Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Elenco bonus lavoratori 2023: aumenti e agevolazioni

Elenco bonus lavoratori 2023: aumenti e agevolazioni

Elenco dei bonus per lavoratori nel 2023: scopri quali sono tutte le agevolazioni economiche e gli aumenti di stipendio.

di Imma Duni

Febbraio 2023

Elenco dei bonus per lavoratori nel 2023: scopri quali sono tutte le agevolazioni economiche a cui hanno diritto i lavoratori e a quanto ammontano gli aumenti di stipendio (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Elenco dei Bonus per lavoratori nel 2023: agevolazioni economiche

Quali sono le agevolazioni che i lavoratori dipendenti possono aspettarsi quest’anno? Vediamoli.

Bonus benzina

Il primo Bonus è il Bonus benzina. Il Governo Meloni ha deciso di prorogare per tutto il 2023 il Bonus Benzina. Di cosa si tratta?

In sintesi, si tratta di buoni sconto benzina, del valore di 200 euro, che i datori di lavoro possono offrire ai propri dipendenti.

Le imprese, poi, recupereranno i soldi anticipati ai loro dipendenti dallo Stato, al momento del pagamento delle tasse, come prevede l’articolo 95 del Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR).

La normativa stabilisce che il Bonus benzina non concorre alla formazione del reddito dei dipendenti che lo ricevono.

I requisiti per averlo? Essere lavoratori subordinati e avere un datore di lavoro che voglia partecipare a questa iniziativa, elargendo i buoni ai propri dipendenti.

I lavoratori subordinati che potrebbero goderne sono i seguenti:

I buoni benzina del valore di 200 euro vengono concessi dal datore di lavoro ai dipendenti, senza tassazione e senza concorrere al reddito.

Le aziende, a loro volta, potranno detrarre il totale dei vari Bonus concessi, al momento della dichiarazione dei redditi.

La scelta di coloro che potranno ottenere i Bonus spetta solo al datore di lavoro. Non ci sono requisiti da rispettare, né domande da presentare.

Il limite massimo del Buono benzina è di 258,23 euro.

In quest’altro approfondimento trovi anche gli aiuti per le famiglie che hanno perso il lavoro.

L’ex Bonus Renzi

Un altro Bonus che spetta ai lavoratori dipendenti quest’anno, è l’ex Bonus Renzi, oggi chiamato Bonus Irpef.

La manovra finanziaria del Governo Meloni ha confermato per il 2023 l’ex Bonus Renzi, ovvero il trattamento integrativo in busta paga che ha sostituito gli 80 euro erogati in precedenza.

Dal 1° luglio 2020, infatti, questo Bonus Irpef, previsto solo per i lavoratori subordinati, può arrivare ad un massimo di 120 euro mensili, in totale a 1.200 euro annui.

La somma cambia in base al reddito del beneficiario. Il Bonus è stato esteso anche ai percettori di NASPI e ai lavoratori atipici.

Le categorie di lavoratori a cui spetta l’ex Bonus Renzi nel 2023 sono:

Anche i pensionati hanno diritto al Bonus, a patto che non ricevano altri trattamenti risarcitori o assistenziali come il Reddito di cittadinanza o rendite Inail legate a infortuni sul lavoro.

L’ex Bonus Renzi si riceve in automatico in busta paga e non c’è bisogno di presentare alcuna domanda.

Elenco bonus lavoratori 2023: aumenti e agevolazioni
Elenco bonus lavoratori 2023: in foto un uomo sorridente.

Il Bonus 150 euro

A chi spetta il Bonus 150 euro a febbraio? Il contributo economico verrà pagato nel secondo mese del 2023 per alcune categorie di cittadini, come i titolari di prestazioni NASpI, DIS-COLL, mobilità in deroga e trattamenti di importo pari alla mobilità nel mese di novembre 2022, per i beneficiari di disoccupazione agricola 2021, per che ha percepito le indennità COVID-19 e per i lavoratori autonomi occasionali e incaricati alle vendite a domicilio.

Il Bonus verrà pagato automaticamente, senza bisogno di fare domanda.

A questi beneficiari si aggiungono le categorie di cittadini che hanno presentato domanda entro fine gennaio:

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Avv. Angelo Greco

Elenco dei Bonus per lavoratori nel 2023: aumenti di stipendio

I lavoratori dipendenti, quest’anno, oltre a godere dei Bonus citati sopra, potranno godere anche di alcuni aumenti di stipendio, scopriamoli.

I lavoratori dipendenti, a partire dal 2023, vedranno aumentare i loro stipendi.

Questa notizia positiva, però, non riguarderà tutti i lavoratori subordinati, ma solo coloro che percepiscono un reddito annuo che va tra i 20.000 e i 25.000 euro lordi.

L’aumento degli stipendi sarà possibile grazie all’aumento del taglio del cuneo fiscale, di un ulteriore punto percentuale, deciso dal Governo.

Questo punto percentuale si va ad aggiungere ai due punti di taglio già decisi dal precedente Governo Draghi.

La misura sarà resa stabile grazie a uno degli emendamenti che saranno presentati dal Governo stesso.

Draghi aveva già abbassato di due punti percentuale il cuneo fiscale per i lavoratori con reddito da lavoro dipendente fino a 35mila euro lordi.

Questa misura è stata confermata dal Governo Meloni, anzi è stata ampliata, con l’aggiunta di un ulteriore punto percentuale per i redditi fino a 25 mila euro.

Ricapitolando:

In questo articolo troverai tutti gli esempi di aumenti.

Abbiamo visto l’elenco dei Bonus per lavoratori nel 2023.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp