Esenzione ticket per le donne in gravidanza: cosa prevede

5' di lettura

L’esenzione ticket per le donne in gravidanza consente di effettuare una vasta serie di esami diagnostici, visite periodiche, monitoraggio costante del feto, tutto gratuitamente. Ma anche, nel caso, di affrontare esami più specifici se si evidenzia un pericolo di aborto o in presenza di condizioni genetiche ritenute a rischio.

Ma non solo: l‘esenzione del ticket parte prima ancora della gravidanza, quando una coppia decide di avere un figlio, quindi prima del concepimento. Sono in esenzione anche alcuni esami per l’uomo e per la coppia. Oltre ai colloqui psicologici, il training pre natale e la fase del post parto.

Ma vediamo nel dettaglio.

L’esenzione ticket per le donne in gravidanza è stata disposta per assicurare tre momenti fondamentali.

  • Prima del concepimento: prestazioni specialistiche più appropriate per l’accertamento di eventuali rischi procreativi.
  • Durante la gravidanza: con l’aumento anche delle analisi per il controllo della gravidanza
  • Diagnosi prenatale: con la valutazione delle condizioni biologiche-genetiche, le alterazioni dei parametri ecografici e biochimico/molecolari, patologie infettive che possono causare un rischio per il nascituro.

L’esenzione ticket per le donne in gravidanza riguarda in particolare:

  • Le visite periodiche ostetrico-ginecologiche
  • I corsi di accompagnamento alla nascita (training prematale)
  • L’assistenza dopo il parto
  • Prima del concepimento

Si tratta di una serie di prestazioni per la donna, l’uomo e la coppia da eseguire su prescrizione dello specialista prima del concepimento. Servono a escludere la presenza di fattori che possano incidere negativamente sulla gravidanza.

Se la storia clinica i familiare della coppia mette in luce dei possibili rischi per il feto, possono essere eseguite, sempre in esenzione, prestazioni necessarie e appropriate per accertare eventuali difetti genetici.

Scopri di più sull’esenzione ticket in caso di invalidità.

Durante la gravidanza

L’esenzione ticket per le donna in gravidanza riguardano tutti gli esami (l’elenco sotto), che sono previsti per monitorare la salute del nascituro e della madre.

In caso di minaccia d’aborto sono gratuite tutte le prestazioni specialistiche ambulatoriali necessarie per il monitoraggio della gravidanza.

Se vengono accertare condizioni patologiche che comportano un rischio per la madre o per il feto saranno previste:

tutte le prestazioni specialistiche necessarie al monitoraggio della condizione patologica;

le condizioni patologiche devono essere indicate dal medico, come diagnosi o sospetto diagnostico, nella prescrizione delle prestazioni in esenzione.

Se si accerta una condizione di rischio per il feto sarà in esenzione anche una appropriata indagine invasiva in gravidanza.

L’esenzione ticket per le donne in gravidanza prevede anche un colloquio psicologico gratuito a fini diagnostici quando, nel corso del training prenatale o durante l’assistenza post parto si evidenza un disagio psicologico della donna.

Elenco prestazioni

Queste sono le prestazioni che prevedono l’esenzione ticket per le donne in gravidanza:

  • Prima visita ginecologica. Incluso: eventuale prelievo citologico, eventuali indicazioni in funzione anticoncezionale o preconcezionale.
  • Anticorpi anti eritrociti (test di Coombs indiretto)
  • Virus Rosolia, IgG e IgM per sospetta infezione acuta, incluso Test Avidità delle IgG se IgG positive e IgM positive o dubbie.
  • Virus Rosolia anticorpi IgG per controllo stato immunitario
  • Emocromo: esame citometrico e conteggio
  • Leucocitario differenziale Hb, GR, GB, HCT, PLT, IND. DERIV. Compreso eventuale controllo microscopico
  • Hb – Emoglobine. Dosaggio frazioni (HbA2, HbF, Hb Anomale)
  • Citologico Cervico Vaginale [PAP test convenzionale]
  • Prelievo sangue venoso

Prestazioni specialistiche per l’uomo

  • Emocromo: esame citometrico e conteggio
  • Leucocitario differenziale Hb, GR, GB, HCT, PLT, IND.
  • Prelievo sangue venoso

Prestazioni specialistiche per la coppia

  • Virus immunodeficienza acquisita (HIV). Test combinato anticorpi e antigene P24. Incluso eventuale Immunoblotting.
  • Gruppo sanguigno Abo (agglutinogeni e agglutinine) e Rh (D)
  • Treponema Pallidum. Sierologia della sifilide. Anticorpi Eia/Clia e/o TPHa più VDRL. Incluso: eventuale titolazione. Incluso: eventuale Immunoblotting.
  • Prelievo sangue venoso.

Esami genetici

Le esenzioni ticket le donne in gravidanza riguardano anche una serie di esami genetici qualora si siano verificati due aborti consecutivi o pregresse patologie con morte perinatale (poco prima della nascita). Ma anche in caso di anamnesi familiare positiva per patologie ereditarie, su prescrizione dello specialista ginecologo o genetista medico.

Alla coppia

  • Prima visita genetica medica. Visita specialistica genetica con esame obiettivo e valutazione della documentazione clinica recente e remota.
  • Primo colloquio, anamnesi personale e familiare, costruzione di un albero genealogico familiare nei rami paterno e materno per almeno 3 generazioni.
  • Consultazione della letteratura scientifica e di database di genetica clinica specifici.
  • Formulazione dell’ipotesi diagnostica. Scelta del test genetico appropriato.
  • Spiegazione vantaggi e limiti del test genetico e somministrazione consensi informati.
  • Scrittura della relazione.
  • Analisi citogenica postnatale.
  • Analisi del cariotipo. Incluso: coltura di linfociti con mitogeni, colorazioni differenziali ed eventuale analisi per mosaicismo
  • Ecografia ginecologica: con sonda transvaginale o addominale.
  • Eventuale Ecocolordoppler.
  • Isteroscopia diagnostica con o senza biopsia dell’endometrio
  • Biopsia endometriale
  • Lupus anticoagulante
  • Anticopri anti cardiolipina
  • Anticorpi anti tireoperossidasi
  • Anticorpi anti microsomomi epatici e renali
  • Anticorpi anti tireoglobulina
  • Prelievo di sangue venoso.

Conclusioni

Come avete potuto notare l’esenzione ticket per le donne in gravidanza (ma anche per il partner e per la coppia), include una lunga serie di prestazioni sanitarie che possono garantire un controllo costante e approfondito sulla salute del nascituro e della madre.

Esenzioni che iniziano anche prima del concepimento e che continuano anche dopo il parto.

Le esenzioni, che prescindono dal reddito familiare, consentono a tutte le donne di essere seguite nel modo migliore durante tutto il periodo della gravidanza.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie