Fermato con un chilo di droga in pancia: abitava ad Avellino

2' di lettura

Oltre un chilo di eroina in ovuli nascosti nello stomaco. Un film già visto. Questa volta la finanza di Trento ha fermato un 26enne nigeriano che risiede ad Avellino. L’indagato viaggiava su un treno che proveniva dalla Germania ed era diretto a Bologna.

Una sigaretta gli è stata fatale

Una sosta di troppo. Il 26enne si era fermato a fumare una sigaretta alla stazione di Trento. Ma quei minuti gli sono stati fatali. Un cane antidroga dei finanzieri, Apiol, lo ha puntato.

Il ragazzo è risalito sul treno. I militari, dopo aver avvertito la polizia ferroviaria di Verona, lo hanno seguito e fermato. La perquisizione ha dato esito negativo. Ma il cane continuava a puntare il 26enne.

I finanzieri lo hanno portato all’ospedale di Trento. La radiografia ha rivelato tutto: 76 ovuli di eroina nascosti nello stomaco. Il ragazzo nigeriano è stato arrestato: dovrà rispondere traffico internazionale di droga. Gli accertamenti hanno rivelato che il 26enne era ospitato da Avellino. Si era allontano dalla città diversi giorni fa, facendo perdere le sue tracce.

Un corriere: caccia all’organizzazione

Un corriere che, con molte probabilità, lavorava per un’organizzazione criminale. Uno dei tanti ragazzi immigrati di cui la malavita si serve. Prezzi irrisori, rischi contenuti. Anche perché, interrogati, i corrieri difficilmente parlano.

Non si esclude neppure la pista che porta alla mafia nigeriana. Oggetto di un’approfondita inchiesta del Corriere della Sera.

Un’organizzazione criminale, prima sviluppata soprattutto in Sicilia, che ora si sta diffondendo in tutti i grandi capoluoghi della penisola. Il mercato di riferimento è proprio quello dell’eroina. I tanti africani che arrivano in Italia, disposti a tutto pur di guadagnare, diventano il serbatoio ideale per la manovalanza che serve ai vertici dell’organizzazione.

Corrieri o piccoli spacciatori che si dividono alcune delle più importanti piazze di droga: da Palermo fino proprio a Bologna. E comprano lo stupefacente fuori dall’Italia: proprio in Germania o dagli Stati dell’Europa dell’Est. Negli anni, anche le tecniche per occultare gli ovuli di eroina sono diventate più sofisticate. A partire da ovuli piccoli cinque grammi, trattati con bicarbonato, acqua e carta cartone, duri come sassi e difficili da individuare anche dagli esami ai raggi x. Droga invisibile che va a soddisfare una domanda, in costante espansione. Complice prezzi irrisori che rendono gli stupefacenti disponibili anche per gruppi di giovanissimi.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie