Avellino, la notte di Festa: cori e fuochi d’artificio in piazza|VIDEO

4' di lettura

I cori, le danze, i fuochi d’artificio, la pioggia di champagne, l’uomo che ride al centro di Piazza Libertà e, stavolta, nessuno può schernirlo perché ride: Gianluca Festa è il nuovo sindaco di Avellino.

Festa sindaco: folla in Piazza Libertà

Bandiere, trombe, striscioni contro Cipriano. Intorno ci sono i volti dell’Avellino su cui Festa ha deciso di puntare forte.

Le periferie che ha citato più volte, un fortino di consensi che ora si materializza con un sorriso, un urlo, una pacca sulla schiena, un popolo che esplode al passaggio di ogni grande protagonista della vittoria che ognuno sente un po’ sua.

Angelo, Angelo!”, urlano i ragazzi della lista Vera, mentre l’onorevole Angelo D’Agostino, quello che per i denigratori di Cipriano era solo uno dei tanti speculatori che infoltiva le fila di Festa, viene sommerso dalla folla. Sorride e, con atteggiamento guascone, stremato commenta: “Ma dove volevano andare?”.

“Ora devono andare via”, gli fa eco una voce fra la folla.

Festa eletto: Pd a un bivio

E’ la sera della rivalsa. Per chi ha vissuto una campagna elettorale ad alta tensione, al centro delle polemiche, dove non sono mancati colpi bassi dall’uno e dall’altro lato. Chi vince si prende tutto, avevamo anticipato, e così è stato. Livio Petitto, che si è speso anima e corpo per questa vittoria, riassume il concetto mimando il gesto “andate via” in direzione del comitato di Cipriano. Ma siamo certi che anche in via Tagliamento il messaggio sia arrivato forte e chiaro.

Il popolo di Festa non risparmia insulti e goliardate all’indirizzo degli sconfitti che, per un beffardo gioco del destino, si trovano giusto dall’altra parte della piazza rispetto al comitato del vincitore. Qualcuno si affaccia anche dal balcone, raggiunto subito dalle urla, che li invita a scendere. Nessuno accetta. Dopo l’arrivo del sindaco – che viene sollevato sul muretto di una delle fontane di Piazza Libertà – è la folla ad avviarsi verso il comitato di Cipriano. Una simbolica presa della Bastiglia.

E sono tanti gli intrecci di questa vittoria, gli scontri personali, i cambiamenti che il trionfo di Festa di certo innescherà. A partire da via Tagliamento. E’ chiaro che questa vittoria, che appartiene anche a Umberto Del Basso De Caro e di conseguenza proprio a Livio Petitto, con molta probabilità genererà un terremoto nell’organizzazione del centro-sinistra cittadino. Il Pd – in Campania – ha vinto ovunque nei ballottaggi, eccetto che ad Avellino. E oggi, come un anno fa, la sconfitta ha i volti di chi da (troppo?) tempo gestisce trame e impone decisioni in via Tagliamento: fra gli altri Enzo De LucaValentina ParisRosetta D’Amelio. Ora sarà difficile per loro impedire un probabile “incasso” da parte dei vincitori di queste amministrative. Anche alla luce di quel rinnovamento invocato dal nuovo segretario Zingaretti, che non potrà ignorare lo scalpo con il quale si presenteranno da lui De Caro e Petitto. Con le regionali alle porte i passi falsi non sono ammessi.

Festa: “Ora rilanciamo Avellino”

Tutta da definire è anche la posizione di Maurizio Petracca, che si è speso in prima persona nel sostegno a Luca Cipriano, allontanandosi dall’area popolare di Ciriaco De Mita, con il quale è volato più di uno straccio. E il perdono, si sa, non è dote che il sindaco di Nusco possiede in abbondanza, soprattutto per chi ha deciso di fargli la guerra.

Per le analisi dettagliate ci sarà tempo, per ora c’è il riassunto fatto da un Festa sudato e senza voce, la giacca stropicciata, ma il sorriso disteso: “Ridaremo ad Avellino dignità e splendore. E garantiremo cinque anni di grandissima amministrazione. Sulle mie spalle ho l’onore e l’onere di rappresentare il mio popolo. Quel popolo che ha individuato in me la persona che può rilanciare Avellino. Abbiamo lottato contro i poteri forti, una stampa faziosa. Contro tre consiglieri regionali e un vicegovernatore che è entrato a gamba tesa. Ridaremo ad Avellino tutto quello che merita. Dedico questa vittoria a mio padre che non c’è più, ma è sempre con me”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie