Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Ex Bonus Renzi marzo: nuova data, ecco per chi

Ex Bonus Renzi marzo: nuova data, ecco per chi

Ex Bonus Renzi dal 30 marzo 2023. Scopri nell'approfondimento chi attende questo nuovo accredito dell'Ex Bonus Renzi, quali sono i requisiti per ottenerlo e di quale importo si tratta.

di Imma Duni

Marzo 2023

Ex Bonus Renzi dal 30 marzo 2023. Scopri chi attende il nuovo accredito dell’Ex Bonus Renzi, quali sono i requisiti per ottenerlo e di quale importo si tratta (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Ex Bonus Renzi dal 30 marzo 2023: a chi spetta

Una serie di ritardi nei pagamenti di Bonus e sussidi ha caratterizzato, in negativo, la fine del mese di marzo.

Oggi arriva il nuovo decreto con la descrizione dei nuovi Bonus sociali che partiranno da aprile e anche un nuovo Bonus riscaldamento previsto per ottobre.

Nuove date e pagamenti per il Bonus 150 euro più il Bonus 200 euro per i liberi professionisti senza partita Iva.

Tra pochi giorni, il 30 e il 31 marzo, arriverà laccredito ritardatario della Naspi, per alcuni disoccupati, con annesso ex Bonus Renzi (trattamento integrativo). La prima data di pagamento utile di accredito della Naspi è stata l’8 marzo.

Ma la data è uguale per tutti o varia da caso a caso? La data di bonifico non è uguale per tutti. L’8 marzo è la data iniziale in cui sono partiti i versamenti, ma non tutti ricevono i soldi nel primo giorno di disponibilità del pagamento.

La data può variare, da persona a persona, a partire dall’8 marzo a seguire nei giorni successivi. Quindi, se il bonifico dovesse tardare, niente paura, è solo questione di giorni.

La Naspi di marzo è relativa alla disoccupazione di febbraio. Per scoprire la data del tuo pagamento recati sul sito dell’INPS e clicca sulla tua area privata MyInps, entrando con la tua identità digitale.

Una volta entrato nella tua area privata, clicca su:

In questo modo potrai scoprire in quale data di marzo arriverà la tua Naspi.

Chi non ha dimestichezza con il computer, può rivolgersi a un CAF o patronato convenzionato. In alternativa, può chiamare il Contact Center dell’INPS al numero 803 164 gratuitamente da rete fissa o al numero 06 164 164 a pagamento da rete mobile.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Ex Bonus Renzi dal 30 marzo 2023: requisiti per ottenerlo

Le categorie di lavoratori a cui spetta l’ex Bonus Renzi nel 2023 sono:

Anche i pensionati hanno diritto al Bonus, a patto che non ricevano altri trattamenti risarcitori o assistenziali come il Reddito di cittadinanza o rendite Inail legate a infortuni sul lavoro.

L’ex Bonus Renzi si riceve in automatico in busta paga e non c’è bisogno di presentare alcuna domanda.

I requisiti per ottenere il trattamento sono i seguenti:

Questa agevolazione, dunque, è godibile nella sua totalità, solo dalle famiglie che hanno un reddito annuo inferiore o pari ai 15 mila euro annui.

Se il reddito della tua famiglia, invece, va tra i 15.000 e i 28.000 euro, non potrai più ottenere l’ex Bonus Renzi, salvo alcune eccezioni.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Ex Bonus Renzi marzo
Ex Bonus Renzi dal 30 marzo 2023 marzo. In foto alcune banconote in una mano.

Ex Bonus Renzi dal 30 marzo 2023: qual è l’importo

Come funziona l’ex Bonus Renzi dal 30 marzo 2023, per i redditi compresi tra i 15.000 e i 28.000 euro? In questo caso potrebbe essere riconosciuto, sempre per un massimo di 1.200 euro annui, ma con un ulteriore calcolo: il totale delle detrazioni spettanti al lavoratore, che dovrà essere superiore all’imposta lorda. 

In questo modo la tua famiglia potrà pagare meno tasse e godere di questa agevolazione.

Se la tua famiglia percepisce un reddito tra i 15.000 e 28.000 euro, non potrai essere certo al 100% di ricevere l’ex Bonus Renzi in busta paga.

Ti converrà chiedere al tuo commercialista o al tuo patronato di fiducia, perché nel caso in cui dovessi ricevere indebitamente l’ex bonus Renzi in busta paga, successivamente potresti essere costretto a restituirlo in un’unica soluzione.

Sono esclusi dall’ex Bonus Renzi dal 30 marzo 2023 tutti i lavoratori dipendenti che percepiscono un reddito annuo tra 15.001 euro e 28.000 euro.

Questi ultimi avranno diritto all’ex Bonus Renzi solo se il totale delle detrazioni di seguito indicate, sia superiore al totale dell’imposta lorda:

Consigliamo di revocare il trattamento se il tuo reddito è inferiore a 8.174 euro e superiore a 15.000 euro, per non rischiare di dover poi restituire tutte le somme indebitamente percepite.

Potrai sempre recuperarlo sulla dichiarazione dei redditi 730 o ex modello Unico dell’anno prossimo. Il trattamento integrativo 2023 può essere ricevuto mese per mese in busta paga. Lo si può ricevere anche a conguaglio a fine anno da parte del datore di lavoro.

Abbiamo visto a chi spetta l’ex Bonus Renzi dal 30 marzo 2023. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp