Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Fermo amministrativo per moto e scooter: come toglierlo

Fermo amministrativo per moto e scooter: come toglierlo

Come funziona il fermo amministrativo per moto e scooter? Vediamolo insieme in questo approfondimento, in cui spieghiamo anche come ottenere la revoca del provvedimento.

di The Wam

Dicembre 2021

Il fermo amministrativo per moto e scooter può essere una diretta conseguenza del mancato pagamento di un pagamento dovuto ad amministrazioni ed enti pubblici, o di sanzioni per infrazioni stradali (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

In questo approfondimento cerchiamo di capire come funziona la procedura e come togliere le ganasce fiscali al tuo mezzo a due ruote.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Fermo amministrativo per moto e scooter: come funziona

Esattamente come accade per il fermo auto, anche il fermo amministrativo per moto e scooter dipende dal mancato pagamento di una cartella esattoriale o di una multa.

In questi casi infatti l’Agenzia delle Entrate-Riscossione può disporre il blocco di qualsiasi veicolo intestato all’interessato, compresi i mezzi a due ruote, tramite iscrizione del provvedimento nel Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Il veicolo in fermo amministrativo, nel nostro caso una moto o uno scooter, non potrà circolare, né essere radiato dal PRA.

Attenzione poi a un dettaglio non poco importante: possono essere oggetto di blocco solo i motocicli, in quanto i ciclomotori non sono beni registrati al PRA.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Come togliere il fermo amministrativo

L’unica valida soluzione per togliere il fermo amministrativo per moto e scooter consiste nel pagare la cifra dovuta.

Puoi saldare il debito in un’unica soluzione oppure a rate. In quest’ultimo caso, basterà versare la prima rata per poter ottenere una sospensione del fermo che non elimina il provvedimento ma permette almeno la circolazione su strada.

Per richiedere al PRA la sospensione del fermo amministrativo per moto e scooter dovrai presentare il relativo documento che avrai ottenuto dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione, il certificato di proprietà del mezzo e una marca da bollo del valore di 32,00 euro.

fermo amministrativo per moto
Fermo amministrativo per moto e scooter: come toglierlo.

Chi invece sceglie di saldare il debito in un unico pagamento potrà ottenere la cancellazione diretta del fermo amministrativo e avere nuovamente possesso del mezzo.

Ti ricordiamo che i provvedimenti di revoca del blocco emessi dopo l’1 gennaio 2020 sono notificati automaticamente dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione al PRA. Questo vuol dire che non dovrai presentarti allo sportello del PRA per cancellare il fermo amministrativo.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi su come togliere il fermo amministrativo per moto e scooter non esitare a scriverci su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp