Ex Bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre: ecco per chi

L’ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre: ecco chi lo riceverà, come controllare l'accredito e tutte le ultime novità sulla misura.

6' di lettura

Buone notizie, continuano i pagamenti Inps del mese. Nello specifico è previso l’ex bonus Renzi, in arrivo dal 16 novembre per i percettori dell’indennità di disoccupazione Naspi (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre, per chi

Continuano ad arrivare i pagamenti Inps del mese di novembre. Siamo partiti con gli accrediti della Social Card, o carta acquisti per i soggetti in difficoltà economica, e abbiamo continuato a vedere date per la Naspi e il bonus 200 euro sulle indennità di disoccupazione.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza dal 15 novembre: lavorazioni quando?

Mentre sembra ormai certa al 100% la data della prossima ricarica di reddito di cittadinanza per chi percepisce per la prima volta il sussidio, ha chiesto il rinnovo a ottobre o attende gli arretrati (compresi quelli di metà ottobre), è uscita una nuova data di pagamento sui fascicoli online dei cittadini: l’ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre.

Si tratta di una prestazione economica del valore di 100 euro, conosciuta anche come bonus Irpef 100 euro, che viene corrisposta ai lavoratori dipendenti in busta paga e ai titolari dell’indennità di disoccupazione Naspi. Andiamo a scoprire nel dettaglio come si può verificare la data di accredito e in cosa consiste la misura.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre, come verificare il pagamento

Il pagamento dell’ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre potrete verificarlo voi stessi sul vostro Fascicolo Previdenziale Inps. Come? Semplice: potrete accedere ai servizi My Inps con una delle tre identità digitali, quali:

  • il Sistema Pubblico di Identità Digitale – SPID
  • la Carta di Identità Elettronica – CIE
  • la Carta Nazionale dei Servizi – CNS

Una volta effettuato l’accesso dovrete accedere nell’area “prestazioni e pagamenti” e selezionare la “prestazione”. Ora potrete vedere l’accredito.

Leggi anche: Quando arriva il Decreto Aiuti 4? Calendario e cosa manca

Ricordiamo che il PIN di Inps non è più utilizzabile dallo scorso 30 settembre 2021, pertanto, invitiamo chiunque non si sia ancora munito di un’identità digitale a richiederla. La CIE potrà essere richiesta al Comune, prenotando un appuntamento sul sito del Ministero dell’Interno, la CNS deve essere richiesta all’Agenzia delle Entrate e lo SPID a uno tra questi identity provider.

Leggi anche: Il governo: premio di risultato fino a 3000 euro senza tasse

Attenzione, però, perché i pagamenti Inps dell’ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre, non arriveranno per tutti il prossimo mercoledì, ma continueranno ad essere corrisposti anche nelle giornate seguenti, fino alla fine del mese.

Gli accrediti, infatti, variano da persona a persona e potrete visualizzare la data esatta di pagamento sempre nel vostro fascicolo online del cittadino. Pertanto, non disperatevi se l’ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre non apparirà nella vostra area dedicata, poiché se ne avete diritto usciranno nuove date un po’ più in là nel tempo.

Leggi anche: Tredicesima in busta paga più ricca a dicembre per loro

Ex bonus Renzi in arrivo dal 16, gli importi corrisposti

Dobbiamo sottolineare che per l’ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre, gli importi corrisposti non saranno uguali per tutti. C’è chi riceverà l’importo pieno, di 100 euro, ma c’è anche chi riceverà 75 euro circa. Come mai? La risposta è contenuta nella Circolare n. 67 del 29 maggio 2014 dell’Inps, in cui si afferma:

Nel caso delle prestazioni a sostegno del reddito, sia quelle erogate in costanza di rapporto di lavoro che quelle erogate a seguito di cessazione dello stesso, la precitata circolare n. 9/E precisa che per le indennità erogate dall’Istituto le detrazioni spettano in relazione ai giorni indennizzati, ad esempio, per l’indennità di disoccupazione, con riferimento ai giorni di erogazione della prestazione. In ossequio alla normativa vigente l’Istituto, in qualità di sostituto di imposta, è tenuto a riconoscere in via automatica il credito determinando la spettanza ed il relativo importo sulla base dei dati a disposizione riguardanti i redditi percepiti dal lavoratore, quali i dati relativi alle prestazioni erogate ed i dati desunti dal casellario delle pensioni.”

Leggi anche: Bonus libri 2022/23: regioni, domande e link utili

In parole povere, il bonus Irpef destinato al cittadino che percepisce l’indennità di disoccupazione sarà calcolato con riferimento ai giorni di erogazione della prestazione. Ecco perché l’ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre potrà essere di 100 euro, di 80 o di 70.

Andiamo, ora, a scoprire qualcosa in più sulla misura.

ex bonus renzi in arrivo dal 16 novembre
ex bonus renzi in arrivo dal 16 novembre ecco a chi

L’ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre, ecco com’è cambiata la misura nel tempo

L’ex bonus Renzi in arrivo dal 16 novembre si chiama così perché prende il nome dal suo ideatore: Matteo Renzi, che aveva introdotto questo aiuto economico in busta paga con la Legge di Stabilità del 2015, del valore di 80 euro.

Tale sussidio è stato elevato a 100 euro nel 2020, durante la pandemia di coronavirus e, tale decisione è stata poi confermata in Legge di Bilancio 2021. L’ex bonus Renzi, divenuto ufficialmente bonus Irpef nel 2021, poteva essere corrisposto solamente a chi aveva redditi entro i 28 mila euro. Con la Legge di Bilancio 2022, però, è stato abbassato il limite reddituale a 15 mila euro.

Leggi anche: Come sapere se avrò i 150 euro: la tabella

Per ora non sono previste ulteriori modificazioni da apportare al bonus Irpef di 1.200 euro l’anno, che resterà invariato nel 2023.

Ricordiamo nuovamente che gli accrediti del sostegno continueranno ad arrivare fino alla fine del mese corrente, quindi, non abbiate fretta: se non arriverà il 16, vi sarà corrisposto più avanti.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie