Fabbrica irpina di fuochi pirotecnici distrutta da un'esplosione
Cronaca

Esplode una fabbrica di fuochi pirotecnici in Irpinia: un morto

Un morto nell’esplosione che ha coinvolto una fabbrica di fuochi pirotecnici in Irpinia, a Gesualdo. Sul posto carabinieri e ambulanza.

0
2' di lettura

E’ di un morto il bilancio dell’esplosione avvenuta in un deposito di fuochi pirotecnici a Gesualdo, in provincia di Avellino. A perdere la vita Michele D’Adamo, 50 anni, fuochista molto conosciuto in paese e nell’hinterland. La chiamata ai vigili del fuoco è arrivata intorno alle 15.30, anticipata da uno spaventoso boato che è stato sentito anche nei comuni limitrofi, a partire da Villamaina.

Alcune persone – spaventate dalla forte deflagrazione – sono corse subito in strada. C’è chi in un primo momento, complici gli attimi di forte concitazione, ha pensato a una scossa di terremoto. Poi il fuoco e le altre nuvole di fumo acre hanno rivelato l’incendio che si stava diffondendo.

Vigili del fuoco scavano fra le macerie...
I vigili del fuoco scavano fra le macerie alla ricerca di altri feriti

Esplode la fabbrica: arrivano i soccorsi

I soccorsi sono intervenuti in via Prima Traversa 4 Novembre, dove si trova il deposito distrutto dall’incendio. All’arrivo dei pompieri le fiamme avevano già divorato gran parte della struttura. Per sedare il fuoco, oltre alla squadra di Grottaminarda, ne è intervenuta un’altra dalla sede centrale di via Zigarelli ad Avellino.

A occuparsi dei rilievi i carabinieri artificieri e la Squadra di Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Avellino. Le fiamme, mentre vi stiamo scrivendo, sono ancora alte. Non si esclude la possibilità che nell’esplosione siano rimaste altre persone. I vigili del fuoco continuano a scavare fra le macerie. Intorno al luogo dell’esplosione, mentre i soccorritori sono alacremente a lavoro, si è creato un folto capannello di curiosi.

La struttura distrutta dall’esplosione è un deposito ricavato da un ex casa colonica e gestita da una ditta individuale che si occupa di fuochi d’artificio. Proprio la ditta di Michele D’Adamo. A Gesualdo è arrivato anche il procuratore capo presso la provincia di Avellino, Rosario Cantelmo. .

Il precedente in Irpinia: esplosa fabbrica a San Michele di Serino

Nel 2013 un altro deposito di fuochi pirotecnici era esploso a San Michele di Serino. Due persone erano rimaste ferite.

Fabbrica irpina di fuochi pirotecnici distrutta da un’esplosione

Articolo precedente

Esplode fabbrica fuochi d’artificio in Irpinia, un morto: video

Articolo successivo

Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti anche