravel è una start – up attiva nel settore dei viaggi studio esperienziali che dal 2015 offre servizi di formazione associati all’esperienza del viaggio e al desiderio di innovazione.

Più di 100 studenti hanno già scelto eiTravel.
Oggi incontriamo Nicolas Verderosa, giovane irpino ideatore e fondatore della società, per scoprire meglio la sua storia e quello che ha in mente per il futuro.

Raccontaci di te e di cosa significa eiTRAVEL? Perchè hai sentito così forte il bisogno di creare qualcosa di tuo in Irpinia e di non andare fuori come fanno in tanti? Cosa ti ha convinto definitivamente? Cosa offrite?

Sono cresciuto e ho vissuto in Irpinia, a Sant’Angelo dei Lombardi, fino all’età di 18 anni. Subito dopo le scuole superiori ho deciso di andare a Milano per studiare economia e commercio all’università Milano-Bicocca. Durante gli studi universitari ho avuto l’occasione di partecipare e vincere il bando erasmus per continuare gli studi in Lettonia (Riga), e su questo ha influito molto un’esperienza fatta a 14 anni a Worthing (Inghilterra) che mi ha fornito ottime basi della lingua inglese. Successivamente ho studiato a Madrid (Spagna); Monaco (Germania); Barcellona (Spagna). Al termine degli studi universitari ho cominciato un lavoro negli Stati Uniti presso piccole e grandi realtà. Ci sono state tante altre offerte di lavoro, ma ho preferito tornare in Italia, nella mia Irpinia, e ho fondato eiTravel, per poter portare la mia esperienza al mio territorio.

eiTravel (experience improvement Travel) è la start-up Irpina che permette a giovani studenti di apprendere nuove culture e nuove lingue, durante il periodo estivo (quando le lezioni scolastiche sono sospese). Start-up perché porta una nuova idea: il viaggio studio-esperienziale. In questa nuova formula l’apprendimento della cultura e della lingua non avviene solo tramite lo studio, ma anche tramite le esperienze, tramite attività ed escursioni insieme ad altri studenti provenienti da tutto il mondo (durante il soggiorno estero e anche al rientro in Irpinia) e permette di soggiornare in Host Family certificate.

Quanto è grande e come è strutturata la tua azienda? Come vi orientate sul mercato? nazionale o internazionale?

Attualmente siamo in 4 persone che lavorano al progetto eiTRAVEL (Business Development, Social Media, Comunicazione e IT specialist) e 6 group leaders. Lavoriamo con circa 20 fornitori e ad oggi abbiamo accordi con circa 15 scuole italiane e 10 scuole ed università estere. Inoltre siamo in continua ricerca nel cercare giovani professionisti in grado di apportare un contributo al progetto eiTRAVEL, per creare sempre di più un servizio qualitativo, innovativo e importante per gli studenti e genitori che ci scelgono.

Quali sono le difficoltà maggiori per una piccola società in un settore dominato da colossi?

Dal mio punto di vista, le difficoltà sono molto inferiori rispetto alle opportunità che una piccola azienda possiede, specialmente se si vive in Irpinia dove non c’è una forte presenza concorrenziale. Siamo dinamici e innovativi, ci muoviamo con tempi più veloci rispetto ad i nostri competitors e sappiamo cosa vuole il mercato e come creare un prodotto unico che apporta un valore grande allo studente partecipante che decide di intraprendere il viaggio. Inoltre siamo diversi dalle altre aziende, perché noi creiamo e offriamo viaggi studio-esperienziali, come spiegato sopra. Una delle difficoltà che stiamo incontrando è la mancanza di giovani professionisti qualificati, in quanto molti di loro (perché l’Irpinia è ricca di grandi menti) lavorano in tutta Italia o all’estero.

Come ti fai conoscere anche fuori dal tuo territorio?

Lavorando e studiando continuamente tra l’Italia e l’estero, creando relazioni worldwide.

Raccontaci dei viaggi, delle esperienze interessanti, dei giovani che hanno partecipato e quali conseguenze (se ce ne sono state) ha avuto anche per il loro futuro lavorativo

Sono numerosi i giovani irpini che in questi anni hanno scelto eiTravel (più di 100!), parliamo di famiglie e studenti felici di averci scelto e con i quali manteniamo ancora ottimi rapporti. Gli studenti dopo il viaggio tornano cambiati, migliori. Molti ci scrivono per raccontarci la loro esperienza e come si sentono, alcuni di questi ci hanno donato anche dei feedback (leggibili sul sito) per condividere le loro emozioni con tutti!

Ti sei mai pentito della scelta fatta? Quali sono i progetti futuri di eiTRAVEL?

Sono orgoglioso della scelta di tornare in Italia, in particolar modo nella mia terra. Il territorio irpino offre molto di più di quanto si dice. Attraverso il viaggio sempre più studenti capiscono e apprezzano l’importanza e la bellezza di quello che abbiamo. Proprio per questo motivo, alla fine del viaggio eiTravel, viene organizzata una giornata di raduno con tutti i viaggiatori, per rivivere l’esperienza all’estero e per gioire della magnificenza della nostra terra. In più, simbolicamente piantiamo un albero (uno per ogni biglietto eiTravel) per dare un messaggio alle aziende Irpine e Italiane: questo è un terreno che rifiorirà! Questo vale sia come metafora della rinascita di un settore importante in Irpinia sia come una responsabilità ambientale con la quale vogliamo trasmettere un messaggio di buon esempio e sostenibilità.

eiTravel ha la missione di contribuire alla crescita del territorio irpino, anche perché con la maggior parte dei fornitori e dei professionisti che si interfaccia sono proprio Irpini.
Inoltre uno dei progetti futuri è quello di promuovere i viaggi studio-esperienziali in entrata, permettendo a studenti di tutto il mondo di studiare e vivere esperienze mozzafiato in Irpinia. Nell’estate 2019, già 10 studenti statunitensi sono venuti in Irpinia per una settimana, è stato un grande successo e si prevede l’arrivo di molti altri studenti interessati a vivere l’Irpinia.

Qual è la tua opinione sul futuro di questa terra e cosa si può e si deve fare, secondo te, per invertire la tendenza?

Immagino un futuro in cui l’Irpinia si configuri come una realtà sempre più forte, dove le eccellenze andranno oltre le rispettabili arti culinarie e paesaggistiche e che sapranno prendere piede eccellenze anche tecnologiche e aziendali. Colgo l’occasione per invitare tutti i giovani professionisti che hanno completato gli studi, e che oggi stanno lavorando all’estero, di pensare in modo innovativo e vedere i tanti sbocchi che il territorio può offrire. Per i giovani studenti e le famiglie, l’invito è quello di andare oltre i confini italiani e apprendere più lingue e realtà sociali. Capire come funziona il mondo fuori dalle nostre mura è il modo migliore per sviluppare un territorio sempre più ricco e sempre più forte. Esistono tante realtà volenterose di scoprire l’Italia e l’Irpinia, ma per riuscire a scovarle, dobbiamo prima imparare a comunicare con loro.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie