Elezioni Milano, Torino e Roma: i nomi dei candidati finora

Elezioni comunali 2021. In primavera si votano i sindaci di Roma, Milano e Torino. Tra primarie e incertezza ecco i candidati. Fra grandi nomi e suggestioni.

Elezioni comunali Milano, Torino e Roma. Prima ipotesi sui candidati
Elezioni comunali Milano, Torino e Roma. Prima ipotesi sui candidati
5' di lettura

Nel 2021 si terranno le elezioni comunali per le maggiori città italiane. Roma, Milano, Torino. Primarie e incertezza su chi saranno i candidati. La partita, iniziata questo autunno, finirà in primavera. Chi sono i possibili candidati per ora.

Elezioni: la corsa ai grandi Comuni

I cittadini delle maggiori città italiane si troveranno a votare per scegliere i loro sindaci nella prossima primavera. Tra ricandidature, alleanze e outsider della politica, non è scontato prevedere chi saranno i “finalisti” di questa corsa verso le urne.

Ancora mancano 9 mesi, un tempo lunghissimo in cui molto può cambiare. Per lo più i nomi sul tavolo sono ipotesi tutte da accertare. Alcuni partiti, come il PD romano optano per lasciare la scelta del candidato alle primarie. Mentre altre formazioni non si sono espresse, o eviteranno proprio.

Città a reggenza pentastellata. Virginia Raggi, sindaca uscente di Roma, ha confermato di volersi ricandidare per il Campidoglio. Mentre la sindaca di Torino Chiara Appendino ha dichiarato che “per ragioni di coerenza non si ricandiderà”.

A Milano la presenza di Beppe Sala è ancora un’incognita. Come riporta Repubblica, mentre le sezioni locali del PD di Roma e di Torino intendono procedere con le primarie, nel capoluogo lombardo si faranno solo se non si ripresenta l’attuale sindaco. La conferma dovrebbe arrivare per novembre. Sennò primarie.

Le forze di governo sembrano decise a non correre unite sui territori. A Roma è pressoché impossibile, con la ricandidatura di Raggi. Scegliere un candidato “ottimale” per ricoprire la carica di sindaco della Capitale è arduo per tutti. Anche per il PD.

Elezioni a Milano. Spunta il nome di Silvio Berlusconi
Elezioni a Milano. Spunta il nome di Silvio Berlusconi (Foto Stefano Guidi)

I nomi in lizza per il Campidoglio: da David Sassoli a Vittorio Sgarbi

Il PD romano vuole che il candidato passi per le primarie. I nomi evocati sono molti. Anche Enrico Letta e David Sassoli sono in lista. Sebbene non sembri molto probabile la lo loro scesa in campo.

Se ne è accertato recentemente Carlo Calenda che è aperto all’idea. Il leader di Azione non ha certo “paura delle primarie”, afferma sui Social. Forte del riscontro più che positivo avuto con le “finte elezioni primarie” fatte tramite sondaggio da Repubblica, dove la vittoria, con il 50% delle preferenze, è stata schiacciante.

Come riportato da AGI, accanto ai “big” ci sarebbero altri nomi in campo:

“La presidente del Primo Municipio Sabrina Alfonsi, il 37enne ricercatore Tobia Zevi, l’attivista e leader di Liberare Roma Amedeo Ciaccheri, il volto della Comunità di Sant’Egidio e Consigliere Regionale di Demos Paolo Ciani, la senatrice Pd Monica Cirinnà, il millennial Federico Lobuono, il presidente del terzi municipio Giovanni Caudo, la capogruppo del Pd in Aula Giulio Cesare Michela De Biase, sono solo alcuni dei nomi che vengono fatti.”

A destra tutto tace. Sempre AGI riporta che l’unica certezza sembra essere che i nomi in lizza, per le elezioni nei grandi comuni italiani, non saranno di politici. Il vertice tra i leader Matteo Salvini (Lega), Giorgia Meloni (FdI) e Antonio Tajani (FI) si è tenuto qualche giorno fa e promette di schierare in campo figure non politiche. In ogni caso, a Roma l’ultima parola a destra sarà probabilmente di Giorgia Meloni.

Girava voce che Massimo Giletti fosse tra i candidati papabili a destra. Qualche giorno fa su RTL, il conduttore di Non è l’arena non aveva smentito la possibilità di irrompere sulla corsa al Campidoglio. Ma è arrivata la smentita ufficiosa della Lega sul conduttore, che sembra fuori dai giochi per questo turno.

Una nota di costume, la partecipazione di Vittorio Sgarbi. Con la lista “Rinascimento con Sgarbi”, presente in tutte le principali città, il critico vorrebbe candidarsi per la Capitale. L’obiettivo? Garantire un 2021 di “rinascita” dalla bruttura della reggenza Raggi. Sgarbi afferma che il leader della Lega Matteo Salvini ha garantito il suo endorsement per sua la candidatura romana.

Nel frattempo a Milano: da Sala a Morgan

I possibili candidati alla guida di Milano sorprendono.

Recentemente è tornato a far parlare di sé Silvio Berlusconi. A 84 anni, superato il Coronavirus, potrebbe essere disposto a scendere in campo nella sua città. Secondo l’indiscrezione del Messaggero, il Cavaliere sarebbe “lusingato” da questa proposta. Ma per portare avanti il mandato ci vorrebbe un numero due. Una sorta di “city manager” da dirigere da dietro le quinte. Un nome possibile è Stefano Parisi.

Non è uno dei nomi più assurdi. Proprio oggi, Vittorio Sgarbi ha fatto sapere la sua intenzione di candidare Morgan (Marco Castoldi). Anche se l’ex Blu Vertigo si è detto più interessato a Napoli.

A sinistra, invece, c’è il problema dell’incertezza della ricandidatura di Beppe Sala. Dopo un decennio di governo di centro sinistra, si procederebbe con le primarie, come è già stato fatto in precedenza. Secondo il Post, i “favoriti” in questo caso sarebbero Pierfrancesco Majorino, ex assessore al Welfare e Pierfrancesco Maran, assessore all’Urbanistica con Sala.

Mentre il Movimento 5 Stelle tace e la Lega anche. Non è stato espresso un candidato né una rosa di nomi a destra, ma c’è un profilo ideale a cui puntare.

Stefano Bolognini, responsabile cittadino della Lega, ha indicato più volte un profilo molto preciso: manager di una grande azienda, cinquantenne, possibilmente impegnato nel sociale” afferma il Post. Insomma, una figura fuori dalla politica con un profilo accettabile dalla borghesia milanese.

La situazione a Torino: non si ricandida Appendino

La sindaca Chiara Appendino non si ricandida. Chissà se questo aprirà la strada ad un’alleanza tra M5S e PD sul candidato sindaco. Tra i nomi più in voga a sinistra c’è Guido Saracco, rettore del Politecnico.

A destra invece è tutto da vedere. Il candidato civico Massimo Giletti, torinese di nascita, è stato proposto anche per il capoluogo piemontese.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie