Caputo: al Tilt gli artisti li scegliamo col pubblico. Sarà Revolution

felice caputo tilt
2' di lettura

Felice Caputo, direttore artistico e co-proprietario del Tilt di Avellino, ci parla di un progetto che sta prendendo piede nel suo locale. L’iniziativa di creare un palinsesto di artisti col la collaborazione di chi il Tilt lo frequenta ogni giorno. Un’iniziativa che anche sui social ha raccolto molto successo e ha premiato il solido progetto costruito, dai ragazzi del Tilt, in questi anni. (Qui leggi l’intervista a Felice Caputo)

L’iniziativa

“La voglia, il desiderio -quasi fisiologico- di creare un polo attrattivo, una casa della musica, delle arti e del divertimento – inizia Felice – nasce subito dopo le esperienze con festival e associazioni culturali. Abbiamo fatto in modo di incrociare le competenze e lo studio continuo, del contesto locale e nazionale, con la nostra curiosità. In modo da essere sempre preparati e professionali.

Il movimento che ne è conseguito e che abbiamo creato negli anni, insieme alle genti d’Irpinia e degli “Stati Uniti della Campania“, è qualcosa di storico e meraviglioso. C’è la sensazione di crescita continua. E questo nostro lavoro di “portatori di bellezza” ci regala le soddisfazioni più importanti della nostra vita”.

Un progetto in continua crescita

“Il progetto Tilt – continua – è dinamico e in espansione continua. Basti pensare a tutte le occasioni -soprattutto estive- che ci vedono protagonisti fuori dalle nostre mura in Irpinia e sempre più spesso nel Meridione. La collaborazione con realtà territoriali, quali amministrazioni, forum dei giovani, comitati, associazioni. Poi con operatori del settore, quei visionari di Fitz e tanti altri, diventa benzina sul fuoco nei nostri motori.

Si cresce solo tutti insieme, con il gusto e lo scopo di mettere Avellino, e la provincia intera, al centro di movimenti nazionali ed internazionali. Rendendo, così, speciali i ricordi di chi sta spalla a spalla con tutti noi. E dando possibilità continue a chi ha cose da dire”, dice Felice.

Revolution, una nuova stagione

“Quest’anno – afferma -, dopo le partenze e le mille soddisfazioni, non ci fermeremo su quello che già abbiamo. Scommetteremo su tante proposte nuove. Il claim di questa stagione sarà “Revolution”.

Continueremo a curiosare tra gli artisti emergenti che ben presto diventeranno grandi. Ci confronteremo in continuazione con la nostra grande famiglia Tilt per accontentare i gusti e le passioni di tutti. È regalando un’emozione diversa a ognuno di noi, che saremo certi di far sentire a casa tutti. Almeno per un attimo. In fondo, senza gioia, senza entusiasmo e voglia di incontrarsi questo lavoro non avrebbe senso”, conclude.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!