Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Esenzione ticket sanitario 2021: per chi e come fare domanda

Esenzione ticket sanitario 2021: per chi e come fare domanda

Esenzione ticket sanitario: per cosa è valida e come si ottiene. Scopri come usare i Codici esenzione ticket sanitario tabella e01 e02 e03 e04.

di The Wam

Marzo 2021

Il ticket sanitario è il modo con cui i cittadini partecipano al costo delle prestazioni sanitarie. In alcuni casi però si può usufruire dell’esenzione del ticket sanitario. A chi spetta il diritto di non pagare la tassa

(Qui trovi la nostra pagina sulla salute, con le ultime notizie su medicina, farmacia e alimentazione).

Esenzione ticket sanitario, per cosa si paga

Le prestazioni per le quali non è prevista l’esenzione ticket sanitario sono:

  1. Le visite specialistiche e gli esami di diagnostica;

  2. Le prestazioni in pronto soccorso che non rivestono carattere di urgenza o emergenza, ossia i «codici bianchi»;

  3. Le cure termali.

L’importo del ticket per gli esami specialistici può arrivare fino a un tetto massimo di 36,15 euro. (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus; nel gruppo Whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati).

Per le prestazioni sanitarie che prevedono il pagamento di una quota il cittadino ha diritto all’esenzione ticket sanitario in questi casi:

Esenzione ticket sanitario, per cosa non si paga

L’esenzione ticket sanitario è valida sia per motivi legati al reddito che per particolari condizioni della persona. Quindi, in caso di condizione economica svantaggiata, si può usufruire dell’esenzione ticket.

Esistono quattro categorie di esenti che corrispondono ad altrettanti codici:


Si è esclusi dal pagamento del ticket anche per situazioni di particolare interesse sociale:


(Se hai dei dubbi su questo tema entra nel gruppo facebook di TheWam; se ti interessa il tema delle pensioni, abbiamo un gruppo dedicato).

Esenzione ticket sanitario 2021 A chi spetta e domanda
Cos’è e come funziona l’esenzione ticket sanitario.

Esenzione ticket modulo autocertificazione

Dal 2011 ormai la procedura per vedersi riconosciuta l’esenzione ticket è quasi completamente automatizzata. Il medico di famiglia al momento della prescrizione verificherà se il paziente è all’interno della lista esenti, fornita dall’Anagrafe tributaria attraverso il sistema Tessera Sanitaria.

Apporrà quindi il codice corrispondente all’esenzione ticket sanitario che spetta di diritto al cittadino. Se il paziente non sarà esente, allora verrà apposto al posto del codice la lettera «N». (Qui trovi il link al nostro canale youtube con le video-guide; qui invece la pagina riservata ai concorsi).

Ci sono casi in cui il paziente ha diritto all’esenzione ticket, ma non è presente all’interno dei database. In quel caso va autocertificato lo stato di reddito e, eventualmente, di disoccupazione.

Ci sono regioni che hanno processi telematizzati per l’esenzione ticket e regioni che invece ancora forniscono moduli cartacei da consegnare negli uffici.

Bisognerà quindi informarsi con la propria Asl di riferimento qual è la procedura da seguire per essere inseriti nella lista e usufruire quindi dell’esenzione ticket sanitario. (Scopri tutti i bonus disponibili e come averli).

Potrebbero interessarti anche


Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp