Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti » Servizi Finanziari / Finanziamento e busta paga minima: quante ne servono?

Finanziamento e busta paga minima: quante ne servono?

Finanziamento e busta paga minima: quante ne servono e quali sono le cifre minime richieste dalle banche.

di The Wam

Marzo 2022

Finanziamento e busta paga minima – Quanto bisogna guadagnare per ottenere un prestito? Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Finanziamento e busta paga minima: cos’è un prestito

Un prestito di denaro è un tipo di operazione effettuata dalle banche che danno del denaro da restituire nel tempo.

Di solito un prestito riguarda piccole cifre che servono ad acquistare un’auto, fare piccoli lavori di ristrutturazione, pagare spese improvvise, farsi una vacanza o avere della liquidità a disposizione.

Il prestito ha anche una durata breve: generalmente si va dai 6 mesi ai 5 anni.

Anche per quanto riguarda i requisiti, per i prestiti le banche ne chiedono pochi: basta avere un contratto di lavoro stabile e non essere un cattivo pagatore per poter avere delle ottime possibilità di risposta positiva da parte degli istituti di credito.

Prima di andare avanti, ti consigliamo di leggere come ottenere un prestito senza garante o un finanziamento se si è protestati.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Finanziamento e busta paga minima: quante ne servono e quanto guadagnare

Come detto, avere un lavoro permette di avere ottime possibilità di ricevere una risposta positiva quando si richiede un prestito.

Ci sono però dei dettagli da chiarire.

Le banche tendono a concedere prestiti a chi ha almeno 6 mesi di anzianità se si lavora presso un privato, mentre scendono a 3 mesi di anzianità se si lavora nel pubblico, anche in caso di contratti a tempo indeterminato.

Oltre a questo si dovranno presentare almeno 2 o 3 buste paga al momento della domanda di prestito, ciò per dimostrare che il periodo di prova sia finito.

Per quanto riguarda la somma della busta paga, invece, non c’è un minimo da guadagnare. È consuetudine delle banche, però, non concedere prestiti a chi abbia un guadagno inferiore ai 750 euro netti mensili.

In ogni caso, prima di chiudere, se devi chiedere un prestito rivolgiti a più istituti prima di firmare, così da avere più preventivi da confrontare, e rivolgiti a un esperto se hai dei dubbi.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Finanziamento e busta paga minima: quante ne servono?
Finanziamento e busta paga minima: quante ne servono?

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp