Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Bonus fiscali » Fisco e tasse / Ex Bonus Renzi: come recuperarlo sul 730

Ex Bonus Renzi: come recuperarlo sul 730

Come recuperare l’ex Bonus Renzi sul 730? Ecco la procedura da seguire e chi ha diritto al Trattamento Integrativo quest'anno.

di Carmine Roca

Maggio 2024

In questo approfondimento vedremo insieme come recuperare l’ex Bonus Renzi sul 730 (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è l’ex Bonus Renzi?

L’ex Bonus Renzi, ora Bonus IRPEF o Trattamento Integrativo, è una prestazione economica che spetta, generalmente in busta paga, ai lavoratori dipendenti.

Dagli 80 euro previsti ai tempi in cui è stata introdotta la misura, con gli anni si è arrivati ai 100 euro attuali (1.200 euro annui), erogati soltanto a chi possiede un reddito non superiore a 15.000 euro annui.

In presenza di determinate detrazioni con importi specifici, il Trattamento Integrativo viene erogato anche a chi ha un reddito tra 15.000 e 28.000 euro annui.

Come recuperare l’ex Bonus Renzi sul 730?

Non sempre, però, il dipendente richiede il Bonus IRPEF in busta paga. Capita quando non si abbia la certezza assoluta di averne diritto. Per evitare di doverlo restituire a conguaglio, si può richiedere di recuperare la somma totale tramite dichiarazione dei redditi.

Ma come ottenere il Bonus IRPEF sul 730 nel 2024? Come recuperarlo nel caso in cui il datore di lavoro o l’INPS non l’hanno erogato?

Prima di tutto bisogna presentare la dichiarazione dei redditi, con la quale si prenderà in considerazione quanto percepito dal 1° gennaio al 31 dicembre 2023.

Nel modello 730 del 2024 si dichiarerà quanto incassato nel 2023, inserendo anche eventuali spese rientranti negli articoli 12 e 13 del TUIR.

Ricordiamo che, la dichiarazione dei redditi dei lavoratori dipendenti tramite modello 730 è stata messa a disposizione a partire dal 30 aprile 2024, ma soltanto a partire dall’11 maggio 2024 è possibile procedere all’invio della documentazione.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Quando restituiscono l’ex Bonus Renzi?

Per quanto riguarda le tempistiche di erogazione dell’ex Bonus Renzi è opportuno sapere che prima si presenta la dichiarazione dei redditi e prima si riceverà il Trattamento Integrativo (oltre al rimborso IRPEF spettante).

Di solito occorrono almeno 2 mesi dalla presentazione della dichiarazione dei redditi all’erogazione dei rimborsi. Quindi chi presenterà la documentazione entro maggio, riceverà l’ex Bonus Renzi nella busta paga di luglio.

A chi spetta l’ex Bonus Renzi nel 2024?

L’ex Bonus Renzi, come visto in precedenza, non spetta a tutti, ma soltanto:

Inoltre, il Trattamento Integrativo può essere concesso anche a chi possiede un reddito superiore a 15.000 euro e non superiore a 28.000 euro, ma soltanto se la somma delle seguenti detrazioni, spettanti per l’anno di imposta 2023, siano di importo superiore all’imposta lorda:

Come recuperare l’ex Bonus Renzi sul 730
Come recuperare l’ex Bonus Renzi sul 730: in foto una calcolatrice e un modello per la dichiarazione dei redditi.

    Faq sull’ex Bonus Renzi nel 2024

    Quando finisce la Naspi finisce anche il Trattamento Integrativo?

    La durata della Naspi e del Trattamento integrativo non è sempre la stessa. La Naspi è una prestazione di disoccupazione erogata per un periodo determinato, mentre il Trattamento integrativo potrebbe avere una durata diversa.

    Solitamente, il Trattamento integrativo cessa di essere erogato alla scadenza della Naspi. Tuttavia, è essenziale verificare le specifiche normative e le condizioni applicabili nel tuo caso particolare.

    Il Bonus Irpef (ex Bonus Renzi) va richiesto inviando domanda?

    No, il lavoratore non deve inviare alcuna richiesta per ricevere il Bonus Irpef, questo infatti viene automaticamente pagato in busta paga.

    Cosa succede se il lavoratore incapiente riceve l’ex Bonus Renzi in busta paga?

    In questo caso, il lavoratore incapiente, ovvero colui che registra detrazioni IRPEF da lavoro dipendente maggiori rispetto all’imposta lorda dovuta, sarà costretto a restituirlo presentando il modello 730, a causa dell’errore del suo datore di lavoro, che gli ha erogato il trattamento integrativo, senza che questo gli spettasse.

    Come controllare le date di pagamento dell’ex Bonus Renzi?

    Le date di pagamento del trattamento integrativo si controllano sul fascicolo previdenziale del cittadino:

    L’ex Bonus Renzi viene calcolato sul reddito lordo o netto?

    Il Trattamento Integrativo è calcolato sul reddito annuo lordo dell’avente diritto. È possibile verificare se il Bonus sia stato percepito correttamente a fine anno, oppure in fase di conguaglio. È altrettanto possibile modificare con la dichiarazione dei redditi, se il Trattamento Integrativo risulti:

    Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

    Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

    Canale Telegram

    Gruppo WhatsApp