Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Diritto » Fisco e tasse » Invalidità Civile / Fermo amministrativo e invalidità civile

Fermo amministrativo e invalidità civile

Fermo amministrativo e invalidità civile: scopri se le persone invalide possono ricevere il fermo amministrativo e cosa possono fare se accade.

di Romina Cardia

Gennaio 2024

In questo approfondimento parliamo di fermo amministrativo e invalidità civile (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Fermo amministrativo e invalidità civile: è possibile

In alcuni casi, è possibile ritrovarsi nella situazione di fermo amministrativo e invalidità civile.

Il fermo amministrativo, un’azione riservata a situazioni ben specifiche, viene messo in atto solamente in due circostanze principali:

L’Agenzia delle Entrate, di fronte a tali circostanze, attua le cosiddette “ganasce fiscali“, un atto formale di fermo amministrativo.

Questa mossa rappresenta un ultimatum per coloro che, nonostante sollecitazioni ripetute al pagamento di multe o bollo auto, non hanno regolarizzato il debito.

Una volta applicate le “ganasce”, che impediscono al veicolo di essere utilizzato o parcheggiato su suolo pubblico, la loro rimozione avviene solo quando il proprietario del veicolo salda il debito pendente.

Tuttavia, il fermo amministrativo per veicoli disabili presenta particolarità, argomento che esploreremo nel paragrafo successivo.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Funzionamento del fermo amministrativo e invalidità civile

Se ti trovi con un fermo amministrativo per veicoli disabili, è tuo diritto sapere che, per legge, l’Agenzia delle Entrate non può applicare le “ganasce fiscali” ai veicoli destinati all’uso di persone con disabilità.

Nel caso in cui, nonostante questa limitazione, il fermo amministrativo venga applicato e la disposizione sia già iscritta a ruolo, spetta al proprietario o al familiare che si occupa dell’individuo con disabilità richiedere la sua cancellazione.

La richiesta di cancellazione può essere presentata in tre modi:

Nei prossimi paragrafi, esamineremo il modello da compilare, come farlo correttamente e quali documenti allegare.

Scopri se si può pignorare l’auto di una persona con disabilità.

Modello e compilazione per la cancellazione del fermo amministrativo e disabilità

Per richiedere la cancellazione del fermo amministrativo per veicoli di disabili, è necessario compilare il Modello F3, noto anche come “Istanza di annullamento del preavviso/cancellazione iscrizione di fermo su veicolo a uso di persone diversamente abili.”

Disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il modello richiede l’inserimento dei dati anagrafici e la selezione di una delle seguenti opzioni:

Il Modello F3 deve essere corredato da documentazione specifica: vediamo qual è.

Fermo amministrativo e liberatoria: ecco quando e da chi viene emessa la liberatoria per revocare il fermo amministrativo su un veicolo.

Documenti necessari per la cancellazione del fermo amministrativo e invalidità civile

Al Modello F3 dovrai allegare documentazione che dimostri che il veicolo è utilizzato per il trasporto di una persona con disabilità. Questi documenti includono:

Nel caso in cui il veicolo non sia di proprietà del disabile ma del familiare che se ne occupa, è necessario evidenziare tali dettagli nella richiesta di cancellazione.

È possibile il fermo amministrativo dell’auto con più di 10 anni? Scopriamolo insieme.

fermo amministrativo e invalidità civile
Fermo amministrativo e invalidità civile. Nella foto: “ganasce fiscali” su un’automobile.

Compilazione accurata della domanda di cancellazione del fermo amministrativo e invalidità civile

Durante la compilazione della domanda di cancellazione del fermo amministrativo per veicoli di disabili, è importante prestare attenzione ai dettagli per evitare il rischio di rigetto da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Se il veicolo è di proprietà del familiare che assiste il disabile, è necessario attestare che il disabile sia fiscalmente a carico dell’acquirente, presentando la copia dell’ultima dichiarazione dei redditi o un’autocertificazione.

Un altro aspetto da considerare riguarda il contrassegno auto per disabili. Anche in questo caso, è essenziale allegare un’autocertificazione del familiare che assiste il disabile, dichiarando la validità del pass ottenuto mediante richiesta al Comune di appartenenza.

Fermo amministrativo con un figlio disabile: come funziona? Scopriamolo insieme.

Le auto delle persone disabili possono essere pignorate?

È fondamentale proteggere i diritti delle persone disabili, ma i creditori hanno il diritto di essere pagati anche se il debitore è disabile. Le persone con disabilità devono assumersi la responsabilità dei debiti contratti.

Secondo la Legge sul pignoramento di beni di persone disabili, immobili e altri beni possono essere pignorati senza eccezioni, tranne l’auto, considerata cruciale per l’autonomia. Il pignoramento dell’auto dipende dal tipo di creditore.

Le auto di persone disabili si dividono in due categorie:

I creditori privati possono pignorare entrambe le categorie, ma l’Agenzia delle Entrate non ha restrizioni specifiche.

In caso di pignoramento dell’auto di una persona disabile, la Legge impone limitazioni sulla tipologia di veicolo.

Deve essere uno strumento essenziale per la mobilità e l’autonomia personale, con alcune auto, come quelle con sistemi di guida adattati, escluse dal pignoramento.

FAQ sul fermo amministrativo e invalidità civile

Il fermo amministrativo può andare in prescrizione?

No, il fermo amministrativo su un veicolo non va mai in prescrizione. È infatti una nota che viene registrata nel Pubblico Registro Automobilistico (PRA) fino a quando il debito non viene completamente estinto.

Posso vendere un veicolo con fermo amministrativo?

Il fermo amministrativo si applica al veicolo e non al conducente, quindi è possibile vendere una moto o un motorino con fermo amministrativo, informandone il nuovo proprietario. In questo caso, il fermo al veicolo resta attivo e il nuovo proprietario dovrà aspettarne la scadenza prima di poter circolare.

Cosa succede se continuo a circolare con un fermo amministrativo?

Circolare con un fermo amministrativo può comportare sanzioni e ulteriori conseguenze legali.

Cosa accade se il debito non viene pagato durante il fermo amministrativo?

Se il debito non viene pagato durante il fermo amministrativo, le autorità possono procedere con ulteriori azioni legali per recuperare il debito, incluso il pignoramento del veicolo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul fisco e sulle tasse:

Pignoramento a chi non ha nulla: cosa possono togliermi

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp