Estinzione anticipata del prestito: costi e se conviene

Estinzione anticipata del prestito: vediamo quando è possibile e se conviene e quali sono i costo degli interessi e le eventuali penali da pagare. In genere è più conveniente quando il finanziamento è agli inizi. Non conviene se mancano invece poche rate per chiudere il contratto. I casi.

4' di lettura

C’è chi non riesce a pagare le rate e chi invece chiede l’estinzione anticipata del prestito. Mentre il primo va incontro a situazioni piuttosto complicate (e che potrebbero diventare spiacevoli), il secondo deve invece affrontare procedure a volte labirintiche e non sempre il pagamento anticipato delle rate si rivela conveniente. Anzi.

In questo articolo vediamo insieme come funziona l’estinzione anticipata del prestito, quanto costa (e quindi se conviene) e cosa bisogna restituire alle banche se si sceglie di eliminare il debito prima della scadenza delle rate.

Estinzione anticipata del prestito: come funziona

L’estinzione anticipata del prestito prevede, e si comprende, la restituzione del capitale residuo prima della scadenza del contratto. Capita più spesso di quanto immaginate. E questa operazione ha un costo per il cliente. Infatti dovrà comunque restituire alla banca o alla finanziaria che ha erogato il prestito il capitale residuo (e questo è pacifico), ma anche gli interessi che sono maturati fino a quel momento.

Estinzione anticipata del prestito: il calcolo

Proprio per questo motivo, prima di andare in banca e chiedere l’estinzione anticipata del prestito è preferibile fare due conti e calcolare la quota che si deve restituire alla banca.

Come fare?

Verificate prima di tutto nel contratto com’è la situazione del finanziamento. In questo modo potrete capire fino all’ultimo euro a quanto ammonta il capitale residuo, ma anche gli interessi che devono ancora essere versati all’istituto finanziario.

Avrete così un quadro più dettagliato della situazione.

Estinzione anticipata del prestito: quando conviene e quando no

In linea di principio comunque (a rigor di logica si sarebbe detto qualche anno fa), l’estinzione anticipata di un prestito ha una sua netta convenienza se il debitore si trova ancora nelle fasi iniziali del finanziamento e quindi ha davanti a s’è ancora una lunga strada costellata da interessi.

Se invece il debito lo ha già restituito in larga parte (insieme agli interessi), anticipare l’estinzione del prestito potrebbe non essere una opzione così conveniente.

Soprattutto per un motivo: il mancato versamento di quegli interessi si tramutano poi in penali da pagare alla banca o alla finanziaria.

E cioè, se siete a poche rate dalla fine del prestito, lasciate perdere. Meglio continuare a pagarle che chiedere l’estinzione anticipata.

Come si dice in questi casi? Questione di penale.

Estinzione anticipata del prestito: quando conviene

E quindi chi chiede l’estinzione anticipata del prestito deve affrontare queste spese:

  • pagamento capitale residui
  • pagamento degli interessi maturati
  • pagamento di una penale

Cioè, sembra un paradosso, si paga una mora perché il debito è stato ripianato con troppo anticipo rispetto a quello che prevedeva il contratto.

La penale sull’estinzione anticipata del prestito non è stata inserita da molto. La clausola è stata introdotta con la riforma del credito al consumo il primo giugno del 2013.

Questa penale o indennizzo viene così calcolata:

  • 1% dell’importo rimborsato in anticipo se il residuo è superiore a un anno di contratto;
  • 0,5% dell’importo rimborsato se il residuo è pari o inferiore a un anno di contratto.

Ma ci sono anche casi di estinzione anticipata del prestito che non prevedono per banche o finanziarie. Eccoli:

quando l’importo che viene rimborsato in anticipo corrisponde all’intero debito residuo;

quando l’importo rimborsato in anticipo è pari o inferiore a 10.000 euro;

quando il rimborso viene effettuato in esecuzione di un contratto con una assicurazione a garanzia del credito.

Estinzione anticipata del prestito: le banche devono restituire

Quando c’è l’estinzione anticipata del prestito anche le banche o le finanziarie devono restituire qualcosa:

  • interessi;
  • premi assicurativi;
  • alcune commissioni (istruttoria, intermediazione, recurring)

L’estinzione anticipata del prestito è possibile in tutti i contratti di credito. Anche per la cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

Il finanziamento non deve però essere inferiore a 200 euro o superiore a 75mila.

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie