Elezioni 25 settembre, rischio rinvio. Il caso Cappato

Elezioni 25 settembre, rischio rinvio. Il caso Cappato scuote la corsa elettorale. Se la sua lista dovesse essere reintegrata slitterebbero le elezioni.

4' di lettura

Elezioni 25 settembre – Il 25 settembre gli italiani sono chiamati al voto per eleggere il nuovo Parlamento, che poi porterà alla formazione del Governo che sostituirà quello di Mario Draghi. C’è però un caso giudiziario che potrebbe far slittare la data delle elezioni (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Il protagonista è Marco Cappato, politico e attivista, già presidente dei Radicali Italiani.

Ebbene, la lista Referendum e Democrazia con Cappato è stata esclusa dalla corsa elettorale per una questione procedurale, dovuta alla raccolta firme.

L’esclusione però ha sollevato dubbi sul piano giuridico, c’è quindi stata una serie di ricorsi, uno dei quali nei prossimi giorni potrebbe essere accolto. Se così fosse, le elezioni sarebbero posticipate di almeno un mese.

Indice

Elezioni 25 settembre, la raccolta firme

Per comprendere il caso Cappato è opportuno spiegare in poche parole come si può partecipare alle elezioni politiche.

Per farlo serve una raccolta firme. Il numero delle firme da raccogliere è di circa 73.500 fra Camera e Senato. Considerando che chi firma per il Senato può anche farlo per la Camera le persone che effettivamente devono firmare sono 36.750.

I partiti esclusi dalla raccolta firme sono quelli già presenti nell’ultima legislatura (Pd, Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, M5s, Liberi e Uguali, Italia Viva e Coraggio Italia).

Le firme vanno, ovviamente, autenticate e depositate in tempo. Quest’anno andavano depositati i simboli entro il 14 agosto e le firme entro le 20:00 del 21 agosto.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Elezioni 25 settembre, firme autografe e firme digitali

La lista di Cappato ha seguito la stessa procedura degli altri partiti, tranne che per un passaggio: le firme sono state raccolte attraverso un’autenticazione digitale.

Di solito, infatti, la raccolta firme è autografa. Significa che chiunque firmi a favore del partito deve farlo fisicamente, con una penna, nero su bianco.

Non sai chi votare? Ecco un riepilogo dei programmi elettorali dei principali partiti italiani.

Elezioni 25 settembre, escluso Cappato: il ricorso

Il deposito delle firme della lista Referendum e Democrazia con Cappato non è quindi stato ritenuto valido. Ecco che sono scattati i ricorsi d’urgenza per rivalutare l’ammissione alla corsa elettorale.

Il ricorso di Cappato presso il Tribunale di Milano non è affatto campato in aria, nonostante le due bocciature sia della Corte d’Appello che di quella di Cassazione.

Ci sono infatti diversi precedenti normativi che equiparano la documentazione digitale a quella cartacea: è il caso, per esempio, del deposito dei contrassegni di lista su supporto di digitale o della dichiarazione di trasparenza.

D’altronde, anche la raccolta firma per i referendum può essere fatta in digitale. Ecco perché l’esito del ricorso non è scontato.

Elezioni 25 settembre, rischio rinvio. Il caso Cappato
Elezioni 25 settembre, rischio rinvio. Il caso Cappato

Elezioni 25 settembre, rischio rinvio

L’avvocatura di Stato, dal canto suo, ha dichiarato pubblicamente che accogliere il ricorso significherebbe «differire lo svolgimento delle elezioni». Questa dichiarazione è stata letta da alcuni come una sorta di «ricatto istituzionale».

La responsabilità della decisione del giudice, che arriverà nei prossimi giorni, è così caricata di un ulteriore onere: decidere se far spostare il giorno delle elezioni.

L’udienza al Tribunale civile di Milano si è svolta ieri (19 settembre 2022) e il giudice si è riservato facendo sapere che la decisione della riammissione avverrà prima di domenica, quindi in tempo utile per, eventualmente, bloccare le elezioni.

Le ipotesi in caso di accoglimento del ricorso e posticipazione sono varie. Il caso, unico nel suo genere, non ha precedenti, quindi è difficile ipotizzare di quanti giorni saranno spostate.

Alcuni parlano di 20 giorni, altri dicono addirittura oltre un mese in coincidenza con il primo giorno utile di novembre.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie