Esenzione ticket modulo autocertificazione

Esenzione ticket sanitario moduli autocertificazione come fare domanda a chi spetta cosa è gratuito tutti i codici ticket sanitario cosa si paga cosa è gratuito.

6' di lettura

Esenzione ticket sanitario, vediamo a chi spetta di diritto e come si può richiedere se non è riconosciuta automaticamente.

In Italia fin dal 1982 esiste il ticket sanitario, ossia il modo in cui i cittadini contribuiscono al costo delle prestazioni sanitarie di cui godono. Alcune categorie di persone particolarmente «fragili» possono usufruire dell’esenzione ticket.

Indice


Prima di capire quali sono e come si fa domanda per ottenere l’esenzione ticket, vediamo velocemente per cosa si pagano le prestazioni e per cosa invece il servizio di assistenza sanitaria è gratuito. (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus; nel gruppo Whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati).

Ticket sanitario, per cosa si paga

In una pagina molto dettagliata il Ministero della Salute ha specificato per quali prestazioni va pagato il ticket sanitario e per quali invece c’è l’esenzione ticket per tutti. Il ticket si paga per:

  • Le visite specialistiche ed esami di diagnostica strumentale e di laboratorio;

  • Le prestazioni eseguite in pronto soccorso che non rivestono carattere di emergenza o urgenza (codici bianchi), non seguite da ricovero;

  • Le cure termali.

Non si paga nulla invece per:

  • Gli esami di diagnostica strumentale e di laboratorio e le altre prestazioni di assistenza specialistica incluse in programmi organizzati di diagnosi precoce e prevenzione collettiva promossi o autorizzati con atti formali della Regione (ad esempio, la mammografia per la diagnosi precoce del tumore della mammella, il PAP test per il tumore della cervice uterina, la ricerca del sangue occulto nelle feci per il tumore del colon-retto);

  • Gli esami di diagnostica strumentale e di laboratorio e le altre prestazioni di assistenza specialistica necessarie per la tutela della salute collettiva, obbligatorie per legge o disposte a livello locale in caso di situazioni epidemiche (ad esempio, gli esami su coloro che entrano o sono entrati in contatto con persone affette da malattie infettive e contagiose);

  • Le prestazioni del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta;

  • I trattamenti erogati nel corso di un ricovero ospedaliero, ordinario o diurno, inclusi i ricoveri in reparti o strutture di riabilitazione e di lungodegenza post-acuzie e gli esami strettamente e direttamente collegati al ricovero programmato, preventivamente erogate dalla medesima struttura (la visita dell’anestesista, la RX del torace, l’elettrocardiogramma, la rimozione dei punti, ecc.), ai sensi dell’art. 1, comma 18, della Legge 23 dicembre 1996, n. 662.

  • Gli alimenti destinati a categorie particolari (es. alimenti senza glutine alle persone affette da celiachia) e dispositivi medici per persone affette da diabete (aghi, strisce reattive, penne pungidito, misuratori della glicemia, ecc.);

  • Le protesi, le ortesi e gli ausili tecnologici destinati alle persone con disabilità.

Si è esclusi dal pagamento del ticket anche per situazioni di particolare interesse sociale:

  • La tutela della maternità, limitatamente alle prestazioni definite dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 gennaio 2017 (allegato 10);

  • La prevenzione della diffusione dell’infezione da HIV, limitatamente all’accertamento dello stato di infezione, in favore dei soggetti appartenenti a categorie a rischio, con comportamenti a rischio o incidentalmente esposti a rischio di infezione;

  • La promozione delle donazioni di sangue, organi e tessuti, limitatamente alle prestazioni connesse all’attività di donazione;

  • La tutela dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati di cui alla Legge 25 febbraio 1992, n. 210, limitatamente alle prestazioni ivi indicate;

  • I vaccini per le vaccinazioni incluse nel Piano nazionale della prevenzione vaccinale per le persone identificate come destinatarie.


Esenzione ticket modulo autocertificazione
Esenzione ticket sanitario, i moduli, come si richiede e chi ne ha diritto.

Esenzione ticket, quali casi ci sono

Per le prestazioni sanitarie che prevedono il pagamento di una quota il cittadino ha diritto all’esenzione ticket sanitario in questi casi:

  • Particolari situazioni di reddito associate all’età o alla condizione sociale;

  • In caso di malattie rare;

  • In caso di invalidità;

  • In altri casi particolari (gravidanza, diagnosi precoce di tumori, accertamento della positività all’HIV).

Qui trovi il link al nostro canale youtube con le video-guide; qui invece la pagina riservata ai concorsi.

Esenzione ticket, bonus affitti, Naspi, ISEE: TheWam Risponde alle vostre domande

Esenzione ticket per reddito

Come anticipato, in caso di condizione economica svantaggiata, si può usufruire dell’esenzione ticket. Esistono quattro categorie di esenti che corrispondono ad altrettanti codici:

  • Codice E01: Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo complessivo non superiore a 36.151,98 euro.

  • Codice E02: Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;

  • Codice E03: Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico;

  • Codice E04: Titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Esenzione ticket modulo autocertificazione

Dal 2011 ormai la procedura per vedersi riconosciuta l’esenzione ticket è quasi completamente automatizzata. Il medico di famiglia al momento della prescrizione verificherà se il paziente è all’interno della lista esenti, fornita dall’Anagrafe tributaria attraverso il sistema Tessera Sanitaria.

Apporrà quindi il codice corrispondente all’esenzione ticket che spetta di diritto al cittadino. Se il paziente non sarà esente, allora verrà apposto al posto del codice la lettera «N». (Se hai dei dubbi su questo tema entra nel gruppo facebook di TheWam; se ti interessa il tema delle pensioni, abbiamo un gruppo dedicato).

Ci sono casi in cui il paziente ha diritto all’esenzione ticket, ma non è presente all’interno dei database. In quel caso va autocertificato lo stato di reddito e, eventualmente, di disoccupazione.

La materia sanitaria è esclusiva delle regioni e questo purtroppo significa che ogni regione ha una sua procedura e una sua direttiva. Ci sono regioni che hanno processi telematizzati per l’esenzione ticket e regioni che invece ancora forniscono moduli cartacei da consegnare negli uffici.

Bisognerà quindi informarsi con la propria Asl di riferimento qual è la procedura da seguire per essere inseriti nella lista e usufruire quindi dell’esenzione ticket.

Se le condizioni di reddito cambiano in modo considerevole, sia in meglio che in peggio, è sempre necessario comunicarlo tempestivamente alla propria Asl.

Se ti è piaciuto questo articolo sull’esenzione ticket sanitario, allora potrebbero piacerti anche:


Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie