Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Diritto » Fisco e tasse / Esenzione ticket per età superiore ai 65 anni: cosa sapere

Esenzione ticket per età superiore ai 65 anni: cosa sapere

Esenzione dal pagamento del ticket per chi ha più di 65 anni: ecco cosa sapere su redditi, codici e nucleo familiare.

di Carmine Roca

Aprile 2024

Ecco cosa sapere sull’esenzione dal pagamento del ticket per chi ha più di 65 anni (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Esenzione dal pagamento del ticket per chi ha più di 65 anni: a chi spetta?

L’articolo 8, comma 16 della legge numero 537 del 1993, consente a chi ha compiuto almeno 65 anni di età di usufruire dell’esenzione dal pagamento del ticket sanitario per visite mediche, esami di laboratorio e altre prestazioni ambulatoriali garantite dal Servizio Sanitario Nazionale.

Per godere dell’agevolazione economica è necessario possedere redditi inferiori alle soglie fissate dalla normativa.

L’esenzione dal pagamento del ticket spetta a quei contribuenti, con almeno 65 anni di età, che possiedono un reddito familiare non superiore a 36.151,98 euro annui.

La stessa esenzione spetta ai titolari di pensione minima con più di 60 anni di età, con un reddito personale di 8.263,31 euro annui (o 11.362,05 euro annui, se coniugato), incrementato di altri 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Non bisogna rispettare alcun limite reddituale, ma basta aver compiuto 65 anni di età per ottenere l’esenzione dal pagamento del ticket in caso di accesso al Pronto Soccorso con codice bianco.

L’esenzione per reddito, però, non riguarda l’assistenza farmaceutica. Per le informazioni necessarie in materia di partecipazione al costo dei farmaci di fascia A, è possibile rivolgersi presso la propria Asl di residenza.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Esenzione dal pagamento del ticket per chi ha più di 65 anni: quale codice?

Per le esenzioni dal ticket in base al reddito spetta al medico curante indicare il codice corretto nella ricetta, a seconda della categoria di beneficiari in cui si rientra.

Il medico prescrittore (il medico di famiglia o il pediatra) all’atto della prescrizione di prestazioni di specialistica ambulatoriale verifica, su richiesta dell’interessato, verifica se l’assistito ha diritto all’esenzione (per i codici E01, E03, E04), e riporta il relativo codice sulla ricetta.

Se l’assistito non risulta nell’elenco degli esenti per reddito, il medico annulla con un segno la casella contrassegnata dalla lettera «N» (non esente) presente sulla ricetta. L’assistito non deve più apporre nessuna firma sulla ricetta come accadeva in precedenza.

Per gli over 65, il codice di esenzione è E01 e vale per i cittadini di età inferiore a 6 anni e superiore a 65 anni, appartenenti a nuclei familiari con reddito annuo complessivo, come già specificato in precedenza, non superiore a 36.151,98 euro.

Cosa si intende per nucleo familiare?

Per “nucleo familiare” si intende il nucleo rilevante a fini fiscali, non anagrafici, composto:

Il coniuge, anche se fiscalmente indipendente e presenta in autonomia la propria dichiarazione dei redditi, fa sempre parte del nucleo fiscale, pure quando non è convivente e risiede in un’abitazione diversa.

Con l’entrata in vigore della legge 20 maggio 2016, n. 76, anche le persone dello stesso sesso unite civilmente, fanno parte dello stesso nucleo fiscale.

Nel caso dei minori di 6 anni, questi appartiene al nucleo fiscale dei genitori se coniugati; se i genitori sono conviventi, il minore appartiene al nucleo fiscale del genitore cui il minore è fiscalmente a carico.

Nel caso in cui il bambino fosse fiscalmente a carico di entrambi i genitori, è possibile scegliere la situazione più favorevole.

Per familiari fiscalmente a carico si intendono i familiari per i quali l’interessato gode di detrazioni fiscali (in quanto titolari di un reddito annuo inferiore a 2.840,51 euro). Le categorie di familiari a carico sono definite dall’art. 12 del TUIR (Testo unico imposte sui redditi).

Esenzione dal pagamento del ticket per chi ha più di 65 anni
Esenzione dal pagamento del ticket per chi ha più di 65 anni: in foto uno stetoscopio e una cartellina da medico.

Faq sull’esenzione dal pagamento del ticket

Come richiedere l’esenzione del ticket?

L’ordinamento italiano prevede delle agevolazioni per le spese mediche e sanitarie, cioè l’esenzione dal ticket per visite specialistiche e farmaci. Le esenzioni sono assegnate in base a due requisiti: il reddito e la presenza di patologie, malattie e invalidità.

Come richiedere l’esenzione del ticket: differenza tra reddito ai fini Irpef e ISEE

È opportuno chiarire che l’esenzione per reddito dal ticket sanitario non ha nulla a che fare con il reddito ISEE dei beneficiari. Il sistema sanitario tiene conto solo del reddito ai fini IRPEF, cioè della dichiarazione dei redditi fatta all’Agenzia delle Entrate ogni anno.

Motivo per cui per ottenere l’esenzione non è necessario compilare la DSU o richiedere l’ISEE, visto che i le informazioni sul reddito Irpef di un soggetto sono rese disponibili dall’Agenzia delle Entrate tramite il Sistema Tessera Sanitaria.

Quale esenzione per non pagare farmaci e analisi?

L’esenzione che permette di avere agevolazioni sul pagamento dei farmaci e sulle analisi è l’esenzione dal ticket per motivi di reddito e viene applicata sui farmaci di fascia A.

A proposito di farmaci, dal 2000 è stata abolita la partecipazione dei cittadini per l’assistenza farmaceutica. Ciò vuol dire che non è previsto alcun ticket da pagare e i farmaci possono essere o totalmente gratuiti o totalmente a pagamento.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul fisco e sulle tasse:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp