Scandone, tutti insieme per salvare una passione lunga 71 anni

1' di lettura

Non sappiamo se l’iscrizione della Scandone al campionato di B sarà sufficiente per salvare i 71 anni di storia del basket ad Avellino. La società potrebbe portarsi dietro l’enorme mole di debiti, il che renderebbe impraticabile qualsiasi discorso sul suo futuro. Di certo la passione degli avellinesi per il glorioso sodalizio resta intatta. Molto meno quella di quanti si sono tirati indietro in questi giorni. Lasciando al sindaco Gianluca Festa, l’onere di iscrivere la squadra nel torneo cadetto. Una scelta che garantisce di avere almeno il tempo, e quindi la possibilità, di salvare il salvabile.

Del resto Festa – e lo sanno tutti – è visceralmente legato a quei colori. Ha fatto parte del roster che ha portato la squadra in A (la foto in alto).

La storia d’amore tra Avellino e il basket è un unicum in Campania (con l’esclusione di Caserta). Un po’ come la pallanuoto a Napoli, la pallavolo e la pallamano a Salerno, il rugby a Benevento.

Sorprende anche (ma fino a un certo punto), la scelta di De Cesare di non mantenere neppure l’impegno minimo di garantire l’iscrizione alla B.

Ma bisognerà farsene una ragione. Ripartire da zero e studiare le strategie necessarie per salvare il basket avellinese. Anche ricominciando dalla B, se possibile e nelle condizioni migliori. Cioè senza trascinarsi dietro il fardello di un debito monstre.

Ricominciare cercando di evitare certi errori. Come Siena, che dai fasti della supersquadra vincente ovunque e comunque sta collezionando fallimenti in serie dopo l’uscita del Montepaschi.

Ridimensionarsi per rinascere. Per riattivare nella città intera (compresa quella istituzionale), la voglia di salvaguardare un patrimonio che appartiene a tutti. Anche a quelli che non hanno mai visto una partita di basket.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie