Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse » Gestione del Debito » Servizi Finanziari / Fermo amministrativo liberatoria

Fermo amministrativo liberatoria

Fermo amministrativo e liberatoria: quando e da chi viene emessa la liberatoria per revocare il fermo amministrativo su un veicolo? Ne parliamo in questo articolo.

di Carmine Roca

Dicembre 2023

In questo approfondimento vi parliamo di fermo amministrativo e liberatoria: ecco cosa sapere (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è il fermo amministrativo?

Il fermo amministrativo è la misura con cui le autorità competenti, come Comuni, Regioni, Stato, INPS, attraverso l’agente di riscossione (l’Agenzia delle Entrate Riscossione), blocca la circolazione di uno o più veicoli di proprietà del debitore, fino a quando non verrà saldato il debito.

Con questo provvedimento, il creditore si pone l’obiettivo di recuperare i crediti vantati, che possono derivare da tasse, sanzioni o tributi non pagati, come ad esempio le multe per violazioni del Codice della Strada.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Cosa succede al veicolo sottoposto a fermo amministrativo?

A seguito dell’iscrizione del fermo amministrativo, la disponibilità del veicolo è limitata fino a quando non sarà saldato il debito.

Il veicolo sottoposto a fermo amministrativo:

Inoltre, se il debitore non paga le somme contestate, l’Agenzia delle Entrate Riscossione potrà agire forzatamente per la vendita del veicolo.

Quando non è possibile sottoporre un veicolo a fermo amministrativo?

L’Agenzia delle Entrate Riscossione non può sottoporre a fermo amministrativo il veicolo che serve al trasporto di persone diversamente abili oppure il veicolo utilizzato per svolgere la propria attività lavorativa (bene strumentale).

In questi casi, il veicolo deve essere iscritto nell’elenco dei beni non sottoponibili a fermo amministrativo. In caso di iscrizione del fermo amministrativo su questi tipi di veicoli, l’Agenzia delle Entrate dovrà provvedere alla sua cancellazione.

Fermo amministrativo e liberatoria: cos’è?

Fino a quando non verrà saldato il debito, l’uso del veicolo, come visto in precedenza, verrà sanzionato.

In caso di rateizzazione o definizione agevolata di tutte le somme dovute, dopo il pagamento della prima rata, il fermo amministrativo verrà sospeso. Per la revoca è necessario saldare l’intero debito contratto (pagando fino all’ultima rata).

Una volta pagato il debito, per cancellare il fermo amministrativo è necessario sottoporre al PRA (il Pubblico Registro Automobilistico), la liberatoria emessa dall’agente di riscossione, in seguito al pagamento del debito.

Oltre alla liberatoria, che altro non è che il lasciapassare allo sblocco del veicolo sottoposto a fermo amministrativo, l’interessato dovrà presentare anche la quietanza di pagamento e il certificato di proprietà del veicolo.

L’interessato può anche decidere di affidarsi a un’agenzia di pratiche auto, che seguirà l’intera procedura della cancellazione del fermo amministrativo.

Come verificare se su un veicolo pende un fermo amministrativo?

Per verificare se un veicolo di proprietà è sottoposto a fermo amministrativo, basta collegarsi al portale dell’ACI, e accedere tramite SPID.

Anche attraverso la visura, utilizzando semplicemente la targa del veicolo è possibile verificare la presenza di provvedimenti sul veicolo.

Fermo amministrativo e liberatoria
Fermo amministrativo e liberatoria: in foto il modellino di auto “protetto” dalle mani di un uomo.

Faq sul fermo amministrativo

È rilevante l’anno di immatricolazione dell’auto sottoposta a fermo amministrativo?

No, quando si applica il fermo amministrativo, l’anno di immatricolazione del veicolo non è rilevante. In pratica, si può iscrivere il fermo su un’auto nuova, o “vecchia” di 5, 10, 15 anni e così via.

Il fermo amministrativo può andare in prescrizione?

No, il fermo amministrativo su un veicolo non va mai in prescrizione. È infatti una nota che viene registrata nel Pubblico Registro Automobilistico (PRA) fino a quando il debito non viene completamente estinto.

Una moto con fermo amministrativo può circolare?

No, i veicoli sottoposti a fermo amministrativo non possono circolare in nessun caso. Il conducente rischia altre sanzioni, che trovate descritte nel paragrafo dedicato.

Cosa accade se il debito non viene pagato durante il fermo amministrativo?

Se il debito non viene pagato durante il fermo amministrativo, le autorità possono procedere con ulteriori azioni legali per recuperare il debito, incluso il pignoramento del veicolo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul fisco e sulle tasse:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp