Emergenza rifiuti. Festa ottimista: mai ad Avellino

1' di lettura

Sull’emergenza rifiuti in Irpinia il sindaco di Avellino, Gianluca Festa è ottimista. “Siamo il principale azionista di Irpiniambiente e credo che la città debba essere tutelata anche per questo. Sono certo che la crisi rientrerà senza creare disagi agli avellinesi”. E quindi, per il primo cittadino, non c’è da temere: non ci saranno strade invase da sacchetti dell’umido. “Ma se la situazione dovesse peggiorare il comune non resterà a guardare”.

Speriamo.

La sua visione positiva non coincide con quella di Irpiniambiente. O meglio: l’azienda non rincorre l’allarmismo. Ma con pragmatismo sottolinea come la situazione potrebbe essere di difficile gestione se gli impianti del nord, dove venivano trattato il nostro “umido”, continuassero a imporre una riduzione dei rifiuti “importati”. Una delle strutture, intanto, sarebbe stata addirittura chiusa.

La questione ripropone un vecchio tema. Anzi antico. Quello di completare sul territorio l’intero ciclo dei rifiuti, senza dover quindi sobbarcarsi costi (a carico degli utenti) sempre più onerosi per trasportali lontano dall’Irpinia. Ma è una vicenda delicata. Che si scontra con l’intramontabile “non nel mio giardino”. Ovvero, dove costruire l’impianto?

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie