Ferragosto Avellino 2019: ecco le luminarie da 40mila euro


2' di lettura

Il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, aveva annunciato un Ferragosto col botto. Fuochi e luminarie per tornare alle nostra tradizioni.

Nei circa 300mila euro a disposizione dell’amministrazione comunale del capoluogo irpino, infatti, sono rientrate anche spettacoli pirotecnici e luminarie. Dopo l’installazione dei primi pali nei giorni scorsi, questa mattina è iniziata la messa in opera delle luminarie lungo Corso Vittorio Emanuele. Nei prossimi giorni le luci saranno installate anche nel centro storico, a via Nappi. La settimana prossima è prevista l’inaugurazione e la prima accensione ufficiale.

Le luminarie ad Avellino

Il ritorno alle tradizioni è costato al comune di Avellino circa 60mila euro (38mila per le luminarie e 24mila per lo spettacolo pirotecnico). La tradizione delle luminarie, però, quando nasce?

Ad Avellino si ha traccia delle prime luminarie per festeggiare l’Assunzione di Maria, già a fine ‘800. Il 15 agosto del 1887, infatti, il comitato festa dell’epoca organizzò grandi festeggiamenti. Per la prima volta apparvero in città queste luminarie. Grandi strutture illuminate da tante lampadine. Nei festeggiamenti del 1898, invece, nacquero i primi spettacoli pirotecnici in città. Una tradizione, quella di luci e fuochi, che va avanti da anni con interruzioni e riprese e che gli avellinesi non hanno mai dimenticati.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!