Fermo amministrativo 1000 euro: cosa cambia?

Fermo amministrativo 1000 euro: vediamo insieme cosa succede quando il debito contratto non supera i 1000 euro.

3' di lettura

Fermo amministrativo 1000 euro: cosa succede quando il debito a causa del quale scatta la forma di riscossione non supera i 1000 euro? Continua a leggerci per trovare risposta a dubbi e domande (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Come funziona il fermo amministrativo

Prima di procedere con i casi specifici – e in particolare con il fermo amministrativo 1000 euro – è necessario partire facendo chiarezza su questa forma di riscossione. 

Come ti abbiamo illustrato in altri approfondimenti, si tratta di un atto che si rende necessario per recuperare crediti in caso di mancati pagamenti.

La sua seconda funzione è quella di “sanzione accessoria” per alcune infrazioni stradali.

Il fermo amministrativo comporta il divieto della circolazione del mezzo (non solo auto) fino al momento in cui il debito verrà saldato o non si ottiene la cancellazione del blocco.

Il mezzo in questione quindi:

  • non può circolare, pena una sanzione amministrativa;
  • non può essere radiato dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico);
  • deve essere custodito in un luogo che non sia di pubblico passaggio.

Come abbiamo visto in questo articolo, il mezzo può essere venduto a patto che il nuovo proprietario sia a conoscenza del debito e rispetti il divieto di circolazione.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Fermo amministrativo 1000 euro: cosa cambia

Veniamo ora alla domanda in apertura: cosa cambia quando il debito della misura di riscossione non supera i 1000 euro? 

Dal momento che siamo in presenza di un atto di recupero crediti, il fermo amministrativo viene comunicato ed eseguito dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione (ex Equitalia).

Quest’ultima invia al debitore una cartella con il riepilogo delle somme dovute che vale come un’intimazione al pagamento entro 60 giorni effettivi dalla notifica.

Se il cittadino non salda il debito entro la data stabilita e non ottiene rateizzazione, sospensione o annullamento del debito, si procede con il recupero crediti.

Fermo amministrativo 1000 euro: cosa cambia?
Fermo amministrativo 1000 euro: cosa cambia?

Subentra quindi una distinzione di procedure sulla base dell’importo del debito ed entra in campo il “fermo auto 1000 euro”.

Infatti, se il debito non supera i 1000 euro, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione non proseguirà con le esecuzione se non sono trascorsi almeno 120 giorni dall’invio del riepilogo delle somme dovute.

In sostanza, contrariamente a quanto avviene generalmente, per debiti sotto i 1000 euro si avrà il doppio del tempo per mettersi in regola prima che scatti l’esecuzione del fermo amministrativo.

A questo punto si riceverà il cosiddetto preavviso di fermo che concede altri 30 giorni per saldare, rateizzare o cancellare il debito prima che subentri il blocco di circolazione.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi sul fermo amministrativo 1000 euro non esitare a scriverci su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie