Imprenditori di successo

Flavio, dal logo sul fazzoletto all’azienda di successo

Flavio Farroni
0

“Fare impresa in Campania oggi è possibile. Le condizioni sono ottime”. A parlare controcorrente è il napoletano, Flavio FarroniCeo di Megaride, la startup che produce software per testare le condizioni degli pneumatici. Una azienda che ha conquistato collaborazioni prestigiose come quella con Audi e Ducati. 

Su The Wam ne abbiamo già parlato. Flavio è passato dallo scarabocchiare il logo di Megaride (Segui la pagina Instagramsu un fazzoletto, a far parte di una azienda conosciuta anche all’estero. La sua storia è finita nei Ted Talks: uno dei più grandi canali al mondo dedicato alla divulgazionescientifica e alla tecnologia. Fabio ci spiega i più grandi insegnamenti che ha tratto dalla sua storia personale.

Flavio, partiamo dallinizio: quando e perché hai deciso di partecipare ai Ted Talk?

“Ho sempre amato condividere la mia esperienza imprenditoriale con altri. Se una testimonianza è di ispirazione per realizzare i propri sogni, non bisogna pensarci su. Due anni fa avevo già provato a diventare speaker di Ted, ma i due posti riservati per l’area geografica erano stati assegnati. Quest’anno, invece, è andata bene. Anche se è stata dura prepararsi”.

Prepararsi: in che modo?

“Una grande mano me l’ha data la coach Maria Pastore. Mi ha detto cosa limare: per iniziare, un incipit breve ma incisivo e poi si deve parlare in flusso continuo per iniziare”.

Quali sono i messaggi che vuoi trasmettere ai ragazzi?

“Per iniziare la speranza, io ero dall’altro lato. So che significa essere sommerso dai dubbi e dalle incertezze. Cercate di sviluppare al meglio i vostri contatti. Entrate nella cerchia dei riferimenti di settore. E poi determinazione, tanta. Quando cadete, se credete davvero nel progetto, non mollate”

Perché dici che investire in Campania oggi può essere un affare?

“Pensate all’accademia Apple a San Giovanni a Teduccio. Intorno a quell’universo gravita anche Campania NewStell: un incubatore di idee che ha agevolato lo sviluppo di numerose startup. Vi invito a conoscerlo. Le istituzioni, regionali e locali, hanno decisodi puntare con alcuni bandi destinati alle imprese. Insomma c’è una contaminazione, fra realtà istituzionali e private, sempre più forte. E questo agevola la nascita diun ecosistema fertile per le aziende. Io ero un ricercatore, non ne sapevo nulla o quasi di impresa e gestione manageriale. Ma per fortuna sono stato aiutato proprio dagli enti ai quali facevo riferimento”.

Un aspetto importante per ogni impresa è la pianificazione degli obiettivi: come funziona in Megaride?

“All’inizio è stato difficile mettere la prima lettera su un foglio bianco. Noi eravamo e siamo ricercatori. Far capire di voler fare impresa nell’università è stato complesso. Ogni giorno definiamo o ridefiniamo i nostri obiettivi. La fortuna è che, noi tre soci fondatori (oltre a Flavio ci sono  Aleksandr Sakhnevych e Francesco Timpone) dell’azienda lavoriamo gomito a gomito e quindi è più facile confrontarsi. E cambiare bersaglio anche in corso d’opera”.

Andrea Fantucchio
E' sempre stato un ragazzo curioso, ottimista e intraprendente. Dopo il diploma al liceo classico di Avellino, Pietro Colletta, si è dedicato al giornalismo. Prima nel sito provinciale Orticalab e poi in quello regionale Ottopagine: il portale di informazione territoriale più letto in Campania. Lì si occupa di cronaca nera e giudiziaria. Ma il suo lavoro non si svolge solo fra aule di tribunale e sulle scene del crimine. Si diletta, infatti, a creare video-reportage che raccontino l'attualità della sua città o di personaggi interessanti. Lettore vorace: i suoi generi preferiti sono il fantasy, il noir, i gialli e l'hard boiled. Adora biografie e racconti storici. I suoi autori di riferimento sono Indro Montanelli, James Ellroy, Andrzej Sapkowski, John Ronald Reuel Tolkien, Mario Puzo, Emilio Salgari, Stieg Larsson, Jo Nesbø. Non per forza in quest'ordine. Cinque libri che non mancano nella sua biblioteca: Il padrino, L.A. confidential, La spada del destino, Uomini che odiano le donne e Il Signore degli Anelli. Cinque film che non mancano nel suo ipad: Steve Jobs, Wall Street, Il Padrino, Inception, Lo squalo. E' sempre stato molto sportivo: pratica quotidianamente jogging. Non rinuncia alla partita di calcetto settimanale. Adora il pugilato. Affascinato dalle nuove tecnologie e dalla comunicazione in tutte le sue declinazioni. Pratica quotidianamente Yoga e meditazione.

Scegli la lingua del sito

Categorie

Iscriviti alla nostra newsletter

Inserisci la tua email e ricevi i nostri aggiornamenti

Non preoccuparti, non è spam
Login/Sign up

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: