Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti » Servizi Finanziari / Finanziamenti per l’agricoltura: come chiedere i contributi

Finanziamenti per l’agricoltura: come chiedere i contributi

Scopri quali sono i finanziamenti per l'agricoltura e come poterli ottenere.

di The Wam

Marzo 2022

Oggi parliamo dei finanziamenti per l’agricoltura per capire quali sono e a chi spettano (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Finanziamenti per l’agricoltura: cosa sono?

I finanziamenti per l’agricoltura sono una forma di prestito che viene data a lavoratori autonomi che svolgono la propria attività in campo agricolo.

Non sono un finanziamento classico, che può essere richiesto da chiunque, ma hanno dei requisiti ben specifici per essere ottenuti.

Se, quindi, ti serve un prestito standard, leggi qui come ottenerlo. Altrimenti continua nella lettura per scoprire quali sono i finanziamenti per l’agricoltura più diffusi.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Finanziamenti per l’agricoltura: il fondo perduto

Tra i migliori tipi di finanziamento per l’agricoltura ci sono i cosiddetti finanziamenti a fondo perduto. Per ottenerli bisogna partecipare a dei bandi che vengono pubblicati solitamente dai siti della Regione di residenza.

Questo tipo di prestito di permette di restituire solo una parte dell’importo. L’altra, invece, non dovrai rimborsarla.

Tra i vari fondi di questa categoria ci sono:

In alcune Regioni, come il Lazio, la Lombardia, la Toscana e il Friuli Venezia Giulia, sono attivi dei bandi che permettono di ricevere finanziamenti con una percentuale di fondo perduto del 40, 50 e addirittura del 100 per cento.

Finanziamenti per l’agricoltura: i finanziamenti agrari

Se si vuole accedere a forme di finanziamento più classiche, ci sono i «finanziamenti per l’agricoltura».

Per averli bisogna prima di tutto dimostrare di avere un’attività agricola avviata o, almeno, dei requisiti come il possesso di un terreno agricolo.

Sono finanziamenti per l’agricoltura abbastanza facili da avere e prevedono un rimborso piuttosto breve, al massimo 120 rate.

Per ottenerli basta rivolgersi ad una banca o ad una cassa rurale.

Tra i vari tipi di questi prestiti ci sono:

Finanziamenti per l’agricoltura: il mutuo agrario

Il mutuo agrario non si differenzia molto da un mutuo normale. Dà la possibilità di avere grosse somme di denaro ma bisogna anche avere un’attività solida alle spalle, come un’azienda agroindustriale, un allevamento o un agriturismo, oppure essere un coltivatore diretto.

Come gli altri mutui, dovrai fare attenzione al piano di ammortamento e ai tassi di interesse così da conoscere bene l’importo di ogni rata e la durata nel tempo, che può essere dai 6 ai 20 anni. Se sei un giovane agricoltore, potrebbe arrivare anche a 30 anni.

Il mutuo agrario può servire a comprare una casa agraria, terreni o per delle ristrutturazioni. Come per gli altri, la banca ti chiederà un’ipoteca ma, per questo tipo di finanziamenti, potresti dare in pegno una somma di denaro, dei diritti sui fondi, sui prodotti finiti o sulle vendite future.

Se i giovane poi ci sono moltissime altre agevolazioni. Ricorda che ci sono delle associazioni del settore che possono darti una mano nella scelta del mutuo più adatto.

Finanziamenti per l’agricoltura: Finanziamenti Ismea

L’Ismea è l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare. Questa associazione riserva fino al 60% delle proprie disponibilità finanziarie per aiutare giovani imprenditori a fare degli investimenti nel campo agricolo.

Per avere un prestito da Ismea dovrai essere un imprenditore agricolo o un coltivatore diretto, oppure impegnarti a diventarlo entro due anni. Dovrai avere un’età massima di 50 anni ma, se hai meno di 40 anni, ci sono dei canali prioritari per avere un finanziamento per l’agricoltura.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Finanziamenti per l'agricoltura: come chiedere i contributi
Finanziamenti per l’agricoltura: come chiedere i contributi

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp